Iraq, Hezbollah minaccia l'Italia "Per noi sono forza occupante"

Il governo italiano invierà 450 militari italiani a protezione dei lavori di ricostruzione della diga di Mosul

Soldati italiani in Afghanistan (foto di Mauro Consilvio)

"Qualsiasi forza straniera in Iraq sarà considerata come una forza occupante". Compresi i soldati italiani. La minaccia arriva dal portavoce delle Brigate sciite irachene Hezbollah, Jaafar al Husseini. Una sfida aperta al premier Matteo Renzi dopo l'annuncio dell'invio di 450 militari italiani a protezione dei lavori di ricostruzione della diga di Mosul.

"La nostra posizione è chiara - ha detto al Husseini - qualsiasi forza straniera in Iraq sarà considerata una potenza occupante a cui dobbiamo resistere". Nei giorni scorsi il governo italiano ha fatto sapere che invierà 450 militari per proteggere i lavori all'infrastruttura, il cui bando è stato vinto dalla società italiana Trevi di Cesena. L'obiettivo della missione a protezione della diga è impedire che i terroristi possano minare la sicurezza della zona. Il pericolo di un crollo della struttura è stato più volte denunciato da funzionari iracheni e curdi. L'obiettivo della missione italiana a protezione della diga è impedire che i terroristi possano minare la sicurezza della zona. La città di Mosul si trova nella provincia nordoccidentale di Ninive ed è considerata una roccaforte dello Stato islamico, che nel paese controlla ancora alcune aree più o meno estese nella provincia ed in quella di Salah al Din e al Anbar.

Mappa

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

venco

Ven, 18/12/2015 - 15:42

Ma gli hezbollah sono sciiti, e allora è meglio lasciarli che si affrontino con i sunniti

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 18/12/2015 - 16:24

Hanno torto?

Aegnor

Ven, 18/12/2015 - 17:02

Ora si spiega perché le piazze sono invase dai girotondini e dai pacifisti

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 18/12/2015 - 17:10

E per noi, voi siete solo feccia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 18/12/2015 - 17:26

Dal loro punto di vista hanno ragione gli iracheni. Dunque adesso verseremo anche sangue italiano per permettere alla famiglia dei Napolitano... di svaligiare le banche.

diwa130

Ven, 18/12/2015 - 17:57

E' davvero un giochino stupido e pericoloso. Se la diga crolla intere citta'saranno cancellate con effetti devastanti sulla popolazione. Se questi "leaders" non capiscono neppure questo davvero c'e' da chiedersi se hanno tutti i cromosomi a posto o ne manca qualcuno.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 18/12/2015 - 18:25

SERVONO A PROTEGGERE GLI INTERESSI DELLA MULTINAZIONALE CHE SI ARRICCHISCE CON LE GUERRE, LO STATO MANDA A MORIRE I VOSTRI FIGLI LONTANO DA CASA, I VOSTRI FIGLI CI VANNO PER 3200 EURO AL MESE, TANTO VALE LA LORO VITA. POVERI ALLOCCHI VENDERESTE VOSTRA MADRE

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 18/12/2015 - 18:33

C L A M O R O S O: gli USA hanno attaccato una brigata di soldati iracheni che aveva partecipato a un attacco contro l' ISIS. Uccisi oltre 30 iracheni. Il mostro getta la maschera.

Linucs

Ven, 18/12/2015 - 19:02

Bene, così la forza occupante sarà autorizzata a spararvi in faccia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 18/12/2015 - 19:30

Noi se siamo là siamo invasori invece loro che hanno riempito città e Paesi anche i più piccoli in Europa di famiglie musulmane, che sono?

MgK457

Ven, 18/12/2015 - 22:33

E CHE POSSONO DIRE IN FONDO ANCHE GLI SCIITI SONO MUSULMANI!!