"Luther non è abbastanza nero", la follia della Bbc

Secondo il direttore della diversità della Bbc, l'attore londinese originario della Sierra Leone, Idris Elba, non sarebbe abbastanza "nero"

"Luther non è abbastanza nero", la follia della Bbc

Luther è una serie tv di genere thriller-poliziesco estremamente apprezzata sia dalla critica che dal pubblico. Prodotta dalla Bbc sin dal 2010, racconta le gesta del carismatico ispettore di colore John Luther, magistralmente interpretato dall'attore londinese Idris Elba, vincitore di un Golden Globe. Cosa manca? Nulla. È una serie tv amata e di successo, il cuo valore è stato riconosciuto non solo in patria ma in tutto il mondo. E il protagonista è un uomo di colore, forte, carismatico, intelligente, a cui piace usare metodi non ortodossi. Nell'era del politically correct imperante, tuttavia, tutto questo non è sufficiente: come riporta il Daily Mail, la direttrice della "diversità" della Bbc Miranda Wayland ha criticato la figura del detective Luther poiché "non è abbastanza nero per essere reale" e "non ha amici neri e non mangia cibo caraibico". Non rischia così di dare un'immagine stereotipata e forzata? Poco sembra importare ai crociati del politicamente corretto e alle loro ossessioni.

Wayland ha spiegato a una conferenza stampa questa settimana che la serie tv con protagonista John Luther, un detective di colore, è solo superficialmente "diversificata" e che l'emittente inglese cercherà di ritrarre le minoranze in un modo più convincente e completo d'ora in avanti. Wayland ha rimarcato il fatto che per ottenere una vera rappresentazione di un uomo di colore, occorre far sì che i personaggi abbiano un ambiente culturare costruito attorno in modo e che riflettano al 100% il loro background. "Quando [Luther] è uscito per la prima volta, tutti amavano il fatto che Idris Elba fosse lì - un personaggio nero davvero forte", ha spiegato Wayland. "Ci siamo innamorati tutti di lui. Chi non l'ha fatto, vero? Ma dopo la seconda serie ho pensato, Ok, non ha amici neri, non mangia cibo caraibico, non sembra autentico".

Fortunatamente, c'è chi difende il personaggioe stigmatizza le dichiarazioni di Miranda Wayland. Lo screittore Neil Cross, creatore di Luther, si è detto sorpreso delle dichiarazioni dell'emittente, insistendo sul fatto che Idris Elba avesse accettato il ruolo in primo luogo perché la razza non era considerata un aspetto importante dell’identità del personaggio. La casa di produzione della serie ha difeso formalmente il personaggio, facendo sapere di essere "tremendamente orgogliosa" che lo spettacolo abbia attirato un pubblico di 10 milioni di spettatori e sia stato venduto in 200 paesi in tutto il mondo, con buona pace della direttrice alla diversità.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti