L'Isis utilizza la morte dei Navy Seal nei video di propaganda

Charles Keating, primo Seal a perdere la vita contro lo Stato islamico, si era segretamente sposato con la sua fidanzata prima di essere schierato in Iraq

Lo Stato islamico ha rilasciato un nuovo video di propaganda inserendo, per la prima volta, le immagini della morte di un soldato americano. Il messaggio, diffuso su Twitter dal ramo mediatico dell’Isis, sfrutta la morte del Navy Seal Charles Keating, avvenuto nel nord dell’Iraq all’inizio del mese, per fare proseliti. Nel filmato sono state inserite le immagini dell’auto crivellata di colpi a bordo della quale viaggiava l’operatore dei reparti speciali, durante uno scontro a fuoco tra i terroristi e le truppe curde. Anche le foto di Keating, diramate dalla famiglia e dal Pentagono, sono state inserite nel video.

Charles Keating, 31 anni, ex stella dell’atletica leggera e nipote di un di un finanziere caduto in disgrazia, è stato ucciso durante uno scontro a fuoco contro oltre 100 terroristi, nella città di Telskof, 18 miglia a nord di Mosul. È il primo Navy Seal perso in battaglia contro lo Stato islamico in Iraq. La sua unità Seal era in rischieramento avanzato con le truppe peshmerga curde, quando è stata attaccata da un forte contingente Isis, formato da 100 terroristi supportati da mezzi blindati e veicoli suicidi.

E 'stato colpito dal fuoco diretto nel corso di un attacco – hanno commentato poche ore dopo dal Pentagono - coordinato e complesso. E’ il terzo soldato americano morto in Iraq e primo Navy Seal a morire contro lo Stato islamico dall’estate del 2014.

Pochi giorni dopo la sua morte, è emerso che Keating si era segretamente sposato con la sua fidanzata prima di essere schierato in Iraq. La Marina ha poi confermato il matrimonio segreto, sostenendo che è una prassi comune tra gli operatori dei reparti speciali. In questo modo alla compagna si riconoscono tutti i diritti ed i benefici di una coppia legalmente sposata.