Malesia, arrestati quattro finlandesi che distribuivano volantini sul cristianesimo

Quattro finlandesi sono stati arrestati in Malesia, nell'isola di Langkawi, con l'accusa di aver distribuito opuscoli sul cristianesimo e, ora, rischiano una condanna da due a cinque anni di carcere

Malesia, arrestati quattro finlandesi che distribuivano volantini sul cristianesimo

Quattro finlandesi sono stati arrestati in Malaysia, nell'isola di Langkawi, con l'accusa di aver distribuito opuscoli sul cristianesimo. Lo scrive l'agenzia di stampa Asianews che ricorda: gli stranieri rischiano una condanna da due a cinque anni di carcere.

I finlandesi,due uomini e due donne di età compresa tra i 27 ei 60 anni, sono stati arrestati in un albergo, dopo le lamentele di alcune persone del luogo. La polizia ha così provveduto a sequestrare loro penne, quaderni ed una borsa, accusandoli di aver infranto le leggi che vietano di disturbare l'armonia religiosa. In Malaysia oltre il 60% d%ella popolazione è musulmano, mentre solo il 9% è cristiano e, sebbene la Costituzione garantisca sulla carta la libertà religiosa, in questi ultimi anni il conservatorismo musulmano sta diventando predominante. Nel 2014, per esempio, l’Alta corte ha respinto la richiesta dei cristiani di usare "Allah" per indica “Dio” nelle versioni locali della Bibbia. Non solo. I diritti dei non musulmani sono spesso sostituiti dalla Sharia, applicata dai tribunali indistintamente sia ai musulmani che ai non musulmani.

Commenti