Pompei, rimprovera lo studente che ruba: i familiari lo pestano

L’alunno, in gita agli scavi con i compagni di classe e con gli insegnanti, si era reso protagonista di quest’atto disdicevole, ma è scattata la ritorsione dei parenti

Qualche giorno prima aveva rimproverato energicamente un giovane studente di una scuola di Caserta che aveva rubato alcuni souvenir dalla sua bancarella. L’alunno, in gita agli scavi di Pompei con i compagni di classe e con gli insegnanti, si era reso protagonista di quest’atto disdicevole, ed è stato punito dai docenti al rientro a casa.

L’episodio, però, non è andato giù ai familiari del ragazzo, i quali hanno pensato bene di far scattare la ritorsione nei confronti del venditore ambulante. Si sono presentati davanti alla bancarella all’ingresso degli scavi e lo hanno pestato violentemente, in pieno giorno, davanti alla folla di turisti.

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Pompei, dopo che il commerciante ha denunciato il pestaggio e ha raccontato l’accaduto ai militari della locale caserma. Qualche tempo fa, a Palermo, cinque minorenni pestarono a sangue un venditore di rose e minacciarono un custode.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.