Uccide neonata nel microonde Madre condannata a 26 anni

Ha messo la bambina nel microonde e l'ha uccisa. Il tribunale di Sacramento la condanna a 26 anni di carcere

È morta per mano della madre la piccola Mirabelle Thao-Lo, aveva appena un mese di vita.

A commettere l'infaticidio è stata Ka Yang, la mamma che il tribunale di Sacramento ha condannato a 26 anni di carcere. La donna ha ucciso la figlia mettendola nel microonde, le radiazioni emesse dall'elettrodomestico sono stati fatali. Il perito del tribunale ha spiegato che a uccidere la bambina è stata una radiazione che ha bruciato gli organi interni, facendole sicuramente provare un dolore molto intenso.

Gli avvocati della madre omicida hanno provato a convincere i giudici giustificandosi con un attacco epilettico che, a loro dire, avrebbe colpito Ka Yang nel giorno della morte della piccola. La mamma soffre infatti di epilessia, ma i medici che sono arrivati nella sua abitazione dopo la chiamata al pronto soccorso giurano di averla trovata in perfettecondizioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 20/12/2015 - 16:05

tutte belle notizie ci da il Giornale,,

maricap

Dom, 20/12/2015 - 18:01

Ma quali 26 anni! Stessa fine e subito.

Ritratto di SAXO

SAXO

Dom, 20/12/2015 - 18:41

Spero solo che la giustizia divina la possa punire con la stessa pena per l eternita.

GESEFIonlus

Lun, 21/12/2015 - 17:00

Ennesimo caso d'infanticidio materno . Fino all'ultimo istante si attribuiscono alla mamma pieni poteri, da parte di tutti a prescindere dalle sue manifestazioni, quasi come fosse in totale facoltà di onnipotenza, senza mettere mai in discussione eventuali difficoltà, carenze o labilità che possano compromettere la crescita del figlio. Un aiuto portato in tempo evita molte volte simili sciagure.