Monsignor Padovese, ultimi saluti prima del funerale

Decine di milanesi in visita alla salma, vegliata nel convento dei cappuccini di viale Piave. Lunedì le esequie celebrate da Tettamanzi in Duomo

Anche oggi decine di persone, in silenzio e raccoglimento, hanno reso omaggio alla salma di monsignor Luigi Padovese, il vicario apostolico dell'Anatolia ucciso lo scorso 3 giugno in Turchia. La camera ardente, allestita presso il convento dei frati cappuccini di via Piave, resterà aperta pure domani.
I funerali saranno celebrati lunedì mattina in Duomo alle 10,30. Per le esequie sono attesi nella cattedrale 40 vescovi provenienti da tutta Europa e 200 sacerdoti. Celebrerà il rito l'arcivescovo di Milano, Dionigi Tettamanzi, che ha invitato tutti i parroci a ricordare monsignor Padovese nelle messe di stasera e domani, sollecitando i fedeli a partecipare ai funerali. La Santa Sede sarà rappresentata da monsignor Mons. Edmond Farhat, ex nunzio apostolico in Turchia.
Intanto nella camera ardente si susseguono i momenti di preghiera davanti alla bara, che oggi è stata chiusa. In giornata è passato anche il vicario episcopale monsignor De Scalzi. Ma a volere dare un ultimo saluto al vescovo ucciso è soprattutto tanta gente comune. Monsignor Padovese non aveva mai sciolto il suo legame con la Lombardia. A Milano, dove vive la famiglia del fratello, era tornato pochi giorni prima di morire. Lo scorso 23 maggio aveva celebrato la messa cresimale in una parrocchia di Lecco. Con Tettamanzi aveva un rapporto di amicizia consolidato negli anni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti