Sgominata banda di ladri, rapinavano banche tra Napoli e Caserta

I ladri erano soliti entrare in azione armati di pistola, taglierini e fascette di plastica per immobilizzare i presenti

Avevano preso di mira le filiali della Banca Popolare di Bari, poiché si erano accorti che le diverse banche sparse sul territorio erano prive di vigilanza. Tra i mesi di novembre 2017 e settembre 2018 una banda di criminali aveva effettuato sei rapine Tra Napoli e Caserta, racimolando un bottino di oltre 420mila euro.

Gli agenti della polizia dei commissariati di Giugliano in Campania e Villaricca hanno sgominato il gruppo di rapinatori arrestando sei persone e notificando un divieto di dimora ad un settimo malvivente. I ladri erano soliti entrare in azione armati di pistola, taglierini e fascette di plastica per immobilizzare i presenti.

I destinatari dei provvedimenti giudiziari (sei uomini e una donna) sono giovanissimi, di età compresa tra i 19 e i 26 anni. Le indagini hanno preso il via dopo la rapina messa a segno nella filiale di Giugliano in Campania, dove i malviventi hanno rubato 119mila euro in contanti. La polizia è riuscita a risalire agli autori del colpo dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza e dalle intercettazioni ambientali.

Le forze dell’ordine hanno scoperto che la stessa banda criminale aveva effettuato altre rapine, alcune non andate a buon fine, nelle banche a Succivo, nel Casertano, a Napoli, a Casalnuovo e a Casoria. Curioso il colpo compiuto a Frattamaggiore, dove i ladri sono riusciti a portare via appena 50 euro.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.