Gli Usa aprono alla Nord Corea: "Ma ora deve denuclearizzarsi"

Domani a Pyongyang una delegazione della Corea del Sud, che poi andrà a Washington per aggiornare i partner americani

Gli Usa aprono alla Nord Corea: "Ma ora deve denuclearizzarsi"

Continua, seppur sottotraccia, il dialogo tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord. Durante l'annuale incontro alla Casa bianca, il presidente Donald Trump ha raccontato: "Hanno chiamato un paio di giorni fa ed hanno detto, 'vorremmo parlare'. E io ho detto: 'Lo stesso vorremmo noi ma dovete denuclearizzarvi. Dovete denuclearizzarvi'. E quindi vedremo che succede. Stiamo a vedere cosa succederà".

Le parole del presidente americano seguono di poche settimane le "Olimpiadi della pace", come le ha definite su queste pagine Piccole Note. Olimpiadi segnate da un riavvicinamento tra le due Coree, che hanno sfilato assieme. Artefice di questa politica di riavvicinamento è stato il presidente sudcoreano Moon Jae-in, come è stato ben spiegato su Gli Occhi della Guerra. Proprio in queste ore Moon Jae In ha presentato la squadra che avrà il compito, a partire da domani, di portare avanti il dialogo con Pyongyang. Questo (non facile) compito è stato affidato a Chung Eui Yong, massimo consigliere del presidente in materia di sicurezza, e al capo dell'intelligence Suh Hoon, oltre che al vice ministro dell'Unificazione, Chun Hae-sung, un componente dell'ufficio presidenziale, Yun Kun-young, e un altro alto funzionario dell'intelligence, Kim Sang-Gyun.

La delegazione rimarrà a Pyongyang per due giorni e viaggerà su un volo speciale diretto. Il team sudcoreano volerà poi negli Stati Uniti per aggiornare i partner americani. Come dire: Seul e Washington si stanno coordinando per disinnescare la bomba nordcoreana.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti