Aggredisce l'ex fidanzata davanti ai carabinieri: arrestato 29enne di Bagnoli

Tra le accuse a suo carico, in attesa del processo, anche quella di resistenza a pubblico ufficiale

Aggredisce l'ex fidanzata davanti ai carabinieri: arrestato 29enne di Bagnoli

Già in passato l’aveva molestata a più riprese e la ragazza si era rivolta alle forze dell’ordine, chiedendo il loro aiuto. La denuncia aveva dato i suoi frutti e nei confronti dell’ex fidanzato era stato emesso un provvedimento di divieto di avvicinamento. Nonostante ciò, l’uomo non si è arreso e ha continuato a minacciare e ad insultare la donna. L’ultimo episodio è accaduto a Bagnoli, quartiere di Napoli, sotto casa di lei. Il 29enne ha chiesto alla ragazza di farlo entrare, ma lei, impaurita, ha chiamato i carabinieri.

In un primo momento lo stalker è scappato, ma poco dopo tempo è ritornato sui suoi passi e, nonostante la presenza dei militari, ha tentato di aggredire l’ex compagna. Ne è nata una colluttazione e l’uomo è stato arrestato. Tra le accuse a suo carico, in attesa del processo, anche quella di resistenza a pubblico ufficiale. Recentemente un episodio simile è accaduto a Caserta, dove un 27enne ha fratturato il volto dell’ex fidanzata. L’episodio è accaduto sul litorale domizio, dove il giovane stalker, che è stato arrestato dai carabinieri, aveva colpito brutalmente al viso la ragazza, tanto a causarle la rottura dell'orbita oculare e la frattura dell'osso dello zigomo, provocandole delle lesioni al viso che potrebbero essere permanenti.

Il 27enne già lo scorso mese di agosto aveva subito un provvedimento analogo dal Tribunale di Napoli, ma dopo la modifica dell'imputazione da parte dell'ufficio di Procura il giudice si era dichiarato incompetente per questioni di territorio. La misura cautelare è arrivata dopo la denuncia presentata dalla donna nei confronti dell’ex fidanzato. La vittima aveva raccontato alla polizia delle gravi violenze fisiche subite prima e dopo la fine della loro storia. L'episodio più grave era avvenuto lo scorso mese di agosto, quando la ragazza era in spiaggia sul litorale domizio. L'ex compagno l'aveva aggredita e colpita al volto, ferendola gravemente. L’uomo adesso rischia una condanna fino a 14 anni di reclusione, soprattutto se lo sfregio al viso della ragazza risulterà essere permanente. A Giugliano in Campania, nel Napoletano, invece, pochi mesi fa un uomo ha sequestrato l’ex compagna, l’ha picchiata per ore e l’ha violentata. Il 27enne dovrà rispondere di violenza sessuale, sequestro di persona e stalking. Il giudice gli aveva imposto il divieto di avvicinarsi all'ex compagna, ma lui è riuscito a seguirla e a colpirla.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti