Giù dal balcone per evitare l'arresto

Finisce in manette una 25enne a Torre Annunziata: in casa sua gli agenti trovano cinque chilogrammi di canapa

Si cala dal balcone per tentare di fuggire ai poliziotti che la scoprono con cinque chili di canapa indiana in casa, finisce in manette una 25enne a Torre Annunziata, in provincia di Napoli.

L’operazione porta la firma degli agenti del commissariato torrese della polizia di Stato e s’è registrata nel pomeriggio di lunedì scorso. Gli agenti, intorno alle 18, si sono presentati nel palazzo dove vive la donna. Subito si sono scontrati con l’ostilità degli altri condomini che hanno tentato di avvisare la 25enne dell'arrivo dei poliziotti e di far loro perdere tempo. I tentativi di tutti, però, sono rimasti frustrati perché gli agenti avevano immediatamente circondato il palazzo e tagliato ogni possibile via di fuga.

Intanto la ragazza stava comunque provando a eclissarsi, fuggendo da un balcone insieme a un altro uomo. Tutto inutile: gli agenti l’hanno bloccata e nel frattempo hanno iniziato a perquisire l’appartamento. Dove hanno ritrovato, sul tavolo della cucina, una quantità pari a circa cinque chili di cannabis, insieme alle bustine termosaldate, un macchinario per il sottovuoto e un bilancino di precisione. Tutto l’occorrente, insomma, per confezionare le singole dosi che, poi, sarebbero state vendute agli assuntori.

Nell’ambito dell’operazione, anche un altro uomo (oltre a quello insieme al quale la 25enne ha tentato la fuga) è stato bloccato dagli agenti. I due sono stati entrambi denunciati a piede libero mentre per la ragazza, che dopo le formalità di rito è stata arrestata e trasferita al regime degli arresti domiciliari, è stato disposto il giudizio direttissimo. Risponde di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.