Schianto aereo a Maiorca: ​"Probabile errore umano"

Secondo gli inquirenti, i due piloti non si sarebbero accorti dell'altro velivolo, nonostante la buona visibilità

Schianto aereo a Maiorca: ​"Probabile errore umano"

Non si sarebbero accorti della presenza dell'altro velivolo. Sembra che sia stato un errore umano a causare lo scotro tra un ultraleggero e un elicottero sopra i cieli di Maiorca, causando la morte di tutte le 7 persone a bordo.

Alle 13.35 di domenica mattina, i due velivoli si erano scontrati nel cielo sopra il comune di Inca ed erano precipitati al suolo, nei pressi di una fattoria. Lo schianto aveva provocato 7 vittime, tra cui anche 2 minori. A bordo dell'elicottero, guidato da un pilota italiano, c'erano altre 4 persone: una coppia tedesca con i due figli. Sull'ultraleggero, invece, viaggiavano due cittadini spagnoli. Tutti sono morti nell'incidente.

Secondo le indagini, l'incidente sarebbe stato causato, con ogni probabilità, da un errore umano: i due piloti, infatti, non si sarebbero accorti della presenza dell'altro veivolo. I controllo effettuati fino ad ora sui due apparecchi non hanno rilevato anomalie tecniche. Secondo quanto riporta El Mundo, il capo dell'Aviation School ha parlato di "sfortuna", riferendosi all'incidente aereo: sembra, infatti, che in quel momento non ci fossero altri velivoli nello spazio aereo sopra a Maiorca e i due mezzi si sarebbero incontrati proprio nello stesso punto dell'isola. Tuttavia, sia gli elicotteri che gli ultraleggeri dispongono di un'ampio campo visivo: "Avrebbero dovuto vedersi", hanno spiegato gli inquirenti.

Per capire cosa sia successo su entrambi i voli è stata istituita una commissione di inchiesta, che raccoglierà testimonianze e analizzerà i resti dei due apparecchi, dato che i due mezzi non sono dotati di scatole nere. Intanto, la Guardia Civil sta lavorando per recuperare i resti delle sette persone a bordo dell'elicottero e dell'ultraleggero.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento