Movida, arriva la stretta contro il pub-crawl

La movida dell’alcol, del tavolino selvaggio e degli schiamazzi chiama il ripristino di almeno una delle ordinanze. Per questo motivo il sindaco Alemanno ieri mattina ha incontrato il prefetto Pecoraro. Giusto il tempo (un mesetto) di «placare le parti sociali» e rientrerà in vigore. In sostanza si dovrebbe confermare solo l’ordinanza antivetro che esordì lo scorso 24 luglio e durò tutto agosto. Emanata dal prefetto, vietava al venerdì, sabato e domenica, dalle 21 e fino alla chiusura dei locali, la vendita per asporto di tutte le bevande in vetro o in lattina in alcune aree del divertimento notturno e cioè il centro storico e i municipi III, VI, XI, XIII e XX. La seconda ordinanza, l’anti-alcol, emanata dal sindaco per lo stesso periodo della precedente, che vietava il consumo di bevande alcoliche lontano dai locali, dalle 21 alle 6, in alcune zone della città verrà invece bocciata. Probabilmente a causa delle pressioni di Confesercenti e Confartigianato, preoccupate dal possibile calo di incassi.
Dal canto loro i gestori dei locali notturni della capitale si stanno facendo furbi col «pub crawl». Squadre di giovani adescatori piazzati in centro e a San Lorenzo pagati per fermare e accompagnare per grandi bevute al pub più vicino. E siccome i migliori clienti sono quelli che non si fermano al primo bicchiere, dunque non italiani, si registra ormai da tempo l’assalto a inglesi e americani. Ieri sera i vigili urbani ne hanno bloccati due di «accompagnatori» che stavano gestendo un gruppetto di turisti reclutati a piazza di Spagna e al Colosseo. Gli agenti della municipale, che ormai conoscono bene gli itinerari e le tappe etiliche, hanno individuato anche l’esercizio che spediva gli emissari in giro. Nell’ambito dell’operazione è stato sequestrato anche un ingente quantitativo di volantini e dvd che servivano a propagandare i giri delle bevute. E alle prime luci dell’alba si è arrivati all’organizzatore. Oltre alla sanzione prevista dall’Ordinanza del Sindaco è scattata anche la proposta di chiusura temporanea (dai 3 ai 50 giorni) del locale.
Il delegato del sindaco per la sicurezza Giorgio Ciardi si complimenta con i vigili e invita a non abbassare la guardia: «Comincia a emergere la positività dell’ordinanza del sindaco Alemanno per il contrasto al fenomeno del pub crawl. L’operazione condotta ieri notte dal I Gruppo della Municipale comandato da Cesarino Caioni, fa emergere l’esigenza di un controllo sempre più puntuale e approfondito su comportamenti e condotte che tendono a inquinare la vita notturna nella Capitale». «L’impegno dei vigili urbani per arginare il pub crawl - aggiunge Ciardi - e gli altri fenomeni che investono i campi del decoro e della sicurezza dimostrano l’interesse dell’amministrazione Alemanno su un versante che troppo spesso nel passato non è stato ritenuto meritevole di attenzione».
Il delegato per il centro storico Dino Gasperini fa i complimenti ai vigili e annuncia nuovi controlli sui tavolini all’aperto. «Straordinario lavoro della Polizia municipale che in pochi giorni ha già messo a punto un ottimo sistema di intervento, in applicazione delle nuove ordinanze del Sindaco Alemanno - dice Gasperini -. Proseguirà nei prossimi giorni il lavoro di verifica su tavolino selvaggio, schiamazzi e pub crawl in altre parti del centro storico».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti