Gli Usa avvertono al-Baghdadi: "Presto conoscerai il nostro concetto di giustizia"

Il portavoce delle forze statunitensi in Iraq, il colonnello Steve Warren: "Queste le sue alternative: pioggia di missili, Navy Seal o una prigione della CIA, anche se altri ragazzi (inglesi, russi, francesi, canadesi) lo stanno cercando”

Gli Usa avvertono al-Baghdadi: "Presto conoscerai il nostro concetto di giustizia"

“I giorni di Abu Bakr al-Baghdadi come capo dello Stato islamico sono contati, presto conoscerà il concetto americano di giustizia anche se altri ragazzi (inglesi, russi, francesi, canadesi) lo stanno cercando”.

E’ quanto ha affermato il portavoce delle forze statunitensi in Iraq, il colonnello Steve Warren, durante un incontro con la stampa.

“Posso dirvi che al-Baghdadi dovrebbe guardare con apprensione l’orologio perché lo stiamo braccando, giorno e notte. E lo troveremo, così come abbiamo trovato ed ucciso il suo mentore Zarqawi. Lo scoveremo, così come abbiamo eliminato il gran maestro del terrorismo, Osama Bin Laden. Sappiamo che segue con attenzione tutte le nostre conferenze stampa”.

Abu Musab al-Zarqawi è stato eliminato in un raid avvenuto il sette giugno del 2006 nei pressi della città di Ba‘qūba, 50 km a nord-est di Baghdad. Cinque anni dopo, in Pakistan, il SEAL Team Six eliminò Bin Laden. Baghdadi è ritenuto vivo ed in continuo movimento tra l'Iraq e la Siria.

La giustizia piomberà su Baghdadi – ha aggiunto Warren – con spietata violenza.

“L’ultima cosa che sentirà sarà una pioggia di missili Hellfire sulla sua testa. Oppure, l’ultima cosa che vedrà sarà un nostro Seal, quando lo andremo a prendere nel suo rifugio. Se lo dovessimo prendere vivo, posso assicurarvi che passerà il resto della sua vita in una buia prigione della CIA. Abu Bakr al-Baghdadi si sposta ogni giorno e non dorme mai due volte nello stesso posto, ma questo non lo salverà. L’ultima cosa che vedrà o udirà da terrorista libero sarà qualcosa di americano”.

Commenti