Mondo

"Meglio morire del rimpatrio": due profughi si danno fuoco a Idomeni

Tragedia nel campo profughi al confine tra Grecia e Macedonia

"Meglio morire del rimpatrio": due profughi si danno fuoco a Idomeni

"Meglio morire che tornare indietro". Così due profughi siriani si sono dati fuoco oggi nel campo greco di Idomeni, al confine con la Macedonia, in segno di protesta per la chiusura della rotta balcanica.

"Siamo disposti a morire qui piuttosto che tornare indietro", avrebbero detto i due migranti prima di darsi fuoco. Subito soccorsi, i due sono stati portati in un ospedale della zona. A Idomeni sono in corso oggi varie proteste da parte delle migliaia di migranti e profughi bloccati da settimane dopo la chiusura delle frontiere lungo tutta la rotta balcanica.

In un video diffuso sui

social network, si vedono i due che si cospargono di liquido infiammabile e si danno fuoco. Nella concitaizone del momento, però, chi gli sta attorno riesce a buttar loro addosso delle coperte e a portarli verso le ambulanze.

Commenti