Le strappò l'orecchio a morsi, poi lei si è ammazzata. Boateng nei guai

Secondo quanto si apprende dalla Bild, Jerome Boateng è indagato per lesioni personali nei confronti della ex, suicida ad una settima dalla rottura

Le strappò l'orecchio a morsi, poi lei si è ammazzata. Boateng nei guai

Avrebbe strappato a morsi l'orecchio della fidanzata, poi lei si è tolta la vita. Sarebbe questo, secondo quanto riferisce la Bild, il contesto in cui sarebbe maturata la decisione da parte della Procura di Monaco di riaprire un'indagine per lesioni personali ai danni del giocatore del Bayern Monaco Jerome Boateng. Secondo l'accusa, il difensore dei "rossi" avrebbe aggredito deliberatamente la ex, la modella 25enne Kasia Lenhardt, suicida circa una settimana fa.

Il giallo della morte di Kasia Lenhardt

Kasia Lehardt, 25 anni, è stata ritrovata senza vita in un appartamento di Berlino, lo scorso 10 febbraio. Stando a quanto si apprende da fonti a vario titolo, le circostanze del decesso avrebbero destato sospetti, motivo per cui le autorità tedesche hanno deciso di avviare un'indagine. La donna si sarebbe tolta la vita nel giorno del compleanno del suo bimbo di 6 anni nato da una precedente relazione. L'esito degli esami autoptici ha accreditato l'ipotesi di un suicidio ma una lesione ad un orecchio della vittima ha gettato ombre sull'ex fidanzato, il giocatore del Bayern Monaco Jerome Boateng. I due hanno avuto una relazione di 15 mesi salvo poi decidere di lasciarsi circa due settimane fa. Ad annunciare la separazione era stato proprio il difensore del Bayern Monaco con un messaggio sui social. "Com'è noto dai media - aveva detto lo scorso 2 febbraio - ho concluso la mia relazione con Kasia Lenhardt. D'ora in poi andremo per strade separate. E' deplorevole per me, ma per la mia famiglia è l'unica via giusta. Ho dovuto fare questo passo e tracciare una linea. Chiedo scusa a tutti quelli che ho ferito, soprattutto la mia ex ragazza Rebecca e i nostri figli. Anch'io sono deluso da me stesso. Un uomo deve assumersi la responsabilità e agire nell'interesse della famiglia e lo sto facendo ora. Auguro il meglio a Kasia. Jerome Boateng". Dopo soli sette giorni, Kasia si è tolta la vita.

Boateng indagato per "lesioni personali"

A fronte del responso autoptico, la procura di Monaco ha deciso di riaprire le indagini sul giocatore del Bayern Monaco Jerome Boateng per lesioni personali nei confronti della modella. Secondo quanto riporta la Bild, l'autopsia ha dato riscontro di un lobo dell’orecchio "strappato a morsi" sul corpo della 25enne. "Il procedimento è stato riaperto il 10 febbraio 2021 perché ci sono arrivate nuove informazioni nell’ambito dell’inchiesta sulla morte a Berlino, che potrebbero dare indicazioni su una possibile continuazione del procedimento. L’indagine è ancora in corso” ha riferito il procuratore capo Anne Leiding al tabloid tedesco. In realtà si tratterebbe di una riapertura di un’inchiesta già aperta nel 2019 e conclusasi con l’archiviazione lo scorso anno".

Quel contratto sospetto

Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, Kasia Lenhardt avrebbe firmato un contratto che prevedeva penali altissime nel caso in cui avesse parlato della sua vita privata con Jerome Boateng, quasi a lasciar intendere che nei rapporti della coppia ci fosse qualcosa da nascondere. Cathy Hummels, moglie del difensore Mats che con Jerome Boateng ha giocato a lungo nel Bayern e nella Nazionale, aveva raccontato invece che Kasia era stata a lungo nel mirino degli haters sul web. Sulla natura dell'accordo tra il calciatore e la modella, però, vige ancora strettissimo riserbo.

Un passato burrascoso con le donne

Jerome Boateng, fratello 32enne dell'ex calciatore del Milan Kevin Prince, non sarebbe nuovo a dinamiche conflittuali di coppia. Sebbene l'ultima parola sulla triste vicenda della modella tedesca spetterà alla magistratura, dal passato del calciatore emergono non trascurabili dettagli circa il suo rapporto con le donne. Già in passato infatti era stato accusato di aggressione nei confronti della sua ex compagna, Sherin Senler, madre delle sue due figlie, le gemelline Soley e Lamia, nate nel 2011. La donna aveva presentato una denuncia nel febbraio 2019, ma l’iter giudiziario era stato bloccato a causa della pandemia. Finora, il giocatore si è difeso dalle accuse, ma si parlava di un video che, al contrario, avrebbe potuto dare ragione alla Senler. La loro relazione è terminata nel 2018, dopo 11 anni. Subito dopo, Boateng aveva avuto un flirt con la modella giamaicana Rebecca Silvera prima di cominciare la relazione con Kasia Lenhardt. Ma c’è un altro aspetto oscuro nella vita del calciatore: Boateng ha anche un terzo figlio, avuto da una donna il cui nome non è mai stato reso pubblico.

Commenti