"Putin ha il gunslinger gait": cosa è e quale malattia nasconde

Da giorni si susseguono voci e indiscrezioni in merito a presunti problemi fisici del presidente russo. La particolare camminata di Putin potrebbe essere un indizio interessante

"Putin ha il gunslinger gait": cosa è e quale malattia nasconde

Qual è lo stato di salute di Vladimir Putin? Da giorni si susseguono voci e indiscrezioni in merito a presunti problemi fisici del presidente russo, rilanciate dagli esperti ma tutte puntualmente smentite dal Cremlino. Eppure continuano a spuntare interessanti indizi che dovrebbero almeno essere presi in considerazione.

La "camminata da pistolero" di Putin

L'ultimo indizio riguarda l'andatura del presidente russo. Si chiama "gunslinger's gait", può essere tradotta come "camminata da pistolero" e potrebbe essere un segnale precoce del morbo di Parkinson. Bas Bloem, professore che da anni studia questo morbo, ha passato in rassegna un discreto numero di filmati per capire le origini della strana camminata di Putin. Nel 2015, in effetti, come ha sottolineato l'Express, gli esperti notarono che il leader russo soffriva di una sorta di "andatura da pistolero", ovvero di un'oscillazione del braccio destro costantemente ridotta.

Un'andatura del genere è solitamente considerata un segno precoce del morbo di Parkinson, ma gli esperti di disturbi del movimento affermano che quel comportamento potrebbe anche essere correlato, come vedremo, al background del Kgb (servizi segreti) del presidente russo. La caratteristica camminata di Putin, da anni oggetto di dibattito, ha in ogni caso generato diverse ipotesi; ipotesi che vanno dalla paralisi di Erb all'ictus intrauterino.

"Per gli esperti di disturbi del movimento come noi, la prima diagnosi che viene in mente, certamente parziale, è il morbo di Parkinson, in cui un'oscillazione del braccio ridotta asimmetricamente è una caratteristica distintiva", ha tuttavia spiegato Bloem. "In effetti può essere il primo segno di presentazione del morbo di Parkinson, come è stato dimostrato dai video delle partite di calcio giocate dal leggendario centrocampista inglese Ray Kennedy. Solo più tardi questo si è rivelato essere il segno di presentazione del suo morbo di Parkinson", ha aggiunto il professore.

Parkinson o "deformazione professionale"?

Ma accanto all'ipotesi del Parkinson c'è anche un'altra teoria altrettanto dibattuta. Gli esperti che hanno studiato i movimenti di Putin si sono imbattuti in un manuale di addestramento del Kgb che fornisce istruzioni su come gli operatori avrebbero dovuto muoversi sul campo. Uno dei consigli del manuale è emblematico: "Quando ci si muove, è assolutamente necessario tenere l'arma contro il petto o nella mano destra". E ancora: "Il movimento in avanti dovrebbe essere fatto con un lato, di solito il sinistro, leggermente ruotato nella direzione del movimento".

Considerando l'addestramento ricevuto da Putin a cavallo degli anni Settanta in seno al Kgb, i ricercatori si sono chiesti se questa potesse essere la spiegazione dell'andatura del Presidente. Secondo questa ipotesi, dunque, la camminata del capo del Cremlino potrebbe essere frutto di una semplice deformazione professionale. "Riteniamo che ci sia un'altra ‒ e forse più plausibile ‒ spiegazione, ovvero un adattamento comportamentale risultante dall'addestramento militare o dell'intelligence", hanno scritto altri esperti.

Nel caso in cui non dovesse trattarsi di Parkinson, ecco dunque un'altra teoria plausibile. "Proponiamo che questo modello, che chiamiamo andatura da pistolero, possa derivare da un adattamento comportamentale, eventualmente innescato dal Kgb o da altre forme di addestramento alle armi in cui viene insegnato ai tirocinanti a tenere la mano destra vicino al petto mentre camminano. Questo consente loro di estrarre rapidamente una pistola di fronte a un nemico", hanno concluso altri esperti.

Commenti