Non si ferma al posto di blocco e investe alcuni pedoni

Nel cuore della notte i carabinieri hanno inseguito a sirene spianate un 18enne incensurato. Il ragazzo non si è fermato all'alt e ha rischiato di ferire alcuni passanti

Non si ferma al posto di blocco e investe alcuni pedoni

L'inseguimento sembrava quello di un film poliziesco. È successo nella zona dei Quartieri Spagnoli, durante la movida della domenica sera: un ragazzo appena maggiorenne ha sfrecciato con il suo scooter davanti ai carabinieri che erano da quelle parti per un posto di blocco. Vedendo che il giovane non si stava fermando di fronte alla paletta alzata, i militari sono entrati nell'auto di servizio e lo hanno rincorso.

Il giovane napoletano, risultato poi incensurato, non era solo: con lui c'era anche un complice non ancora identificato perché fuggito prima dell'arresto. Durante la corsa il 18enne ha investito alcuni passanti, poi ha perso l'equilibrio ed è finito a terra. A quel punto le forze dell'ordine l'hanno raggiunto per arrestarlo. L'accusa è di resistenza a pubblico ufficiale. Al momento in attesa di giudizio.

Sul posto anche un'ambulanza per medicare le persone che in quel momento si trovavano in strada. Fortunatamente però i pedoni colpiti non hanno riportato ferite gravi. Adesso si indaga per quale motivo il ragazzo non si sia fermato dopo l'alt delle forze dell'ordine.

La scorsa notte anche un altro giovanissimo è stato protagonista di un inseguimento a Portici. Un 16enne ha preso senza permesso la macchina della sua famiglia ed è andato in giro con altri quattro coetanei. Dopo essersi imbattuto in un posto di blocco, il minorenne ha cercato di seminare la volante ma dopo una corsa protratta per diversi chilometri, è stato fermato. Adesso dovrà rispondere di guida senza patente e resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti