Si denuda, poi si evira: orrore in strada a Chicago

Un 20enne urla e aggredisce i passanti. Poi, dopo essersi spogliato, si recide i genitali. Ecco il video che ha choccato l'America

Si denuda, poi si evira: orrore in strada a Chicago

Il sangue ovunque. Le urla e quella follia negli occhi. Sono stati momenti di puro terrore quando ieri un 20enne si è scagliato contro i passanti per le strade di Chicago. Li aggrediva a caso, senza un apparente motivo. Poi, forse in preda a fumi dell'alcol o strafatto di qualche droga, si è spogliato davanti a tutti e si è reciso il pene e i genitali prima di essere fermato dagli agenti della polizia locale. Un incubo che, come riportano il Daily Mail e Dagospia, ha subito fatto il giro degli Stati Uniti dopo che il video della macabra evirazione è stato pubblicato su LiveLeak (guarda il video).

Non si sa ancora cosa possa aver scatenato tanta follia. Eppure questo giovane di appena vent'anni ha deciso di ferire e ferirsi. Tra urla disumane e atteggiamenti violenti si è fiondato dal nulla contro i passanti. Dopo essersi spogliato completamente, si è tagliato i genitali. "Perdeva sangue lungo le gambe", hanno raccontato i residenti. Poi, grondando sangue dalle gambe e gridando frasi senza senso, si è buttato contro i passanti spaventandoli a morte. Uno di questi ha avuto la prontezza di riprendere la macabra scena con il cellulare (guarda il video). Nel video, pubblicato su LiveLeak, si vede chiaramente il 20enne evirato attaccare un residente e poi buttarsi a terra quando gli agenti della polizia locale lo hanno ormai circondato.

Come riferisce il Daily Mail, non è chiaro se, dopo essere stato fermato dalle forze dell'ordine, il giovane sia stato portato in carcere o in ospedale per curarlo.

Commenti