"Basta elemosine": i volantini anti accattonaggio a Sorrento

I commercianti di Sorrento, dopo vari appelli inascoltati alle istituzioni, hanno deciso di tappezzare il centro cittadino di volantini anti-elemosine invitando residenti e turisti a non dare soldi ai mendicanti per tentare di arginare il dilagante fenomeno dell'accattonaggio

"Basta elemosine": i volantini anti accattonaggio a Sorrento

Il fenomeno dell'accattonaggio rappresenta una problematica seria in moltissime città italiane, che sono letteralmente invase da mendicanti, spesso molesti, che chiedono l'elemosina in strada. La città di Sorrento, per esempio, con i suoi tantissimi turisti risente molto di questo fenomeno, che ha preso piede in maniera incontrollata negli ultimi anni. Ed è proprio per questo motivo che i commercianti della città, esasperati per la massiccia presenza di mendicanti, hanno deciso di tappezzare piazze e strade del centro storico di Sorrento di manifesti e volantini anti-elemosine.

Il problema dell'accattonaggio a Sorrento sembra rappresentare una vera e propria piaga per i tantissimi titolari di attività, che sono in preda all'esasperazione a causa dei numerosissimi mendicanti, provenienti soprattutto dell'Est Europa, che chiedono l'elemosina ai passanti proprio nel cuore della cittadina, davanti ai negozi e ai locali. I commercianti hanno messo in piedi questa iniziativa dopo i moltissimi appelli inascoltati al governo e alle istituzioni locali, che non hanno prodotto alcun cambiamento della situazione. Il Comune aveva provato ad agire concretamente varando un'ordinanza al fine di ridurre il numero di persone che chiedono ogni giorno l'elemosina, ma anche in questo caso, non si è ottenuto alcun risultato.

Proprio a causa della mancanza di provvedimenti e azioni efficaci da parte delle autorità, i cittadini hanno deciso di agire in autonomia per cercare di tutelare sè stessi e le loro attività commerciali. Sui volantini e i manifesti si suggerisce, dunque, di non dare soldi ai mendicanti per tentare di arginare il fenomeno dell'accattonaggio, che a Sorrento ha purtroppo raggiunti livelli intollerabili. I volantini anti-elemosine sono stati esposti in tutta la città: alcuni li hanno affissi all'ingresso della propria attività, altri vicino alla cassa o in vetrina direttamente.

L'iniziativa ha avuto per il momento molto successo e tantissimi sono i negozianti che hanno deciso di aderire, sotto il coordinamento di Francesco Gargiulo, che è il leader del movimento civico "Conta anche tu" e il titolare di un negozio a Sorrento. Gargiulo si è occupato in prima persona di questa iniziativa e ha esposto in maniera chiara la questione e i motivi di questa decisione:"È una situazione deprecabile, spesso la polizia municipale accompagna i mendicanti alla stazione, ma dopo poche ore li ritroviamo nei luoghi in cui sono soliti chiedere l'elemosina. Le forze dell'ordine dovrebbero insistere e segnalare ai servizi sociali i casi di bambini sfruttati per impietosire i passanti: se la legge è uguale per tutti, va applicate ai rom come agli italiani".

Commenti