Murdoch a Berlusconi: "Nessuna rappresaglia"

Lo scontro a distanza continua. Il magnate australiano ha deciso di aspettare la fine dello spoglio elettorale per smentire di aver utilizzato il proprio impero mediatico per una rappresaglia contro il premier: "E' un’accusa senza senso"

Murdoch a Berlusconi: "Nessuna rappresaglia"

Roma - Lo scontro a distanza continua. Botta e risposta. Il miliardario australiano dei media, Rupert Murdoch, ha deciso di aspettare la fine dello spoglio elettorale per smentire di aver utilizzato il proprio impero mediatico per una rappresaglia contro il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, che ha aumentato le tasse sulla sua rete satellitare Sky.

La replica di Murdoch "E' un’accusa senza senso", ha detto Murdoch in un’intervista alla rete Fox business. "Vi sono stati molti commenti alcuni mesi fa quando ha ridotto le tasse ovunque in Italia, tutte le tasse per le imprese, salvo per la televisione satellitare dove le ha raddoppiate - ha puntualizzato il magnate australiano - questo è il business". Poi ha concluso: "Noi non abbiamo fatto rappresaglie o detto qualcosa in proposito. Io non controllo quello che dice il direttore del Times di Londra o quello che dice l’Economist quando lo attacca. Il New York Times, lo sa Dio, io lì non ho influenza".