Trans sospende testosterone e partorisce bimbo: "Ora sono completo"

La storia di Reuben Sharpe, diventato uomo da 12 anni, e del suo compagno “non-binario” Jay. Dopo un percorso durato 6 anni, i due sono diventati genitori. Reuben ha sospeso il testosterone per cominciare una terapia per la fertilità: la gravidanza è stata possibile grazie alla donazione di sperma di una trans

Diventato un uomo da 12 anni, il 39enne transgender Reuben Sharpe, un tempo donna, ha deciso di intraprendere una gravidanza e grazie ai traguardi raggiunti dalla scienza ci è riuscito, dando alla luce la piccola Jamie. La storia arriva dall'Inghilterra, per la precisione da Brighton, nel Sussex, dove Reuben vive con il suo compagno, Jay.

Reuben ha cominciato la sua transizione nel 2007, quando ha iniziato una cura a base di testosterone. Jay, 28 anni, si definisce invece un “non-binario”, ossia non si riconosce come donna né come uomo. Tempo addietro, ha infatti affrontato addirittura un intervento per rimuovere completamente il seno.

Dopo essersi incontrati in un pub di Brighton, i due hanno cominciato a frequentarsi, fino a diventare una coppia. Poi, il desiderio di avere un figlio.

“Non è che volessi disperatamente vivere l'esperienza del parto o della gravidanza, ma volevo un figlio ed avevo la possibilità di farlo”, ha chiarito il 39enne, intervistato dal “Mirror”. Reuben, che aveva ancora utero ed ovaie nonostante la transizione, ha quindi potuto intraprendere un percorso per affrontare una vera e propria gravidanza, costantemente seguito dal suo medico di fiducia, anch'egli transgender. Sospeso il testosterone, ha quindi cominciato una terapia per la fertilità, arrivando a produrre nuovamente degli ovuli dopo un'attesa durata anni. “Mi sono svegliato la mattina dopo e il mio ciclo mestruale era iniziato per la prima volta in sei anni”, ha raccontato Reuben. “È stato un tale sollievo. Sapevo che era l'inizio di qualcosa che desideravo tanto”.

Una volta ottenuti degli ovuli fertili, Reuben e Jay hanno quindi dovuto cercare un donatore di sperma. A rispondere al loro appello su Facebook, una donna trans ancora in grado di produrre spermatozoi.

L'intervento è stato quindi eseguito in una clinica privata. Sono stati necessari tre tentativi perché uno degli ovuli del 39enne venisse fecondato. Un trattamento costato ben 6mila sterline, che la coppia ha ottenuto grazie anche alle donazioni arrivate su una loro pagina aperta su “GoFundMe”.

Infine, la tanto agognata gravidanza, un percorso non privo di dolore. “Andavamo agli appuntamenti per i controlli medici, a volte venivamo trattati come celebrità”, spiega Reuben.“Ci sentivamo a disagio, e ci rendeva tristi, perché stava accadendo in un momento importante, quando noi stavamo per vedere il nostro bambino. Entrambi volevamo solo vivere un'esperienza normale. Ho trovato frustrante il fatto che le persone non chiedessero semplicemente il mio genere o non lo usassero. Sembro un uomo, ho la barba. Le persone hanno posto domande molto personali sulle parti del mio corpo e su come avrei partorito. Il parto non è una cosa transessuale. Anche le donne partoriscono in modi diversi”.

Dopo le difficoltà, il parto, avvenuto tre mesi fa al Royal Sussex County Hospital di Brighton. La piccola Jamie ha festeggiato il primo Natale con la sua famiglia.

“Ci sono voluti sei anni per arrivare così lontano, ma ora abbiamo fra le braccia il nostro bambino e questo era l'obiettivo finale. Finalmente mi sento completo”, ha affermato Reuben. “Non credo che la gravidanza sia la migliore esperienza femminile, ma non mi ha provato come uomo, ha aggiunto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maurizio50

Lun, 30/12/2019 - 14:16

E' pazzesco. Che porcheria!!!!

giuseppegrasso

Lun, 30/12/2019 - 14:42

Hai ragione, proprio una cosa inaudita. Io non voglio accettare questo obbrobrio. Se pensava di voler un giorno un bimbo poteva rimanere femmina. Io non sono contrario agli accoppiamenti delle persone, ma quando si parla di figli sono per la famiglia tipo. Padre madre e figlio.

lorenzovan

Lun, 30/12/2019 - 14:44

porcheria piuttosto le gravidanze odiate e indesiderate ..che generano figli trascurati..oppressi e privati del diritto di essere amati e cresciuti da genitori veri...

old_nickname

Lun, 30/12/2019 - 14:54

"Entrambi volevamo solo vivere un'esperienza normale". Comicità involontaria.

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Lun, 30/12/2019 - 15:17

che schifo

agosvac

Lun, 30/12/2019 - 15:21

Ci sarebbero da precisare alcune cose. Intanto non si capisce come questo bambino possa essere il "loro" bambino visto che si è utilizzato uno sperma altrui. E poi si è stabilita anche un'altra cosa: solo una donna può generare e, per farlo, ha bisogno dello sperma di un uomo, anche se trans( un'altra cosa: un trans può anche avere le tette, ma, se uomo, resta uomo). Comunque c'è da dire che la lobby lgbt è davvero potente se può ottenere simili risultati, però, in ogni caso, deve seguire la Natura, non ne può fare a meno.

timoty martin

Lun, 30/12/2019 - 15:28

Offesa alla Natura. Vergogniamoci di questa società ammalata. Ormai diventato una moda (e non più un bisogno) per farsi notare, per apparire. Che tristezza. Poveracci!

rudyger

Lun, 30/12/2019 - 15:56

Lorenzon, ci fai o ci sei ?

duca di sciabbica

Lun, 30/12/2019 - 16:54

riassumendo: 1)una donna - che tale rimane anche se si inietta un barile di testosterone al giorno - ha fatto un figlio; 2) un uomo - che tale rimane anche se si tempesta di tette finte - ha fatto un figlio. Dov'è la notizia? Come mi è capitato di scrivere centinaia di volte, spesso gli omosessuali sono i peggiori nemici di se stessi. Auguri al nuovo nato e passiamo alla prossima.

Popi46

Lun, 30/12/2019 - 17:27

Mi sembra di ricordare che i LLOYD Assicurazioni di Londra tanti anni fa abbiano proposto un premio iperbolico per il primo uomo in grado di partorire ..... Notoriamente i LLOYD non sono esattamente degli sprovveduti e il premio è ancora in attesa di assegnazione..... Poi,se la modernità ha privato le parole del concetto socratico, beh, questa è un’altra storia

frapito

Lun, 30/12/2019 - 18:30

Fare nascere un bambino orfano di padre e di madre naturali, mi sembra una crudeltà disumana. Dove sono quelli che gridano "umanità, umanità"?

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 30/12/2019 - 19:43

duca di sciabbica 16:54, legga bene: sono donne tutte e due.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 30/12/2019 - 20:32

Reuben lo dice chiaramente: Voleva un figlio, e basta (it was something I wanted so badly). Questa e' la chiave del mondo in cui viviamo, l'egoismo di volere a tutti i costi qualcosa. Mica di pensare che vita avra' il bambino. Di questo ben che se ne fregano qusti 2 disgraziati.

maurizio50

Lun, 30/12/2019 - 20:57

Ribadisco (particolarmente a Lorenzone il Portoghese): Che porcheria!!!

GPTalamo

Mar, 31/12/2019 - 03:08

Quello che da' fastidio di piu' non e' la loro perversione sessuale contro natura, ma il loro egoismo. Cioe', fanno le cose solo per il proprio piacere e il proprio interesse, e non interessa per niente quello di cui un bambino ha bisogno. Cioe' un normale amore materno. E la societa' che fa? Rispetta i diritti dei gay, ma non rispetta quelli dei bambini, che non possono parlare e non possono difendersi. Questo e' uno dei motivi per cui non si puo' piu' votare a sinistra.

duca di sciabbica

Mar, 31/12/2019 - 11:07

@civis - mi riferivo al donatore di spermatozoi.

lorenzovan

Mar, 31/12/2019 - 11:35

maurizio 50..ribadisco...sono contrario a tutto cio' e dire che storco il naso..e' dire poco..ma le vere porcherie sono il destino di tanti bambini generati in maniera naturale..per sbahglio o per stud+idaggini ..mal amati..scaricati negli orfanatrofi..abusati..picchiati e usati..Quelle sono le vere porcherie...anche se sono "porcherie " alla maniera naturale"

Timeless

Mar, 31/12/2019 - 12:21

E’ difficile non notare come per le persone transgender l'aspetto fisico sia tutto. Le persone realmente libere sono in grado di andare oltre ciò che la natura ha dato loro prima di tutto perché hanno il coraggio di accettarlo, vedere i campioni paralimpici. Ma i campioni paralimpici provano a modificare il proprio corpo per fornire carenza di funzionalità di base. Invece le persone transgender modificano il proprio corpo per raggiungere nuove funzionalità, che sfortunatamente non potranno mai usare. Infatti il seno in plastica non ha le stesse funzioni e sensibilità del seno reale, la vagina ottenute per chirurgia plastica manca di tutte le terminazioni nervose che la rendono quella che è. Le persone transgender non rappresentano la libertà nella società. Rappresentano la schiavitù nei confronti dei pregiudizi e della superficialità sociale. Non dovrebbero essere un esempio di autorealizzazione ma un esempio di auto-rifiuto e deturpazione.

GPTalamo

Mar, 31/12/2019 - 16:57

Ai molti che credono che sia meglio assegnare un orfano a una famiglia di gay invece che in un orfanotrofio, rispondo con la mia esperienza personale, che dimostra il contrario. Sono piu' contento di essere cresciuto senza genitori (no, non sono mai stato abusato o maltrattato), e di certo sono contento che non sono stato obbligato a convivere ed essere indottrinato da due donne o due uomini che agiscono contro natura. Meglio soli che male accompagnati. Smettetela di decidere a favore di situazioni pervertite a nome dei bambini, che non si possono difendere e far valere i propri diritti.

lorenzovan

Mer, 01/01/2020 - 23:58

GPTalamo..mi sa che se tu avessi avuto esperienze migliori ..forse saresti stato di mente piu' aperta..meno acido e meno conservatore..tu ti rallegri ..per una situazione ..ma non sai se un 'altra situazione non avrebbe potuto essere migliore..Non lo sai tu e non lo sa nessuno..percip' il tuo çpost e' tipico di nuna persona immatura..retrograda e convinta

GPTalamo

Ven, 03/01/2020 - 15:31

lorenzovan, il fatto e' che io non aspetto il momento di morire per scoprire se Dio esiste o no. Buona fortuna.