Una discarica abusiva a pochi passi dal Museo Madre: la protesta dei residenti

Il caso è un esempio lampante dell’emergenza inciviltà che sta investendo la città di Napoli. Scene come questa sono sempre più ricorrenti

Stanno protestando a viva voce i residenti di via Settembrini a Napoli per l’accumulo di rifiuti solidi urbani per strada. I cittadini hanno segnalato da tempo al Comune la presenza di una discarica abusiva nelle vicinanze del Museo Madre, che riceve quotidianamente le visite di turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Ad interessarsi del problema è il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanità, il quale ha inviato una nota all’Asia, la ditta che si occupa della raccolta e dello smaltimento dell’immondizia in città, chiedendo di procedere alla bonifica del tratto di strada, intervento necessario per scongiurare il rischio di un’emergenza sotto il profilo igienico-sanitario.

“Una situazione indegna – ha detto Borrelli – che è proprio sotto gli occhi dei residenti e dei malcapitati turisti che si recano in vista presso il museo di arte contemporanea. E pensare che l’area era stata ripulita volontaristicamente proprio dai dipendenti del museo non più tardi di due mesi fa. Purtroppo il caso è un esempio lampante dell’emergenza inciviltà che sta investendo la nostra città. Scene come questa si riscontrano in diversi luoghi. Sono centinaia gli angoli di Napoli che sono stati trasformati in piccole discariche dove gli incivili sversano rifiuti differenziabili, ingombranti e speciali che, come è noto, dovrebbero essere conferiti in altro modo”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.