Ucraina, Yanukovich: "Mai dato ordine di sparare sulla folla"

L'ex presidente ucraino Yanukovich parla a un media occidentale per la prima volta dopo la guerra civile

Torna a farsi sentire l’ex presidente ucraino Viktor Yanukovich, e per la prima volta dopo lo scoppio della guerra civile concede un'intervista a un media occidentale. Parlando con Bbc Newsnight ammette alcune responsabilità per i morti di Maidan, a Kiev, nel febbraio dello scorso anno. Nega però di aver mai dato ordine alle forze di sicurezza di aprire il fuoco, pur ammettendo di non aver fatto abbastanza per prevenire il bagno di sangue. "Non nego le mie responsabilità. Non ho dato alcun ordine, non rientrava nei miei poteri. Ero contrario a qualsiasi ricorso alla forza, ero contro il bagno di sangue. Ma i membri delle forze di sicurezza hanno assolto ai loro doveri nel rispetto delle leggi esistenti. Avevano il diritto di far uso delle armi".

Per l’ex presidente la guerra è "un incubo" che si è trasformato in realtà. L’annessione della Crimea? "Una tragedia" che, dice, sotto la sua supervisione non sarebbe avvenuta: "Ciò che è accaduto è molto negativo. E oggi, dobbiamo trovare una soluzione per uscire da questa situazione. Ora c’è la guerra". E sull'ipotesi di riprendersi la Crimea allarga le mani: "Come, con la guerra? Abbiamo bisogno di un’altra guerra?".

Nell’intervista Yanukovich nega ogni accusa di appropriazione indebita e di aver nascosto denaro su conti esteri. Anche se ammette qualche colpa "La corruzione c’era, nessuno lo nega. Ma è trascorso un anno e mezzo, chi è al potere ha tutti i mezzi a disposizione. Fateci vedere, dove sono i conti di Yanukovich? Non esistono e mai sono esistiti". Da gennaio Yanukovich è stato inserito nella lista dei ricercati dall’Interpol.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di SAXO

SAXO

Mar, 23/06/2015 - 11:44

OLIGARCA MASSONE AUTORE DEL DISASTRO DELL UCRAINA NON DIRETTAMENTE MA INDIRETTAMENTE CON POLITICHE DI SCIACALLAGGIO ECONOMICO.PRIMA MANGIAVA LUI E TUTTA LA SUA CRICCA DI BANDITI ,DALLA TIMOSHENKO FINO AL PORTINAIO DELLA SUA VILLA,DOPO IL LITIGIO COME BESTIE FEROCI FRA LORO STESSI PER SPARTIRSI I PROVENTI DELLE LORO SCORRERIE GIORNALIERE DIRIGENZIALI,HANNO LASCIATO LE PORTE APERTE PER INCAPACITA DI GESTIONE AD ALTRI ANIMALI FEROCI PIU GROSSI DI LORO PROVENIENTI DAL ESTERO ,LA CONFRATERNITA LOBBYSTA INTERNAZIONALE UNITA ALL OLIGARCHISMO ASSOLUTISTA CON PROGETTI DI DOMINIO MONDIALE ASSOLUTO

andri75

Mar, 23/06/2015 - 12:17

Beh se i quasi 2 miliardi di USD rinvenuti fino ad ora non sono suoi che vengano restituiti subito all'Ucraina, almeno potrebbe coprire una parte del suo debito pubblico. Finalmente ammette almeno le responsabilità su Maidan mettendo fine ai dubbi su chi abbia sparato e le teorie complottistiche, sarebbe il caso che ammettesse però che la decisione di sparare sia stata presa (come le carte processuali dicono) durante una riunione del Consiglio di Sicurezza che lui presiedeva.

roberto zanella

Mar, 23/06/2015 - 12:30

e adesso mangiano gli amici di Obama....

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Mar, 23/06/2015 - 12:54

Un bandito che non avrebbe mai dovuto diventare presidente. cosa ci si poteva aspettare da uno che era gia' stato in GALERA 2 volte, ma non per motivi politici, bensi per furto e violenza, Se non continuare a rubare

ilcorso

Mar, 23/06/2015 - 13:26

Yanukovich ha ammesso alcune responsabilità sui 100 morti di Maidan, quando invece l'attuale governo Ucraino ammetterà le proprie responsabilità sul bombardamento indiscriminato di Donetsk, Lugansk, Slavyansk etc. etc., che ha causato non un centinaio, ma diverse migliaia di morti? Al confronto Yanukovich è come se avesse rubato una gallina!!!

Ritratto di pensieroindipendente

pensieroindipendente

Mar, 23/06/2015 - 13:31

Prima i russi confermano l'abbattimento dell'aereo malesiano x via d'un buk,sebbene nn sparato da loro,ma dagli ucraini,smentendo la loro stessa propaganda ke voleva inizialmente dare la colpa a un caccia ucraino.Ora l'uomo di putin in ucraina,il pupazzo dei russi,ke ammette le responsabilità dei berkut russi x i morti di maidan.Niente americani,o nazisti ucraini,come volevano farci credere i russi,come con gli omini verdi della Crimea,presentati come autoctoni e nn russi.Russi=bugiardi

andri75

Mer, 24/06/2015 - 01:16

@ilcorso : indubbiamente anche le forze Ucraine hanno, in alcune occasioni, colpito obiettivi civili e non solo l'hanno confermato ma hanno portato davanti alla Giustizia i militari colpevoli. La quasi totalità dei morti civili non è però causa dei "danni collaterali" dell'esercito Ucraino bensi' delle forze combinate Russo-separatiste che hanno ucciso 1700 soldati e oltre 6000 civili. Chieda a chi abita in quelle zone o guardi le statistiche delle zone colpite per conoscere la verità.

andri75

Mer, 24/06/2015 - 01:18

Aggiungo anche che se un militare Russo, Strelok, non avesse dato via all'occupazione illegale del Donbass e se la Russia non avesse iniviato in Ucraina oltre 1000 mezzi blindati e 10.000 militari, non sarebbe morto nessuno, neppure una persona. E' vero ci sono stati alcuni morti ad Odessa (le cui responsabilità non sono chiare visto che l'unico colpevole certo è rifugiato in Russia che non permette l'estradizione) ma in oltre un anno nessun altra persona è morta per motivi politici in Ucraina. Gli stessi abitanti del Donbass sono contro l'invasione Russa e chi non è scappato (la stragrande maggioranza), inizia a manifestare chiedendo che i soldati e i volontari Russi tornino a casa.

ilcorso

Mer, 24/06/2015 - 11:22

@andri75, mi sono permesso di commentare solo perchè quelle zone le conosco anche troppo bene, a differenza di lei non ho bisogno di informarmi, la mia ex è di lugansk è sono ancora in contatto con lei, se vuole posso girarle il contatto così ci parla personalmente, gli posso girare anche il contatto di molte altre conoscenze che ho in zona, basta che conosce un poco il russo, a parte che poi ci sono i traduttori online... se vuole risparmiarsi la fatica basta che faccia una considerazione: chi sono stati i precedenti presidenti ucraini? si accorgerà che sono stati tutti filorussi, questo dovrebbe suggerirle qualcosa: forse la maggioranza del paese quando era unito non la pensava come kiev?