Indonesia, aereo cade in mare: 189 persone a bordo tra cui un italiano

Un Boeing 737 della compagnia Lion Air è precipitato in Indonesia poco dopo il decollo con a bordo 189 persone, la stessa compagnia fa sapere che sul velivolo c'erano anche bambini e un italiano

Il Boeing 737 della compagnia aerea Lion Air si era alzato in volo da poco quando il capitano dell'aereo ha richiesto alla torre di controllo di tornare indietro per un guasto, poi lo schianto

La stessa Lion Air ha diramato un comunicato in cui precisa che le persone a bordo del velivolo erano 189 tra cui tre bambini e sette persone dell'equipaggio. Il volo era diretto a Pangkal Pinang, il mezzo aveva ricevuto manutenzione straordinaria poco prima del decollo a causa di un problema tecnico. L'aereo era nuovo nella flotta, la società americana Boeing l'aveva consegnato alla compagnia soltanto ad agosto ed aveva all'attivo 800 ore di volo che per un mezzo del genere sono pochissime.

Un italiano tra le vittime

Tra le 188 vittime ci sarebbe anche un italiano di Massa chiamato Andrea Manfredi, il ragazzo 26enne viveva con i genitori ed era un ex ciclista professionista. La sua passione lo aveva portato a rimanere nell'ambito sportivo, tanto che lavorava con una nota società che distribuiva articoli sportivi all'interno della grossa distribuzione. Si trovava in un viaggio di vacanza e anche per trovare nuove prospettive lavorative.

8Tv Mandarin news in un tweet ha pubblicato gli effetti personali dei passeggeri recuperati in acqua, le ricerche sono partite tempestivamente dopo che l'aereo ha perso i contatti con la torre di controllo nei pressi di Giacarta.

"Il nostro pilota ha operato secondo le procedure e quando ha visto un problema ha chiesto di tornare alla base, ma sappiamo come è finita", ha detto Sirat, il presidente della compagnia Lion Air e ha poi aggiunto che "l'aereo aveva avuto un problema tecnico che era stato risolto prima del volo fatale".

Il ministero dei trasporti ha dichiarato che lo schianto è avvenuto 13 minuti dopo il decollo, intorno alle 6:20 ora locale. La Lion Air declina l'errore umano, facendo presente che pilota e co-pilota avevano alle spalle oltre 11mila ore di volo ed erano quindi esperti.

Il video mostra la distruzione del velivolo che è precipitato nel mare mentre si stava dirigendo verso Pangkal Pinang, una città sull'isola di Bangka.

Mentre continuano le ricerche nonostante oramai sia chiaro il tragico epilogo, ovvero che non ci sono superstiti del volo partito da Giacarta e caduto poco dopo il decollo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Lun, 29/10/2018 - 09:57

il B737 non mi è mai piaciuto. Altre povere vittime dell'aereo commerciale più venduto ma anche quello con il più alto numero di incidenti. Ed era pure nuovo! Meglio gli Airbus, ma di gran lunga. Una preghiera per le povere vittime.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Lun, 29/10/2018 - 12:36

Un aereo nuovissimo, di qualità eccelente che cade in mare fa subito pensare ad un errore dei piloti. Non sarebbe la prima volta, anzi è possibile che, proprio per il fatto di essere in servizio da poche settimane, i piloti non abbiano avuto il tempo di famigliarizzarsi con l'avionica e i dispositivi.

cgf

Lun, 29/10/2018 - 20:45

@Straiè2015 io penso più alla manutenzione. Visto poi come 'mantengono' in Indonesia, non c'è da stupirsi.