Lo schiaffo di Harry e Meghan alla regina: "La Gran Bretagna faccia i conti col suo passato"

Harry e Meghan incoraggiano la Gran Bretagna a fare i conti con il proprio passato coloniale, un gesto che ha stupito i sudditi di Sua Maestà e la corte inglese

Harry e Meghan volevano una vita libera e indipendente dai doveri di corte e sono stati accontentati. Pur tra mille polemiche, scontri familiari e presunte faide che avrebbero diviso in fazioni i Windsor, i duchi di Sussex sono riusciti a spuntarla. Nessuno, però, avrebbe mai immaginato che questa ricerca della libertà si trasformasse in un voltafaccia, anzi, qualcosa di fin troppo vicino a un tradimento. Come riporta la CNN Harry e Meghan hanno tenuto un discorso durante la sessione del Queen’s Commonwealth Trust che si è tenuta lo scorso mercoledì 1° luglio. Durante l’intervento il principe Harry ha detto delle parole con un peso politico ben preciso. Il duca, infatti, ha dichiarato che la Gran Bretagna dovrebbe “fare i conti” con il suo passato coloniale.

Già questo concetto da solo potrebbe aver fatto sobbalzare la regina Elisabetta. Harry, però, non si è fermato qui, puntualizzando che il suo Paese di nascita avrebbe il dovere di riconoscere i “torti” perpetrati ai danni delle nazioni che oggi compongono il Commonwealth. Se le parole fossero pugnali o proiettili, Harry e Meghan avrebbero già eliminato tutta la corte e, forse, una buona parte dei cittadini britannici. Il duca di Sussex ha proseguito affermando con decisione che il popolo inglese dovrebbe “riconoscere il passato”, anche quando si tratta di una resa dei conti dolorosa, che si preferirebbe ignorare. Harry ha aggiunto: “Guardando il Commonwealth non c’è modo di andare avanti se non riconosciamo il passato. Così tante persone hanno fatto un lavoro incredibile nel riconoscere il passato e nel cercare di correggere quei torti, ma penso che tutti riconosciamo che ci sia ancora molto da fare”.

Il Commonwealth è composto da 54 nazioni e quasi tutte hanno fatto parte dell’ex impero britannico. Si tratta di una pagina di Storia ancora oggi molto discussa (pensiamo soltanto al caso del dominio e della spartizione dell’India). C’è un’ampia bibliografia in merito, ma rimane un tema spigoloso, poiché da questo impero sono nate molte delle moderne nazioni, ma anche diversi, gravi problemi politici e militari che sembrano irrisolvibili a tutt’oggi. Questioni diplomatiche intricate che si trascinano da decenni e su cui gli esperti ancora si arrovellano. Harry e Meghan sono andati a toccare un punto dolente e controverso della storia inglese, qualcosa di cui perfino la regina Elisabetta evita di parlare in pubblico. I Sussex si sono presi una libertà inconcepibile fino a pochi mesi fa, quando ancora vivevano a Londra ed erano altezze reali.

Nessuno avrebbe mai pensato che i duchi si spingessero fino a questo punto, soprattutto Harry, il quale ha anche detto: “Ci sentiremo un po’ in imbarazzo, perché è solo accettando quell’imbarazzo che potremo superarlo e trovare tutti il modo di trarre beneficio da ciò. L’uguaglianza…ci mette tutti sullo stesso piano, che è un diritto fondamentale dell’uomo”. Può sembrare strano che un simile discorso arrivi proprio dal principe Harry, cresciuto in quella stessa corte inglese che ha governato l’antico impero. A tal proposito il duca ha ammesso: “Non possiamo negare o ignorare il fatto che tutti noi siamo stati educati a vedere il mondo in modi diversi. Comunque, una volta che inizi a realizzare che c’è un pregiudizio, allora hai bisogno di prenderne atto, di lavorare per diventare più consapevole…in questa maniera puoi dare un aiuto affinché ci si ribelli contro qualcosa di sbagliato, che non dovrebbe essere accettabile nella nostra società oggi”.

In quest’ultima frase cogliamo il riferimento al movimento Black Lives Matter e alle proteste di queste settimane contro il razzismo. Anche il discorso di Meghan Markle contro la discriminazione razziale è stato molto forte e deciso. La duchessa ha invitato il pubblico a comprendere il potere dell’odio, che può manifestarsi anche nell’acquiescenza. Ribadiamolo. Harry e Meghan non avrebbero mai potuto pronunciare neanche la metà del loro intervento, se fossero rimasti sotto l’ala protettrice della regina Elisabetta.

Forse con questo discorso Harry ha voluto rinnegare la famiglia d’origine, la royal family in cui è nato o cresciuto? Molti iniziano a pensare che questa possibilità non sia poi così remota. Possiamo davvero parlare di una specie di rivalsa contro la regina Elisabetta, di una ribellione a uno stile di vita e a un pensiero imposto? Non è semplice capire se vi sia questa vendetta e quale sia il suo limite, dove lasci posto a un’idea davvero libera di Harry e Meghan.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.