Ci tolgono la libertà

I social network e i motori di ricerca ci condizionano da sempre. E vogliono pure dirci chi può parlare e cosa possiamo leggere

Smettiamola pure di preoccuparci di un futuro senza più libertà. Quel futuro è presente, e non come realtà distopica alla George Orwell ma come grossolana quotidianità drammaticamente abituata senza battere ciglio a cedere porzioni di privacy e di indipendenza. Ce le stanno portando via, senza neanche troppi sforzi, concedendoci servizi gratuiti o garantendoci sempre più comodità. Così, appena abbiamo iniziato a chiederci qual è il prezzo di questo nuovo mondo iperconnesso, ecco che ci siamo accorti che forse è già troppo tardi per fare qualcosa.

Ci aspettavamo un incubo dai contorni avveniristici come in Blade Runner o Matrix. Invece è qualcosa di più simile a un episodio di Black Mirror. E così un giorno ci siamo svegliati e ci siamo resi conto che è già tutto segnato. Troppo tardi per tornare indietro. Nessuna pillola blu per risvegliarsi dall'incubo, nessuna pillola rossa per sganciarci dalle catene. La realtà è molto più banale. È tale e quale a quella di cinquant'anni fa (niente macchine che volano, per intenderci), ma con una grande differenza: un mondo etereo, internet, che conta molto pù di quello tangibile. Ed è lì dentro che ci stiamo affossando. Per colpa nostra. Perché il mezzo non è mai il male, dipende tutto dall'uso che se ne fa. Tanto per intenderci: se prendiamo una scopa, è più importante la chioma o il bastone? Alla maggior parte delle persone verrebbe probabilmente da rispondere la prima perché anche senza manico si riesce a pulire ugualmente. A fatica, ma si riesce. Scopare, invece, solo con il manico è impossibile. Ma David Foster Wallace butta la palla oltre e in La scopa del sistema (Einaudi) fa notare che dipende tutto dall'uso che se ne vuole fare: "Se la scopa ci serve per spaccare una finestra, allora la parte fondamentale è chiaramente il manico". Internet permette a tutti di essere connessi. Accorcia le distanze. Un bene, no? I social servono proprio a questo. Ma attenzione: cosa succede se regaliamo le nostre vite (i desideri, i gusti, i segreti, i sentimenti, le fotografie, la localizzazione nel mondo) a società private il cui unico scopo è generare profitti? Cosa succede se i servizi che ci offrono sono gratuiti e quindi devono trovare un altro modo per arricchirsi? Mark Zuckerberg e compagnia bella, per quanto ci tengano talvolta a passare per filantropi, non sono certo enti caritatevoli. Ma soprattutto non sono neutrali.

Negli ultimi giorni abbiamo assistito, in un pericoloso silenzio anestetizzato, alla cacciata di Donald Trump da Facebook, Twitter e Instagram. Era nell'aria da mesi. Probabilmente in molti lo agognavano dal giorno in cui il tycoon ha iniziato a marciare verso la Casa Bianca. Zuckerberg ha colto l'occasione dopo gli scontri dello scorso 6 gennaio (l'assalto a Capitol Hill tra pagliacci vestiti da sciamani, assurde teorie cospirazioniste e morti vere) per spianare gli account dell'ormai prossimo ex presidente degli Stati Uniti. Il giro di vite non si è fermato lì. Molti sostenitori dell'alt right hanno fatto la stessa fine. Hate speech l'accusa. Incitamento all'odio e alla violenza. Ma non solo: in 70mila sono saltati perché paladini della teoria cospirazionista Qanon. E, quando questi "profughi" sono sbarcati su Parler, Google e Apple hanno estromesso l'app dai propri negozi digitali mentre Amazon l'ha cacciata dai propri server rendendo in questo modo la piattaforma, che si stava imponendo come il Twitter di estrema destra, irraggiungibile. Nelle ultime ore le purghe dei big della Silicon Valley si sono abbattute anche su Ron Paul, figura di riferimento del movimento libertario statunitense che nell'ultimo mese aveva già ricevuto uno strike da YouTube per aver video pubblicato un comizio di Trump.

Dovrebbe essere chiaro a tutti il fatto che il problema sia molto più imponente di quello che potrebbe anche non apparire in primissima battuta. Chi si trincera dietro al fatto che le big tech sono aziende private, e che quindi possono fare quello che vogliono, rischia di prendere una grandissima cantonata. Anche colossi come Facebook o Twitter sono, infatti, chiamati a rispettare i principi costituzionali. E la libertà di espressione è un diritto costituzionale da difendere sempre e comunque. Per questo nelle ultime ore sta facendo rumore anche la temporanea limitazione dell'account di Libero su Twitter. Al di là di chi è coinvolto nella stretta, il giro di vite dovrebbe spingere tutti a un'attenta riflessione. "La possibilità di interferire nella libertà di espressione – ha dichiarato Angela Merkel – è data solo nei limiti stabiliti dalle leggi e non può venire dalla decisione autonoma di un’impresa privata". Che cosa significa togliere il diritto di parola? Quali sono i rischi e le conseguenze di questa limitazione? Le big tech si limiterà all'oscuramento dei profili o troveranno il modo di stringere ulteriormente i cordoni? Da sempre, per esempio, i motori di ricerca hanno il potere di "premiare" o nascondere una notizia. Quali sono i principi che sottendono l'algoritmo che regola cosa possiamo leggere e cosa no? E ancora: chi controlla i censori delle nostre libertà?

Quest'ultimo punto non è certo meno importante degli altri. Dobbiamo tenere, infatti, presente che mentre questi colossi decidono cosa farci leggere o comprare, mentre plasmano i nostri gusti, mentre indirizzano le nostre scelte, ingrassano anche grazie ai dati che noi stessi diamo loro. Se da una parte ci mostrano quello che vogliamo vedere (azzeccando sempre quello che ci piace), dall'altra compiono un soft power che con il passare del tempo permette loro di intervenire attivamente sui nostri interessi pilotando in questo modo le nostre scelte e, quindi, i nostri acquisti. È soprattutto dalla predizione dei nostri comportamenti futuri che traggono il loro vero potere. Il punto è che siamo noi stessi a permetterglielo. Lo facciamo non appena mettiamo piede in un social network e continuiamo a farlo ogni volta che flagghiamo una casella in più nelle sfilza di criteri che regolano l'utilizzo dei dati personali. Spuntiamo la casella "accetto" senza farci troppi problemi (e probabilmente senza nemmeno leggere quello che ci viene proposto) e gli consegniamo la nostra anima. Lo faremo anche con WhatsApp (anche questa di proprietà dell'onnipresente Zuckerberg) quando nei prossimi giorni ci chiederà di vidimare l'ultimo aggioramento dei diritti sulla privacy. D'altra parte è già così con tutti i social network che, oltre a immagazzinare miliardi di fotografie e video, stipano nei loro server un'infinità di terabyte di chat private. I big data sono la materia prima su cui si fonda quel "nuovo ordine economico" che, come spiega Shoshana Zuboff in Il capitalismo della sorveglianza (Luiss Edizioni), concentra "ricchezza, sapere e potere" in pochissime società. "Alcuni di questi dati – scrive la docente di Harvard – vengono usati per migliorare prodotti o servizi, ma il resto diviene un surplus comportamentale privato, sottoposto a un processo di lavorazione avanzato noto come ‘intelligenza artificiale’ per essere trasformato in prodotti predittivi in grado di vaticinare cosa faremo immediatamente tra poco e tra molto tempo".

Da sempre la tecnica punta a dominare la persona per concentrare nelle mani di pochi quante più ricchezze. Mai come oggi, però, c'è in gioco la nostra libertà. Non tanto quella che ci permettere di fare quello che vogliamo o di andare dove vogliamo. Quanto quella che ci permette di pensare e pertanto di agire come vogliamo. Per questo la cacciata di Trump dai social network ha in qualche modo a che fare anche con la nostra libertà.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Mona

Mona

Mar, 12/01/2021 - 15:11

Se la Democrazia si rivela una Ipocresia; se la Libertà di parola si rivela una Dittatura della parola; la Cultura Occidentale non esiste più e ne pianceremo la scomparsa.

Zecca

Mar, 12/01/2021 - 15:12

Vedendo come gente come Trump , Salvini e altri hanno usato i social, il titolo dovrebbe essere “Ci stanno togliendo la libertà di diffondere fake news per i nostri meschini interessi”.

Jon

Mar, 12/01/2021 - 15:12

Bravo Indini.. La truppa si schiera contro Trump senza contare che il problema e' la Nostra Liberta'.. L'operazione COvid 19, programmata da anni (IL Covid 19 e' brevettato dal 2015) e' la piu' grande operazione finanziaria mai fatta prima. Coinvolge La Borsa, la Finanza ed i Poteri Oligarchici..Segragazione, abolizione della moneta, tracciamento, cancellazione dei diritti e liberta' personali. lo decisero a Davos ..basta leggere..Oggi propongono pure la cancellazione automatica del Consenso per il FSE, Fascicolo Sanitario Elettronico..!!!

SemprePiùBasito

Mar, 12/01/2021 - 15:14

Purtroppo i giovani di oggi se non scrivono assurdamente anche quante volte vanno al WC su facebook o sui vari social non si sentono attivi in questo mondo. Il risultato lo vediamo quotidianamente l'importante che non venga tolta la connessione social, per il resto può anche crollare il mondo. Se ne accogeranno in un futuro che come automi faranno quello che poche persone gestiranno senza problemi.

crock

Mar, 12/01/2021 - 15:14

Personalmente, i social li VIETEREI ai politici.

vinvince

Mar, 12/01/2021 - 15:17

Avete dato corda alla “ sinistra democratica :) “ ... bene, adesso godetevi i risultati !!!

IronHandIronHead

Mar, 12/01/2021 - 15:18

Sono giganti dai piedi di argilla. Se per 10 giorni ci rifiutassimo di entrare in Internet, di mandare messaggi sui vari social, di comprare sulle loro piattaforme, che fine farebbero i loro valori di borsa? Basta poco. Back to the roots.

Ritratto di filospinato

filospinato

Mar, 12/01/2021 - 15:20

presto s'avvierà anche il processo inverso, dopotutto questi tre figuri (e pochi altri pugni) non giacciono sui podi perché piovuti dal cielo

vinvince

Mar, 12/01/2021 - 15:21

Zecca !!! Nome appropriatissimo !!! MA MI FACCI IL PIACERE ... !!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 12/01/2021 - 15:21

Per questo mi sono cancellato dai social network! Fatelo anche voi, ne va della dignità personale e non ideologica !

aldoroma

Mar, 12/01/2021 - 15:22

Se tutti si riufiutassero di entrare... Loro sarebbero estinti....

maurizio@rbbox.de

Mar, 12/01/2021 - 15:22

OVVIO. Se possono allora lo fanno. Ovvero lo fanno perché possono. Che cosa vi aspettavate? Prima fai entrare i polli in gabbia, poi chiudi la gabbia coi polli dentro quando è bella piena. Lo "sciamano di Q-Anon" al confronto è 10mila volte preferibile. Ma pure la Sora Cesira. Diffida delle Elite, EAT THE RICH.

alox

Mar, 12/01/2021 - 15:23

B.S. la liberta' ce la togliamo da soli usando tweet, Facebook, tiktok...etc

maurizio@rbbox.de

Mar, 12/01/2021 - 15:24

@Jon - Attento che potresti essere accusato di "sciamaneria dolosa per conto di Q-Anon" dalla nuova intellighenzia. hahahah

vinvince

Mar, 12/01/2021 - 15:24

Pensiero Unico = Censura = Regime

ziobeppe1951

Mar, 12/01/2021 - 15:26

Zecca...tranquillo ..ai tuo kompagni cinesi non toglieranno certo la libertà di diffondere fake per i loro meschini interessi

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 12/01/2021 - 15:30

anche in America sta arrivando il regime comunista. Qui in Italia ormai ci siamo abituai da molto tempo.

edode

Mar, 12/01/2021 - 15:30

no ragazzi, no. stiamo sbagliando completamente. fb, youtube NON SONO SERVIZI PUBBLICI!! li consideriamo come mezzi di comunicazione di massa, ma non lo sono e l'errore e' aver interpretato ed usato queste piattaforme come se lo fossero. fin dall'inizio ho trovato disturbante ed improprio qualsiasi politico che lanciasse i propri messaggi via fb anche per altri motivi: mancanza di contraddittorio, descrizioni fantasiose e non obiettive della realta', praticamente scrivendo per i propri adepti. In primis i vari 5stalle e salvini, ma anche pd, meloni e quasi tutti gli altri politici se ne sono serviti per mandare i loro messaggi, molto spesso di parte per arrivare a deliri di dibattista, toninelli o deluca. IMHO tutti dovrebbero smettere di fare comunicazione in questo modo, invece di criticare la censura dei social. o al massimo che il governo si doti di una piattaforma dove solo i politici possano postare e che siano anche sottoposti a fact check rigoroso.

mzee3

Mar, 12/01/2021 - 15:32

No stanno prevenendo il comunismo, il fascismo e il liberismo sfrenato! E fanno bene impedire ai sobillatori di creare panico o peggio sottovalutare cose gravi.

hectorre

Mar, 12/01/2021 - 15:33

Zecca....beh, cosa posso aggiungere...il tuo nickname ti identifica al meglio!!!!!...

Ritratto di NonMolliamo

NonMolliamo

Mar, 12/01/2021 - 15:34

Quanto fatto verso Trump lo trovo assolutamente sbagliato. La libertà di parlare sui social deve essere sempre garantita. Al limite come succede su alcune piattaforme basterebbe usare il moderatore e magari un determinato messaggio non viene divulgato. Detto ciò, dato che i colossi digitali hanno iniziato a dettare legge su cosa si può fare e cosa vogliono vedere, basterebbe non collegarsi più ai social anche per un breve periodo. E' sufficiente vedere quello che è successo in borsa con Twitter e Facebook eliminando l'account di Trump. Entrambi hanno perso pesantemente. Il fatturato per loro è tutto, se lo tocchi, si ridimensionano....Dovrebbero fare anche delle regole chiare sui guadagni che fanno nei vari paesi e pagare il giusto prezzo, non una tantum!

AlvinS83

Mar, 12/01/2021 - 15:34

Il famoso pensiero unico che i sinistri stessi negano. Lo negheranno ancora adesso?

mzee3

Mar, 12/01/2021 - 15:35

vinvince @@@ Liberismo sfrenato = Supremazia= Soppressione della libertà=schiavitù=Regime

mzee3

Mar, 12/01/2021 - 15:37

Zecca @@@@ confermo tutto !

Calmapiatta

Mar, 12/01/2021 - 15:39

Per la sx, la perdita della libertà è un accadimento traumatico e repentino. Invece, esso è un processo lento e inesorabile, un percorso in cui il cittadino è guidato, proponendogli sempre soluzioni razionali e condivisibili, in cui logica e paura sono opportunamente miscelate per spingere l'uomo libero a prendere decisioni contro i propri interessi.

barbarablu

Mar, 12/01/2021 - 15:46

boicottare i socials ed anche amazon!

ziobeppe1951

Mar, 12/01/2021 - 15:46

mzee3... tu che vivi in Asia Centrale non lo sai...in Italia vige il liberismo sfrenato in salsa rossa =Supremazia = soppressione della libertà =schiavitù= regime...APPUNTO!

Ilsabbatico

Mar, 12/01/2021 - 15:47

mzee3 e zecca......certo che vi divertite proprio voi!!! Ahahahahah Tranquilli che poi toglieranno anche a voi qualcosa...

lorenzovan

Mar, 12/01/2021 - 15:48

se la liberta' consistesse nel pubblicare selfies...raccomntar fregnaccie e divulgare nbufasle..tramite organizzazioni create allo scopo...saremmo messi veramente male..prt fortuna la librerta' e' ben altra cosa...non il twitt o il "fesbuk" adolescenziale

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 12/01/2021 - 15:50

Ma ve ne accorgete solo ora? Ora che è successa questa cosa a Trump ed a Libero? E' roba vecchia! Che l'informazione sia in mano ai comunisti è cosa risaputa e, soprattutto, il servizio pubblico o quello che avrebbe dovuto essere servizio pubblico. Chi può mette le mani sull'informazione per poter controllare non solo i gusti delle persone, ma per guidarne le scelte e gli orientamenti, anche politici. La vergogna è averglielo consentito. E qui grande responsabilità ce l'ha l'elettorato che, per fortuna ora molto limitatamente, nel tempo ha dato ai comunisti le chiavi di casa...

Ritratto di faman

faman

Mar, 12/01/2021 - 15:51

in questi ultimi anni sono poco presente sui social, ma non ho mai pubblicato post di carattere politico; i social sono nati per pubblicare argomenti (non politici) seri, leggeri, scherzosi, satirici e anche stupidi (l'ho fatto anche io), perchè non li utilizziamo in quel modo? Tutte queste discussioni sono nate da quando sono entrate (si sono intromessi anche i politici) le argomentazioni politiche, spesso farcite di offese. Ma lasciamo la politica fuori una volta tanto.

Ilsabbatico

Mar, 12/01/2021 - 15:51

La sinistra esulta perché come al solito non ha argomenti per difendersi, ecco che allora utilizza "sistemi" diversi per raggiungere il proprio scopo....ma questo da una vita.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 12/01/2021 - 15:52

Sono peggio di Hitler altro che sovranisti. Sono come quelli che alla nascita del nazismo bruciavano i libri nei falò nelle piazze. Quelli che accettano solo il pensiero unico dei sinistri , sono i nuovi idoli da adorare anche per le sinistre italiane

lorenzovan

Mar, 12/01/2021 - 15:54

ma hguarda te se ci tocca difendere i privati dalle destre stataliste

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 16:08

Non c'é libertà che tenga quando si commettono reati gravie si mette in pericolo la sicurezza dello stato come ha fatto trump, e voi dovreste saperlo perché questo é un concetto di DESTRA: legge e ordine non prevaricazione e disordine come nell'era del tycoon

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 12/01/2021 - 16:10

Ma sopratutto mi domando come potrà fare Trump a convocare i suoi sostenitori per farli partecipare al giuramento di Biden, visto che lui non ci sarà!

lorenzovan

Mar, 12/01/2021 - 16:11

il sabbativco...per me possono chiudermi "fesbuc""tuit" e cento fregnacce differenti...usero' i segnali di fumo..Sono nato quando nessuno o quasi aveva il telefono fisso in casa...e nessuno moriva per questo...Certo che ho tutti gli aggeggi piu' tecnologici..dai telefonini..ai tablet ai pc..e me ne servo alla grande...ma se venissero a mancare..ne ne farei una ragione

Giorgio Colomba

Mar, 12/01/2021 - 16:12

Per liberali del calibro di Chavez, Maduro, Hezbollah, nonché per i caporioni dei regimi cinese ed iraniano, invece, i cinguettii restano liberi.

agosvac

Mar, 12/01/2021 - 16:14

Internet si può sconfiggere, basta utilizzarlo per quello che è: uno strumento spesso molto utile. Guai rendersene schiavi. I social net work agiscono in modo più sottile e pernicioso. Invitano, lusingano ed intrappolano chi non ha la capacità di avere una vita propria ed indipendente. Meglio, molto meglio tenersene lontani il più possibile.

ziobeppe1951

Mar, 12/01/2021 - 16:14

Nahum...legge e ordine..visto da sinistra cosa significa?..te lo dico io ..che le prevaricazioni e i disordini sono ammesse nei regimi komunisti

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 16:18

Giorgio Colomba non é cosi', in cina i social sono vietati perché considerati anti regime e cosi anche in altri paesi da lei citati.

xgerico

Mar, 12/01/2021 - 16:19

Usate il telefono e parlate con chi vi pare! Anche con la suocera!

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 16:20

ziobeppe1951, zio non é cosi, i disordini sono aspramente repressi nei paesi dittatoriali non solo comunisti (vedi biolo russia) quantoi alle prevaricazioni esse avvengono perché non si rispetta la legge e non si é in grado di mantenere l'ordine nei paesi democratici mentre in quelli totalitari perché l'opposizione é stata messa a tacere

Jon

Mar, 12/01/2021 - 16:21

La Democrazie e' PERSA perche' i mezzi di comunicazione sono TUTTI in mani di una oligarchia di miliardari.. Questi, tutti daccordo per la sceneggiata dell'assalto al Campidoglio utilizzano il loro potere per i loro scopi. L'1% di loro detiene oggi il 36% della ricchezza degli USA. Con questo hanno il potere di Veto assoluto su qualsiasi candidato alle primarie presidenziali. Senza di loro NESSUNO HA possibilita' alcuna di essere eletto. la radice e' nel 1976 quando la Corte Suprema ha tolto il tetto ai contributi eletttorali, perche' il DENARO E' PAROLA, E LA LIBERTA' DI PAROLA E' SANCITA DAL PRIMO EMENDAMENTO..!! Te capi' Ciccetti.!!. WE THE PEOPLE..!!!

xgerico

Mar, 12/01/2021 - 16:21

@Jon-Mar, 12/01/2021 - 15:12- Mi dai il numero del brevetto del Covid19 di cui affermi esista. Dai su voglio ridere anch'io!

antiquato

Mar, 12/01/2021 - 16:22

Jeremy Rifkin ha scritto vent'anni fa uno dei suoi profetici libri, “L’età dell’accesso” sottotitolo “La nuova cultura dell’ipercapitalismo per cui tutta la vita è un’esperienza a pagamento”. Prima del boom dei social, Rifkin poneva il problema dei "mall", i centri commerciali privati divenuti le agorà del nostro tempo ma regolati dal proprietario secondo proprie norme. Si diede il caso di uno che entrò indossando una t-shirt che contestava Bush: la vigilanza lo fece uscire (vedete come cambia il mondo, oggi le posizioni sono rovesciate) e ne nacque un caso. L'alternativa è la rete sotto controllo statale ? Con la "commissione di vigilanza" fatta col bilancino Cencelli ? Con l'accesso via SPID e ovviamente il canone in bolletta ? Certo, verrebbe da dire: staccate la spina, tornate a parlarvi e ad abbracciarvi. Ma il covid lavora per Zuckerberg, non per l'umanità.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 12/01/2021 - 16:22

i social sono TUTTI in mano alla sinistra! vi ricordate la visita di zuckenberger, proprietario di facebook, dal Papa e da Boldrini? secondo voi perchè? :-) non certo per vendere prodotti....

quarantena

Mar, 12/01/2021 - 16:23

Realisticamente spero che Trump, come annunciato nei gg scorsi, crei un SUA PIATTAFORMA dove chi ama questi social (per ne demenziali) abbia la possibilità di esprimersi liberamente senza il solito censore politico in auge SU TUTTI QUELLI ESISTENTI SISTEMATICAMENTE ORIENTATI VERSO LA NUOVA SINISTRA RADICALUZZATA ALLL'ESTREMO; una sinistra capitalista arrogante e massimalista che non ammette contraddittorio e che si abbarbica sempre più "al pensiero unico" di tragica memoria stalinista! Quando questa sinistra riesce ad infiltrarsi nelle istituzioni, può anche finire come sinistramente può apparire accennato nei recenti accadimenti presso il parlamento USA perché non tutti i cittadini democratici del pianeta, sono buonisti e radical chic come quelli dell'Europa occidentale, nel cui tessuto si sono tragicamente infiltrati i peggiori esponenti del partito komunista (sempre nei fatti, assolutamente VIVO E VEGETO)

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 12/01/2021 - 16:24

Possibile che tra la libertà di pensiero e l'istigazione al banditismo per per Mark Zuckerberg c'è una differenza.

Ric60

Mar, 12/01/2021 - 16:25

Questa NON e' una battaglia tra dx o sx questa e' una battaglia di tutti a meno che qualche gonzo non ritenga che a Bill Gates a Zukenberg o a qualcun altro di questi signori interessi un minimo una qualsivoglia ideologia a parte il loro personale potere o denaro. Conte o Salvini . Trump o Biden ...non saremo piu' liberi di scegliere o di mandarli a casa...Se le proprieta' di questi mastodonti dell'informazione globale domani decidessero che Trump si confa' meglio ai loro voleri Trump tornerebbe in pompa magna ... Non dividiamo ci su questo tra dx e sx ..il rischio concreto e' perdere tutti per sempre

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 12/01/2021 - 16:25

XGERICO, anche li c'è la mano della sinistra, attraverso le ILLEGALI intercettazioni a strascico, come hanno fatto a berlusconi: per colpirlo, hanno intercettato centinaia di persone che non avevano niente a che fare con le indagini, ma intanto sono state rovinate e non hanno neanche avuto risarcimento dei danni .... non creda che qui in italia non ci sia una cosa che non sia a posto e che sia lecito....

Jon

Mar, 12/01/2021 - 16:25

@nathum..Lei con cosa si droga..? Si disintossichi e cinsideri i diritti di ogni popolo di esprimersi..Questa e' liberta'.. Per questo motivo ci nascondono tutte le manifestazioni di protesta in europa, e pure in Italia..Si deve stare buonini e zitti se no sei "mortum"!!

Lugar

Mar, 12/01/2021 - 16:26

Non pensavo che si potesse arrivare a tanto. Mi sono sempre reputato fortunato perchè da quando sono nato (75 anni fa) non ho mai subito guerre e ho sempre deciso il mio futuro con il voto, ho vissuto sempre in democrazia, non accetto altro. Da un po di tempo a questa parte e negli ultimi sopratutto la democrazia viene meno e incominciamo ad assistere a rivolte persino nella patria della libertà, l'America. Non c'è da illudersi, la libertà ha le ore contate.

maurizio-macold

Mar, 12/01/2021 - 16:27

ZIOBEPPE1951 e' ossessionato dai komunisti. Li vede dappertutto, nei forum nei media, forse anche nei vicini di casa o dentro casa sua. Per questo signore e' sufficiente avere una opinione diversa dalla sua in qualsiasi campo ed automaticamente sei un komunista.

AlvinS83

Mar, 12/01/2021 - 16:31

La rovina dell'Italia e del mondo sono le catene, i centri commerciali, Amazon i socials. Hanno ucciso l'economia, le piccole imprese, le persone. Ora si credono dio e i popoli gli hanno dato quel potere

amedeov

Mar, 12/01/2021 - 16:31

Aveva ragione Umberto Eco quando disse che con i social hanno dato la parola ad un esercito di dementi

Calmapiatta

Mar, 12/01/2021 - 16:31

@Zecca Chi stabilisce che quelle postate sono fake news o menzogne? Chi è il termine di paragone? Nessun essere umano è portatore di verità asolute....nessuno,La democrazia si fonda sul principio che ognuno è libero di comunicare le proprie opinioni che sono intangibili. Nessuno ha il diritto di censurare il pensiero di altri.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 12/01/2021 - 16:32

@Ilsabbatico 15:47-A loro hanno già tolto qualcosa...Il CERVELLO!

Happy1937

Mar, 12/01/2021 - 16:32

Non uso questi social faziosi. Mettere la museruola e’ contrario ai principi dell’informazione. Non mi piace Trump, come non mi piace la gran parte di quelli nelle cui mani e’ oggi il Mondo. Mettere le museruola a Libero mi sembra incivile..

giudiziodivino

Mar, 12/01/2021 - 16:33

Quindi anche garantiamo la presenza sui social anche dell'ISIS, terroristi vari?

philwoody52

Mar, 12/01/2021 - 16:36

Premesso che io non sono di sinistra ma Centrista di Forza Italia, mi chiedo : quando avete fatto l'iscrizione a facebook o ad altri sociol, avete accettato le condizioni e le regole? Credo di si, quindi perche dite che tolgono la libertà? Pure a me stanno sul cxxxo ma mi adeguo a quelle che sono le regole, altrimenti se non va bene, si esce e finisce li. trump ha scritto post che incitava ad attaccare il campidoglio, secondo voi è una cosa corretta?

Jon

Mar, 12/01/2021 - 16:39

@xgerico..I registri sono pubblici...se lo cerchi da solo, tanto lei crede solo a quello di cui e' convinto..Si vaccini e si prenda l'HIV ...o non ha trovato neppure quella notizia???

gedeone@libero.it

Mar, 12/01/2021 - 16:40

Sto pensando di cancellarmi dai social, facebook in primis.

ziobeppe1951

Mar, 12/01/2021 - 16:40

Il modo più semplice per utilizzare Facebook in Cina, consiste nell’installare una VPN prima di mettere piede nel Paese. Molte VPN sono state bloccate dal governo quindi dovrete accertarvi di scegliere un servizio che in Cina funzioni. 1)Quindi scaricate e installate una VPN su tutti i dispositivi prima di partire 2)Connettetevi ad un server situato negli Stati Uniti o in un altro paese dove Facebook sia liberamente accessibile

Ritratto di cicopico

cicopico

Mar, 12/01/2021 - 16:44

chi pecora si fa il lupo se lo mangia,siamo 60 milioni di pecoroni.

disturbatore

Mar, 12/01/2021 - 16:44

Il nodo viene al pettine quando il cittadino si reca alle urne. E´li l´unico luogo dove puo´lasciare il segno sempre con la speranza che i dati non vengano falsificati. In quel posto ogni cittadino e´uguale all´altro ed il voto vale sempre uno . Per cui , il fatto che molte testate europee non diano piu´ spazio ai commenti oppure li cancellino se non piacciono ,non impediscono ai cittadini di votare. Una delle conseguenze di questo malcostume e´che i sondaggi non ci azzeccano piu´ , ma si usano lo stesso per influenzare il popolo in questa o quella direzione.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 12/01/2021 - 16:45

Avete scoperto l'acqua calda.......i BIG DATA sono di proprieta' di quelli che si credono Dio in Terra appaunto i tre pù ricchi del mondo che oltre a toglierti la parola facendosi belli finanziando i vaccini ( semza magari pensare che il virus magari è sttao buttato da questi stessi) e facendoci credere che sono dei filantropi e che ci vogliono un bee dell'anima....magari si credono pure immortali !

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/01/2021 - 16:48

Avete ragione: è un crimine silenziare un giornale (!) come Libero punta di diamante dell’informazione italiana… sempre affidabile e mai oltre le righe. 30/06/2012: "VaffanMerkel"; 14/11/2015: Attacco a Parigi. “Bastardi Islamici”; 10/02/2017: La vita agrodolce della Raggi. “Patata bollente”; 06/09/2017: La bimba trentina di 4 anni morta di malaria. "Dopo la miseria portano le malattie"; 07/10/2018: Torna il colera a Napoli. "Lo hanno portato gli immigrati"; 11/01/2019: Ai meridionali 3 cariche istituzionali su 4. “Comandano i terroni“; 18/04/2019: Bergoglio in Vaticano: " Vieni avanti Gretina”. La Rompiballe va dal Papa; 23/01/2019: "Calano fatturato e pil ma aumentano i gay". Meritevoli di citazione anche un editoriale del 2011 dal titolo “Togliete i libri alle donne e torneranno a fare figli” e il sondaggio del 2016 “Secondo voi Vendola è papà o mammo?”.

Luigi Farinelli

Mar, 12/01/2021 - 16:50

(1) I "giganti tecnologici" aspettavano un episodio come quello dell'assalto al Campidoglio per danneggiare Trump e progredire sulla via della cancellazione dello Stato di Diritto. Durante la violenta, ipocrita baraonda degli inginocchiatoi del BLM sfruttando vergognosamente la morte del povero Floyd nessun oscuramento: l'orientamento culturale era quello PER LORO "giusto" e fu amplificato come movimento universale di protesta anti-Trump, mentre era solo sobillazione progettata a tavolino con la complicità di tutti il sinistrume mediatico del Pensiero Unico. Circa 76 milioni di cittadini USA appoggiano Trump ma i cosiddetti "giganti tecnologici" SI PERMISERO di oscurare i suoi inviti alla calma (per loro controproducenti). Zuckerberg (CEO Facebook, Instagramme e WhatsAap); J.Dorsay (Pres. Twitter); S.Pichai (Google); T.Cook (Apple) hanno deciso che possono ormai ergersi a Legge contro lo Stato di Diritto. (continua).

78fede78

Mar, 12/01/2021 - 16:50

già solo il fatto che questo giornale esiste e pubblica le fandonie dei complottisti fa capire che questo articolo non ha nessun senso. @zecca hai perfettamente ragione

HappyFuture

Mar, 12/01/2021 - 16:53

"Perché il mezzo non è mai il male, dipende tutto dall'uso che se ne fa." E l'uso che gli insorti ne hanno fatto è stato quello di coordinarsi per l'assalto. Spronati dall'arringa del Presidente e di Giuliani, ore prima dell'assalto. Coi "social" si erano dati passa-parola, PER ASSALTARE il Campidoglio. A parte il fatto che nel piccolo dei blog di questo giornale si esorta a non essere offensivi e di mantenere "civile" lo scambio di opinioni. Non vedo per quale motivo i social media dovrebbero tollerare, l'istigazione a delinquere. oppure stiamo ancora una volta...TEEORIZZANDO!

78fede78

Mar, 12/01/2021 - 16:53

leggetevi l'articolo del national geographic che spiega il perchè la gente si attacca alle teorie del complotto, americani mai stati sulla luna, covid una normale influenza, terra piatta e altre fandonie del genere

Mariottoilritorno

Mar, 12/01/2021 - 17:01

basta non usare i social, farsi una passeggiata, leggere un libro, guardare un film..aggiungerei anche fare sport e visitare mostre e musei ma non si può

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Mar, 12/01/2021 - 17:02

Ottimo articolo, però non qualificato ai sinistri, tuttavia bisogna ammettere che i loro banali commenti, per fortuna pubblicati sapientemente, ci permetteno sane e grasse risate. A questi gentili signori, che si trastullano in controtendenza a quanto bene esposto da Indini, corre obbligo suggerire, spassionatamente, buon Nero d'Avola, anzichè pessimo Rosso, sovente tracannato, nella totale inconsapevolezza del brutale effetto collaterale che insorge, certificato dai commenti avvinazzati.

alberto_his

Mar, 12/01/2021 - 17:04

Vi "tolgono la libertà" perchè vi siete convinti dipenda da loro: così voi avete deciso, in accordo a questo avete agito. Sono vostre libere scelte: la vostra libertà consiste in questo

78fede78

Mar, 12/01/2021 - 17:10

La libertà di espressione è una cosa inneggiare a odio e violenza è una cosa ben diversa. Non capisco se lo scopo dell'articolo è difendere Trump che è stato scaricato pure dal suo partito o una sorta di solidarietà con il vostro gemello Libero. Libero e il giornale accozzaglia di fake news e disinformazione da tanti anni ormai e vi chiedere come mai vi censurano su twitter?

maurizio-macold

Mar, 12/01/2021 - 17:10

Il semplice fatto che persone del livello culturale (!) di zioBeppe1951 abbiano libero accesso ai forum e' la dimostrazione lampante che in Italia tutti possono manifestare la loro opinione senza nessuna censura.

Cicaladorata

Mar, 12/01/2021 - 17:12

Quando un utente si iscrive ad un social lo costruisce coi suoi interessi personali e relazioni varie. Il social essendo privato si arroga il diritto di buttarlo fuori o di chiudergli il sito per tot tempo, se si decide che il social può prendere questa decisione, è pur vero che l'utente dovrebbe poter scaricare tutti i suoi contatti e messaggi (se li tiene in archivio) per poi metterli in altro luogo. A me risulta che il social butta fuori la persona ma gli impedisce di prendersi le sue cose personali. I Governi, almeno quelli veramente democratici, dovrebbero obbligare i social che operano nel loro territorio a dare la possibilità di scaricare i propri interessi personali. La gratuità dell'uso del social non è una giustificazione x buttare fuori qualcuno ed impossessarsi dei suoi averi nel social.

Luigi Farinelli

Mar, 12/01/2021 - 17:13

(2) I piani dei cosiddetti "giganti tecnologici" si sono finalmente rivelati alla luce del sole. I "complottisti" antichi sono ora considerati profeti mentre ancora i portatori delle ideologie politicamente corrette insufflate dalla propaganda mediatica dei media di regime appaiono "confusi". I "filantropi" Mark Zuckerberg (CEO Facebook, Instagram e WhatsAap); Jack Dorsay (Pres. Twitter); Sundar Pichai (CEO Google); Tim Cook (CEO Apple) hanno deciso di accelerare i tempi. Ora possono limitare la libertà a piacimento, permettendosi di censurare certi contenuti di rappresentanti eletti dal popolo, dopo aver fatto di tutto per screditarli. E senza un'audizione della parte interessata, nè garanzie procedurali. Sono decisioni radicali per la convivenza democratica. Soprattutto chi queste cose non le tollera deve far sentire la sua voce: I "CONTROLLORI" devono essere CONTROLLATI o la democrazia ce la giochiamo. Ammesso che esista ancora (anche a giudicare dall'Italia non si direbbe).

Giorgio Colomba

Mar, 12/01/2021 - 17:15

Nahum, 16:18, se non fossi stato abbastanza chiaro, i "cinguettii" in quei paesi sono vietati solo al popolo. Per le interazioni dei satrapi di regime con l'estero sono liberi e praticati assai.

Ritratto di faman

faman

Mar, 12/01/2021 - 17:16

l'ho già affermato commentando altri articoli: Trump deve avere la possibilità di esprimere le sue idee e deve avere libero accesso ai social, vanno censurati i suoi interventi (e non solo i suoi) quando incitano alla violenza, vedi assalto al Parlamento. Ma vi sempra logico un incitamento di questo genere? Poi, ripeto, biasimo i social per avere generalizzato la loro censura nei confronti di Trump.

Jon

Mar, 12/01/2021 - 17:25

@faman..Assalto quale?? Ma non ha visto che li hanno lasciati entrare sulle scalinate?? Ben studiato, ma solo i fessi ci credono..E lei dov'era quando Bush, Clinton, Obama, incitavano a distruggere altri paesi sovrani con scuse FAKE?? Nessuno reclamava ..!!

Santorredisantarosa

Mar, 12/01/2021 - 17:31

LA SINISTRTA AMERICANA, PURTOPPO IL CANCRO E' ANCHE IN AMERICA, NON E' ALTRO CHE UNA AMERICANIZZAZIONE DELLA POLITICA MORTADELLIANA DI TUTTE LE COMPONENTI DELLA SINISTRA AMERICANA. VOGLIAMO CRITICARE O ATTACCARE IN MODO FERREO TRUMP? ALLORA RICORDATEVI CHE HA BLOCCATO LA GRANDE GUERRA IN UN TEATRO CHE POTEVA E COINVOLGEVA, CON CERTEZZA, TUTTI I TEATRI DEL MONDO. SI E' FERMATO NON PER PAURA, NON E'IL TIPO, MA PER LE CONSEGUENZE CHE POTEVA SCATENARE LA SUA GIUSTA ONESTA PUNIZIONE A QUEI BARBUTI CAMMELLIERI RETROGRADI DI MENTALITA', MA CON BOMBE NUCLEARI. ISRAELE NON STAVA FERMA E MOBILITAVA DOPO POCHISSIMI MINUTI TUTTO IL SUO POTENZIALE NUCLEARE E MILITARE, CON COINVOLGIMENTI DI PAESI FEDELI AI CAMMELLIERI RETROGRADI. ALTRO ATTACCO A TRUMP? LA SUA POLITICA ECONOMICA CHE MI PARE E' STATA MIGLIORATA. IL RESTO E' SOLO SPAZZATURA, ORA ABBIAMO UN FANTACCIO NELLE MANI DI CLINTON E OBAMA.

Zecca

Mar, 12/01/2021 - 17:39

Spiderman59. La grammatica, questa sconosciuta...e anche la sintassi.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 17:40

Jon, é libertà la facoltà di incitare a compieere reato? é un diritto? No non credo, qui non si parla di uso dei social ma del suo abuso con connotazioni criminali ed eversive, non é la stessa cosa...

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 17:42

viviamo nell'era dei twittatori, cioé dittatori moderni dediti alla propaganda, ce ne sono diversi in giro

Pinozzo

Mar, 12/01/2021 - 17:48

Posto che "se un prodotto ti sembra gratuito, sei tu il prodotto" (vale per Facebook, Twitter ma anche per Mediaset in cui il prodotto sono gli ascoltatori che vengono venduti alle aziende che ci fanno la pubblicita', o per questo Forum in cui piu' clic ricevono piu' le pubblicita' ai lati pagano i banner), la liberta' di espressione non e' liberta' di esprimere idee violente o di odio. I video di ISIS su Youtube vengono regolarmente rimossi, la liberta' di scrivere che Hitler aveva ragione a uccidere ebrei e gay NON e' permessa, e evidentemente nemmeno la liberta' di incitare la gente ad assaltare un parlamento. Ci sono dei limiti alla liberta' di espressione e solo i webeti (che apparentemente su questo forum non mancano) non riescono a capirlo. Han fatto benissimo FB e Twitter a rimuovere una persona pericolosa come Trump.

girobatol

Mar, 12/01/2021 - 17:52

Zecca infatti mi risulta che abbiano chiuso anche gli account di tutti quelli che si scandalizzavano delle elezioni in Bielorussia... come sempre la logica del "due pesi, due misure", o forse qualcuno si PICCA di essere il tenutario della vera verità...

buonaparte

Mar, 12/01/2021 - 17:53

nahun .. obama che mesi fa ha incitato gli americani a scendere in piazza per manifestare contro il razzismo allora è un reato?.. trump ha solo chiesto ai suoi di manifestare non di entrare neol congresso .. ci sono le prove scritte e visive. però se leggi o vedi solo media di sninistra e dei dem non potrai mai avere la verità delle cose. vi ricordo che per 4 anni i dem hanno accusato in ogni modo trump di aver rubato le elezioni.e ghi hanno fatto 3 processi mettendo sotto accusa tutti i suoi uomini nel tentativo che accusassero trump. furono solo processati per qualche problema fiscale ed altre sciocchezze.

barnaby

Mar, 12/01/2021 - 17:54

Zecca 15:12 - Hanno pubblicato le tue idiozie : questo si chiama libertà! Ma tu e altri simili non ci arriverete mai a capirlo.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 18:01

buonaparte ma per paicere, quelli volenti o nolenti hanno invaso il parlamento degli stati uniti in seduta per decidere sulla nomina di Biiden.. se non é un atto eversivo questo e l'hanno fatto con le bandiere di trump dopo che lui li aveva arringati dicendo andata al congresso e fatevi sentire. Per me é una condotta criminale gravissima ma se cosi non fosse é statoi almeno avventato a spingere i suoi seguici a fare quello che ha fatto con la sua retorica rancorosa e menzognera

Klotz1960

Mar, 12/01/2021 - 18:05

Da due decenni gli USA si sono opposti a qualunque regolamentazione interna ed internazionale di motori di ricerca e social forum, perché erano e sono in maggioranza Americani. Ora Facebook Tweeter Amazon e Apple semplicemente decidono sulla liberta' d'espressione online, stile Comitato leninista.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/01/2021 - 18:07

faman: insomma... nonostante siamo entrambi "komunisti" ultimamente ci troviamo in disaccordo. :-D Ritengo che Trump, per quanto sia ancora presidente degli USA, sui social sia "ospite" come qualunque altro utente e come tale tenuto al rispetto delle regole minime di convivenza civile. Inoltre ha dimostrato recentemente di essere imprevedibile e potenzialmete pericoloso, quindi concordo con i responsabili dei social di zittirlo, tanto più che non sono canali ufficiali di comunicazione e nessuno può accampare pretese. Una pausa di riflessione non può che fargli bene almeno fino al passaggio ufficiale delle consegne con Biden.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/01/2021 - 18:13

@Mona - grande, in poche parole hai toccato tre temi importanti cche al sinistra non vuole sentire. Sembrano i nuovi dittatori.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/01/2021 - 18:14

@Zecca - voi komunsiti non vi lamentate più contro chi possiede enormi capitali? Sono diventati i vostri idoli? Non eravate amici dei poveri e del popolo? Cambiato idea e atteggiamento? Facile comprarvi?

quarantena

Mar, 12/01/2021 - 18:15

NAHUM ma che razza di false scemenze scrivi? Dove hai visto o ascoltato che TRUMP HA INCITATO ALLA VIOLENZA? Certo per un bolscevico stalinista come te, invitare le persone a manifestare "contro il regime" equivale immancabilmente ad incitare alla violenza. Questa è l'unica cosa CERTA che traspare nei kommenti della petecchiosa accolita rossa che cialtroneggia da queste parti!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/01/2021 - 18:16

@lorenzovan - la vostra libertà è quella che vi ha insegnato Stalin, in Siberia nei gulag.

quarantena

Mar, 12/01/2021 - 18:27

A proposito della balla stalinista circa "la istigazione alla violenza" da parte di Trump, ho visto in diretta TV gli avvenimenti su un network israeliano IL QUALE SEMPRE IN DIRETTA mandava i tweet di Trump CON I QUALI RACCOMANDAVA AI MANIFESTANTI "DI RISPETTARE LA LEGGE EVITANDO LA VIOLENZA" ; DI NON USARE VIOLENZA CONTRO NESSUNO ED IN PARTICOLARE CONTRO I POLIZIOTTI "CHE SONO PROPRIO COLORO CHE LUI DIFENDE" ; INFINE QUANDO HA VISTO CHE ALCUNI STAVANO USANDO VIOLENZA, HA RIPETUTO PIÙ VOLTE A TUTTI DI SCIOGLIERSI E DI "ANDARE A CASA"! Ma di questi particolari rivelatori, nei media di tutto il mondo, NON SI TROVA LA MINIMA TRACCIA! Guarda tu la coincidenza!!!

quarantena

Mar, 12/01/2021 - 18:36

DREAMER 66...dunque "bisogna zittirlo"? Ho già detto ad un tuo kompagno di kollettivo qui che per voialtri bolscevichi stalinisti, invitare la gente a manifestare contro il regime, equivale immancabilmente AD INCITARE ALLA RIVOLTA ED ALLA VIOLENZA CONTRO LE ISTITUZIONI ! Fai pena kompagno e non ti accorgi nemneno di come e quanto ti ricoprì di infantile ridicolo usando persino la terminologia sovietico/stalinista che accomuna tutti voialtri beccamorti bolscevichi: BISOGNA ZITTIRLO!

timoty martin

Mar, 12/01/2021 - 18:41

Io non mi sono mai iscitto..... non mi causano problemi.

routier

Mar, 12/01/2021 - 18:50

I libri e gli autori all' "indice" sono state le letture più educative e divertenti della mia lunga vita di lettore pertanto i social network e i motori di ricerca si tengano pure le loro pruderie. Le persone consapevoli e libere sanno scegliere da sole.

Dordolio

Mar, 12/01/2021 - 18:52

Pinozzo.... sui Social sono presentissimi esponenti politici assolutamente criminali di ogni parte del mondo. E nessuno fiata. Ma Trump che convoca una manifestazione no. Lui viene bannato. Ti piace? Sei d’accordo? E dillo, allora.

Pinozzo

Mar, 12/01/2021 - 18:59

@Jon lei dovrebbe smettere di credere a QAnon e fregnacce simili e rientrare nel mondo dei normali.

Pinozzo

Mar, 12/01/2021 - 19:01

Cmq articolo penoso che cerca di difendere l'indifendibile (Trump, Libero) spacciandola per lotta per la liberta'.

Ritratto di faman

faman

Mar, 12/01/2021 - 19:11

Jon-Mar, 12/01/2021 - 17:25: ben studiato da chi? ma la polizia e i servizi di sicurezza non dipendono dal presidente? Poi non mescoliamo questo episodio con la politica estera americana che è tutta un'altra storia e che io ho sempre criticato, dal Vietnam all'Iraq ecc. E guardi che anche quelli che voi chiamate "comunisti" in massima parte hanno osteggiato le azioni di forza americane. Ma voi chiamate tutti gli altri comunisti, senza distinzione, e allora ci sono dentro tutti nel vostro calderone.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 19:13

quarantena "And we fight. We fight like Hell and if ySo we’re going to, we’re going to walk down Pennsylvania Avenue, I love Pennsylvania Avenue, and we’re going to the Capitol and we’re going to try and give… ou don’t fight like Hell, you’re not going to have a country anymore. So let’s walk down Pennsylvania Avenue." non parla di un pic nic e anzi molti esponenti della destra americana credono dope averli incitati li abbia lasciati cadere... in ogni caso sono andati a Penn avenue ed é successo quello che é successo; punto.

Jon

Mar, 12/01/2021 - 19:15

@Pinozzo.. Io non credo a nessun QAnon, ma nessun Pinotto al mondo verra' mai a dirmi in cosa dovrei credere..Credo solo nella liberta' cosa per lei Astratta, visto che crede alla Befana Kamala ed a Bidon, che il loro passato poliziesco ha ben definito..ASSALTO AL PARLAMENTO..!! Prodotto mediatico per Pinocchi..!!

hellas

Mar, 12/01/2021 - 19:33

Dì pietoso, signor Pinozzo e Kompagnia cantante ci sono solo i vostri interventi, di gente che si atteggia a grande custode della libertà e che starnazza contro il pericolo di un fascismo alle porte, mentre non ha la minima percezione di dove si annidano i pericoli ( quelli veri e grossi) per la libertà di tutti. Io dai social sto alle larghe, e ai capitalisti brutali col cuore a sinistra ( vedasi Zuckerberg..) non vendo l’anima....

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/01/2021 - 19:34

quarantena: non mi meraviglia che un individuo come te, che crede alla teoria del complotto da parte dei pedofili satanisti, possa trovare assolutamente normale il delirio di un pericoloso egocentrico incapace di accettare le più elementari regole della democrazia. Ora, essendo tu un “semplice di spirito” (ringraziami per l’eufemismo) stai tranquillo che nessuno avrà interesse a tacitarti in quanto abbai ma non mordi... nel caso di Trumpolo invece si parla pur sempre del presidente (ancora per poco) della principale potenza nucleare, quindi è cosa buona e giusta staccargli la spina del microfono onde evitare che faccia altri danni. P.S. Potrai sempre consolarti ascoltando le fesserie di Selfini.

treumann

Mar, 12/01/2021 - 19:43

Speriamo di renderci conto di questo prima che per noi sia troppo tardi; ce ne pentiremmo molto amaramente.

Jon

Mar, 12/01/2021 - 19:47

@faman..mai parlato di comunisti!..Questi sono peggio..!!Ma lei e Pinozzo, spargete lacrime per l'assalto al Parlamento!! Una sceneggiata che e' impossibile da non capire.. Anche Toro seduto era un amico della famiglia Bidon, ed hanno ammazzato una manifestante che non piange nessuno, ma solo per un simbolo, il Parlamento di una nazione la peggiore al mondo, per le guerre ed il ritorno al Potere dei CLinton, ed Obama, i Democratici, i peggiori degli ultimi anni. Per questo evento non si dispera nessuno?? Ma chi siete???

necken

Mar, 12/01/2021 - 19:49

chissà se in nome della libertà qualcuno pensa di depennare l'apologia di reato.....

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Mer, 13/01/2021 - 10:12

L'accesso ai social network è una cosa delicata e non credo che sarà possibile arrivare ad una soluzione condivisa. Credo che però dovremmo essere tutti d'accordo che, se qualcuno usa questi strumenti per scopi terroristici (islam, sinistra o destra che sia) qualche misura deve essere attuata.

ortensia

Mer, 13/01/2021 - 14:24

Nancy Pelosi,Twitter del 16/5/2017: " our election was HIJACKED" Nessuna censura. Kamala Harris, tweet: "sostegno a una raccolta di fondi per la cauzione ai violenti rivoltosi in Minnesota"(,furono liberati assieme a un violentatore di bambini) Nessuna censura