Ischia, donna investe 16enne: in strada aveva già ucciso un carabiniere

Una 40enne residente nell'isola ha ucciso un ragazzo albanese in vacanza dalla sorella. Da accertare le cause dell'incidente, la donna è accusata di omicidio stradale

Stava passando le vacanze ad Ischia il 16enne falciato per strada da un'abitante dell'isola, ieri pomeriggio. La donna si era già resa responsabile di un incidente letale travolgendo un carabiniere nel 2012. Sabato ha ucciso il minorenne e ora è agli arresti domiciliari con l'accusa di omicidio stradale aggravato.

Si chiamava Xhemal Velsami, il giovane turista di nazionalità albanese, ed era in soggiorno ad Ischia da due settimane ospite della sorella quando è stato travolto da una macchina in corsa sul ciglio della variante esterna, la "superstrada" dell'isola napoletana. Alla guida dell'auto, una Peugeot 208, C. S., 40 anni, residente a Ischia Porto. Sette anni fa in un altro incidente nel centro dell'isola uccise un maresciallo dei carabinieri in pensione. Risultata negativa all'alcol test, era rimasta per 12 mesi senza patente.

Da quanto riporta il sito Fanpage, secondo le prime ricostruzioni fatte dagli agenti del Commissariato di Ischia sotto il coordinamento del vicequestore Alberto Mannelli, il veicolo avrebbe invaso il senso opposto di marcia e avrebbe schiacciato il 16enne contro il muretto a lato della strada. La dinamica dell'incidente, ancora da verificare, sarebbe stata confermata da un testimone oculare che avrebbe visto l'auto arrivare a tutta velocità schiantandosi prima contro una macchina parcheggiata e poi sul ragazzo.

Dopo i primi accertamenti rimane inoltre da appurare quali possano essere state le cause dell'incidente. Se l'elevata velocità, dal momento che sull'asfalto non sarebbero stati rilevati segni di frenata e che nel cambio fosse innestata la quarta. Oppure l'uso del cellulare mentre guidava visto che subito dopo l'incidente la 40enne avrebbe cancellato la cronologia delle chiamate.

Il telefonino è stato sequestrato e la donna è stata sottoposta a tutti gli accertamenti del caso sui livelli tossicologici e alcolemici nel sangue. Sul corpo del 16enne verrà effettuata l'autopsia. Il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino ha espresso "profondo cordoglio a nome di tutta l'amministrazione" .

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?