Weinstein pagò a Bill Clinton le spese legali per il caso Lewinsky

Hillary imbarazzata dallo scandalo rende tutti i soldi donati da Weinstein. Ma fu lo stesso produttore a pagare gli avvocati che difesero Bill nel Sexgate

Crolla la terra sotto i piedi di Harvey Weinstein, il co-fondatore di uno degli studios più importanti di Hollywood, travolto dallo scandalo di molestie sessuali nei confronti delle star che avevano a che fare con lui per lavoro. Nei giorni scorsi anche Hillary Clinton ha scaricato il ricco produttore che aveva sostenuto le campagne elettorali dei democratici. Si è detta "colpita", "scioccata", "sconvolta" perché "c'era un lato diverso di una persona che io e molti altri conoscevamo". E ha anche annunciato l'intenzione di restituire i soldi arrivati dal 65enne. Peccato che ora, dalle colonne del Washington Post, emerge che fu proprio Weinstein, nel 1998, ad aiutare economicamente l'allora presidente Bill Clinton a pagare gli avvocati che lo difendevano dalle accuse di Monica Lewisnky.

​"Ogni anno dono il 10% delle mie entrate in beneficenza, ne farà parte anche questo. Non c'è alcun dubbio", ha fatto sapere la Clinton nei giorni scorsi. Weinstein e la sua famiglia hanno donato più di 1,4 milioni di dollari in contribuiti politici al Partito democratico a partire dal 1992: tra questi anche 10mila dollari a Barack Obama e 46.350 ai Clinton e alla loro Hillpac, il comitato di azione politico che Hillary ha usato per sostenere altri democratici quando era senatrice. Oggi il Washington Post ha riesumato vecchi documenti che rivelano chi, in pieno Sexgate, aveva contribuito economicamente alle spese legali di Clinton. Tra questi c'era anche Weinstein che avrebbe versato ben 10mila dollari al fondo per la difesa dell'allora presidente degli Stati Uniti.

I giochi proibiti, i rapporti orali, l'uso dei sigari e gli abiti macchiati conservati da una madre previdente divennero pubblici nel 1998 quando scoppiò il caso Paula Jones, la giornalista che accusò Bill di molestie sessuali. I fatti risalivano al 1991 quando era governatore dell'Arkansas. I dettagli del tradimento furono confidati dalla stessa Lewinsky all'amica e collega Linda Tripp che in quel periodo lavorava con lei al Pentagono. E fu proprio la Tripp nel 1998 a consegnare i nastri delle telefonate al giudice Kenneth Starr che stava indagando sui comportamenti del presidente. L'accusa di falsa testimonianza arrivò dopo che Clinton, durante il processo sulla Jones, aveva negato di avere mai avuto rapporti sessuali con la Lewinsky. Solo in seguito testimoniò di fronte al grand jury e ammise di aver avuto una relazione con la stagista. Ma la scappatella più famosa della storia moderna americana sarebbe solo uno dei tanti rapporti extraconiugali del marito di Hillary.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 16/10/2017 - 18:22

La cornuta planetaria fa anche l'ipocrita. Ma che schifo sigg. clinton

Anonimo (non verificato)

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 16/10/2017 - 18:32

Volete dire che Hillary, è felicemente cornuta ?? Non ci posso credere!!

Popi46

Lun, 16/10/2017 - 18:35

Solidarietà maschile....Poverini

Ritratto di stufo

stufo

Lun, 16/10/2017 - 18:51

Tutti puri a sinistra........? No, tutti debosciati.

Cheyenne

Lun, 16/10/2017 - 18:56

MA COME? I PURI DEM CLINTON E HILLARY. LERCI LESTOFANTI

jeanlage

Lun, 16/10/2017 - 19:11

Fra apprezzatori di troiette, si capiscono e si difendono.

steacanessa

Lun, 16/10/2017 - 19:17

Che coppia!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 16/10/2017 - 19:22

Brava: è così che si trattano e si redimono gli "assalitori sessuali"!

sparviero51

Lun, 16/10/2017 - 19:38

LORO ,I DEM, SONO SEMPRE SUPERIORI A TUTTO E TUTTI . ANCHE NELLA SFACCIATAGGINE !!!

Anonimo (non verificato)

mariod6

Lun, 16/10/2017 - 19:46

La carampana Rodman e l'assatanato Clinton sapevano benissimo chi era costui, ma i soldi non hanno odore e quindi ...avanti !!!! Si capisce che di balle ne hanno raccontate talmente tante che adesso diventa difficile tenerne il conto. Poi è Trump il satana di turno !!!!!

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 16/10/2017 - 20:18

Weinstein pagò a Bill Clinton spese legali per caso Lewinsky ... ... ... ... ... ... ... servono commenti?

aitanhouse

Lun, 16/10/2017 - 20:27

che gente che governa o vorrebbe governare il mondo! questa banda di arroganti,buffoni ed ignoranti fanno davvero rimpiangere le vecchie monarchie del primo novecento: almeno allora si sapeva che le case reali erano corrotte in tutti i sensi fino a tollerare corna ed altro, ma oggi questi disgraziati che si vestono da integerrimi ed onesti democratici fanno davvero girare i coxxxxxx

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 16/10/2017 - 20:56

Eccoli quà un'altra volta, i falsi come giuda.

ESILIATO

Lun, 16/10/2017 - 21:01

Hillary....Huma Abedin ti sta aspettando a casa

leopard73

Lun, 16/10/2017 - 21:40

Si devono vergognare i strafottenti del popolo ARROGANTI ed irresponsabili.

Anonimo (non verificato)

maximilian66

Mar, 17/10/2017 - 00:07

sarebbe gradito quakche commento di giocatori di basket, cantanti, attori e compagnia bella per farci capire se invece si sentono rappresentati dai Clinton

AndyFay

Mar, 17/10/2017 - 05:27

Gli amercani sanno bene che persona sia Hillary ed è per questo che hanno preferito Trump.

Tuthankamon

Mar, 17/10/2017 - 08:00

Tutto lo scaricabarile nella questione Weinstein è volto a proteggere i "progressisti" i cui altarini si stanno sgretolando.

uberalles

Mar, 17/10/2017 - 08:46

Fra colleghi...