Ucraina, Zelensky rivela il proprio programma politico

Volodymyr Zelensky, il comico candidato alle presidenziali ucraine, ha rivelato il proprio programma anticorruzione da attuare in caso di vittoria al ballottaggio con Poroshenko

Il candidato alle elezioni presidenziali dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, comico e attore molto conosciuto in patria, nel corso di una trasmissione di Radio Svoboda ha raccontato quel che intende fare in caso di vittoria al ballottaggio presentando il proprio programma anticorruzione. In primis ci sarà una tournée in giro per il paese.

"A mio parere, per prima cosa un presidente dovrebbe andare nelle varie regioni e città dell’Ucraina che già da tempo necessitano di attenzione da parte di chi è al potere. In seguito si faranno visite ufficiali all’estero", ha dichiarato ai microfoni della radio spiegando il suo programma.

Incalzato dai giornalisti in merito a quali paesi esteri risultano essere partner strategici per Kiev, il comico non ha saputo rispondere, adducendo che però molto dipende dalla situazione politica in costante mutamento. In caso di vittoria Zelensky è inoltre intenzionato a riesaminare due leggi della Verchovna Rada – il parlamento ucraino – ovvero quella sull’immunità presidenziale e parlamentare e quella sull’impeachment. Secondo la sua visione, i politici non dovrebbero più beneficiare dell’immunità.

In un’altra recente intervista era stato chiesto al comico cosa direbbe a Putin in occasione di un incontro ufficiale col presidente russo: "quanto denaro è disposto a darci come risarcimento per aver preso i nostri territori e aiutato le persone che hanno partecipato ai conflitti in Crimea e nel Donbass?".

Il primo turno delle elezioni presidenziali ucraine si è tenuto il 31 marzo. Nessuno dei candidati è riuscito a raccogliere il 50% dei voti necessari all’elezione. La Timoshenko si è fermata al terzo posto. Ragion per cui è ora necessario il ballottaggio tra i due politici che hanno ottenuto il maggior consenso: Volodymyr Zelensky (30,24%) e il presidente uscente Petro Poroshenko (15,95%). Il ballottaggio è previsto per il 21 aprile.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

manfredog

Dom, 07/04/2019 - 22:16

...mah..ho uno strano presentimento... mg.

cir

Lun, 08/04/2019 - 11:23

manfredog .. io ho una cetezza !

Divoll

Lun, 08/04/2019 - 12:07

Ah, ah, pagliaccetto! Se crede che Putin gli dia anche una sola grivna e' un povero illuso. La guerra nel Donbass l'ha scatenata Poroshenko con le direttive USA e il golpe in Ucraina l'hanno favorito sempre gli Usa. Come conseguenza, i crimeani hanno votato per tornare con la Russia (com'era stato fino al 1954). Quindi, se questo pagliaccetto vuole dei risarcimenti, li chieda agli americani.