Turista georgiana rapinata nella villa comunale di Napoli da baby gang

La donna mostrava i segni dello scippo avendo graffi ed ecchimosi in più parti del corpo

Hanno udito le grida di una donna che provenivano dalla villa comunale di Napoli e si sono precipitati sul posto. Gli agenti del commissariato di polizia del quartiere di San Ferdinando sono riusciti a bloccare quattro minorenni, di età compresa tra i 14 e i 15 anni, che avevano appena rapinato una turista georgiana.

La donna mostrava i segni dello scippo avendo graffi ed ecchimosi in più parti del corpo. La baby gang aveva minacciato con un coltello la turista straniera. I piccoli criminali avevano tentato di toglierle la borsa, trascinandola a terra per alcuni metri.

Quando le forze dell’ordine sono arrivate sul luogo della rapina, i giovani malviventi erano già in fuga, ma sono stati raggiunti e fermati. I poliziotti li hanno trovati in possesso di un coltello a serramanico, con una lama di quasi otto centimetri, e di due telefonini rubati in mattinata sulla spiaggia libera di via Caracciolo. La baby gang è stata denunciata per tentata rapina e porto abusivo di arma bianca.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.