Israele, radio pubblica trasmette musica di Wagner. Costretta alle scuse

La radio pubblica israeliana si è scusata per aver trasmesso musica di Richard Wagner, il compositore tedesco preferito di Adolf Hitler, definendolo un "errore"

Israele, radio pubblica trasmette musica di Wagner. Costretta alle scuse

La musica di Richard Wagner scatena un putiferio in Israele. La radio pubblica si è scusata per averla mandata in onda, parlando di un "errore". Le opere del compositore tedesco preferito di Adolf Hitler non sono vietate, però c'è un certo pudore: orchestre e artisti evitano di riproporle a causa delle critiche che ciò può suscitare. A scatenare la polemica è stato "Il crepuscolo degli dei", mandato in onda venerdì dalla stazione di musica classica, Kol HaMusica.

Come è successo durante il fine settimana, con diversi ascoltatori che si sono lamentati per la scelta. Le musiche di Wagner sono considerate intrise di sentimenti antisemiti e idee sulla purezza della razza. Non a caso già nel 1981, quando l’Orchestra Filarmonica israeliana aveva provato a proporre le musiche del compositore tedesco, era stata duramente attaccata. Così è stato per l’emittente radiofonica pubblica: "Le direttive sono rimaste quelle che sono state per anni, la musica di Wagner non verrà suonata" sul canale di musica classica, ha assicurato una portavoce, motivando la decisione con il "dolore che una simile trasmissione evocherebbe tra i sopravvissuti all’Olocausto".

Poi sono arrivate le scuse: "Il direttore musicale ha fatto un errore nella scelta artistica", è stata "una decisione sbagliata" e "ce ne scusiamo con i nostri ascoltatori".

Commenti