Cronaca locale

Tassista accoltellato a Caserta: si cerca l’aggressore, un uomo di origine maghrebina

Il cliente straniero ha estratto un coltello dalla giacca e ha chiesto al tassista di consegnargli l’incasso della giornata

Tassista accoltellato a Caserta: si cerca l’aggressore, un uomo di origine maghrebina

Si è avvicinato al tassista fermo alla stazione ferroviaria di Caserta in attesa di clienti e gli ha chiesto di accompagnarlo a Casagiove, cittadina distante pochi chilometri dal capoluogo di provincia. Sembrava un normale trasferimento, uno dei tanti fatti in giornata da A. S., 66 anni, nulla faceva presagire che di lì a poco si sarebbe potuta consumare una tragedia. Era quasi mezzanotte e l’uomo di origine maghrebina, vestito di tutto punto, andava di fretta. Una volta giunto a destinazione, però, il cliente straniero ha estratto un coltello dalla giacca e ha chiesto al tassista di consegnargli l’incasso della giornata.

Il tassista (che è anche sindacalista), come riporta il quotidiano Il Mattino, si è rifiutato e ne è nata una colluttazione. Ad avere la peggio è stato proprio il 66enne, ferito dal suo contendente. La lama del coltello si è spezzata ed è rimasta conficcata nel braccio, mentre il maghrebino è fuggito spaventato dalle grida della vittima. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e gli agenti di polizia, i quali indagano sullo spiacevole episodio. Il tassista è stato trasferito in ospedale dove ha subito un delicato intervento chirurgico per estrarre la lama.

Le organizzazioni sindacali hanno espresso solidarietà al collega, lamentando la mancanza di sicurezza, soprattutto nelle ore notturne. A tal proposito è stato scritto un esposto, inviato alle istituzioni locali e alle forze dell’ordine, per chiedere interventi concreti a tutela dei tassisti che lavorano in provincia di Caserta.

Commenti