Negozi aperti, alcolici, spaccio: gli stranieri in (non) quarantena

Il comitato racconta le difficili ore delle limitazioni imposte dal governo e l'impatto sul quartiere, ma anche i troppo numerosi episodi di extracomunitari che violano continuamente le regole

Ancora un accorato appello da parte dei residenti del quartiere Vasto di Napoli, costretti ad assistere impotenti dai balconi delle proprie abitazioni, all'interno delle quali si trovano ristretti per l'emergenza Coronavirus, ai continui assembramenti di extracomunitari invece poco interessati a rispettare limitazioni e regole imposte dal governo centrale.

Riuniti in un comitato, tramite cui cercano di far sentire la propria voce con maggior forza alle istituzioni locali e nazionali, i cittadini continuano a segnalare irregolarità, nutriti gruppi di individui per le vie del rione, risse, negozi aperti e "mercatini della monnezza" improvvisati. A niente valgono le ronde della polizia municipale, nè i posti di blocco dato che, come segnalato dalla maggior parte dei residenti, basta un semplice cambio di turno di guardia per riportare in strada le solite frotte di stranieri che se ne fregano delle regole e della salute delle altre persone. "Via Bologna, una strada dove tutti i giorni si spaccia, dove non ci sono controlli, regole. Dove la legge "segnalate gli assembramenti "qui non vale...Qui non vale nessuna legge. Qui è un'altra Italia è un' altra Napoli", lamenta un'utente del comitato Vasto, associando al post un' esplicita immagine che dà ancora maggior forza al suo sfogo.

Tra via Bologna, via Milano e via Torino, addirittura, alcuni stranieri continuano ad aprire locali di loro proprietà, all'uscita dei quali si creano veri e propri capannelli di persone, per vendere alcolici ad ogni ora del giorno o cibo cotto.

Una situazione che non accenna a cambiare, come segnalato da un' altra utente del comitato Vasto, la quale racconta di come sia stato necessario ricorrere alla polizia metropolitana per ottenere un qualche risultato. "Ci siamo attivati, decine e decine di telefonate, nessuno interveniva. Così abbia chiamato la polizia metropolitana, intervento eccellente complimenti e grazie di cuore", spiega la residente. "Ma vogliamo lanciare l'ennesimo appello al questore di Napoli. Dinanzi ai sopracitati locali, si verificano quotidianamente problemi di ordine pubblico, quali risse, schiamazzi e bivacco disturbando la quiete pubblica. Per non parlare della vendita di cibo cotto venduto senza norme di igiene. Le chiediamo di intervenire, con la chiusura, e non temporanea, di questi negozi per il bene di tutti noi residenti. Sperando in un riscontro risolutivo, il Comitato Vasto porge distinti saluti. Grazie", conclude.

"Che vergogna: noi dentro, loro fuori padroni delle città italiane", commenta un utente sotto il post. "Ho un triste presentimento: dopo questa crisi sanitaria tenteranno di risollevare le sorti della nostra economia riempiendoci di immigrati", paventa un altro poco sotto.

Alcuni altri residenti, postando la foto che testimonia la segnalazione, lamentano il fatto che i controlli talvolta siano un po' troppo leggeri quando non del tutto assenti nel momento in cui degli extracomunitari si riuniscono tranquillamente nelle panchine di una piazza. "Questo è quello che hanno creato i falsi buonisti. Una accoglienza indiscriminata, unico obiettivo è gonfiare le tasche delle ong e delle coop", accusa una residente. "Queste sono persone invisibili. Non hanno documenti, non hanno residenza, per lo Stato che li tutela sono persone invisibili, li controlli non sai dove mandarli. Se li denunci dopo 8-10 ore lo Stato li invita a lasciare autonomamente il territorio nazionale in 7 giorni (ridicolo ma è così) lì ritrovi con decreto di espulsione non ottemperato. Li riinviti a lasciare il territorio italiano in 7 giorni (ancora più ridicolo,) non è previsto l'arresto, se tenti di non farli entrare sei razzista, che dire viva l'Italia", conclude con amarezza un altro residente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

prigione_europea

Lun, 30/03/2020 - 15:29

in italia manca un uomo forte

Brutio63

Lun, 30/03/2020 - 17:01

Il Sindaco di Napoli cosa fa? Dorme beato un sonno accogliente ed inclusivo! Il ministro dell’interno? Starà facendo un monitoraggio accogliente multiculturale ed inclusivo! Basta con le nostre città trasformate in terre di nessuno, suk e centrali di spaccio a cielo aperto!

jaguar

Lun, 30/03/2020 - 17:25

Ditelo ai due Giggini.

antonmessina

Lun, 30/03/2020 - 17:25

stranieri... mi fate ridere chiamateli con i loro vero nome una volta tanto

amedeov

Lun, 30/03/2020 - 17:33

ringraziamo chi li ha fatti entrare. Salvini che ha tentato di bloccarli è stato messo sotto inchiesta.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 30/03/2020 - 17:34

Caro Brutio 17e01, a quanto pare ai Napoletani CI PIACE COSI!!! Perche il sindaco glie lo hanno eletto i Milanesi!!!jajajajajajajaja.

GINO_59

Lun, 30/03/2020 - 17:49

Comprendere le parole "Educazione Civica" è un'impresa per molti italiani. In tempi come questi diventa molto più difficile. Per quelli che entrano illegalmente in casa nostra, magari speronando le ns navi, vantando solo presunti diritti, che si fanno forti della debolezza ed inettitudine (per non dir di peggio) dei ns. governanti e gestori della giustizia è impossibile da rispettare volontariamente. Il Dovere di obbligarli al Rispetto Nostro e delle Nostri Leggi va imposto con qualsiasi mezzo lecito.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 30/03/2020 - 17:54

ecco, bravi, avete votato de magistris? il governatore de luca? e allora che volete? :-)

Reip

Lun, 30/03/2020 - 17:56

QUESTA È ANARCHIA... COSÌ NON SE NE ESCE PIÙ!

Reip

Lun, 30/03/2020 - 17:57

Comunque stesse e identiche scene anche in non pochi quartieri di Milano, di Torino, di Bologna di Roma e di Palermo! Se si continua di questo passo è finita!

Anticomunista75

Lun, 30/03/2020 - 17:58

fino a quando non si esce dall'UE la situazione rimarrà questa cari lettori. Italia invasa da questi che magnano, bevono e fanno quello che gli pare. Naturalmente pagano gli italiani. Bisogna che qualcuno che abbia i cocomeri, quindi non Salvini che parla e basta, ci porti definitivamente fuori da questo incubo.

kallen1

Lun, 30/03/2020 - 18:02

Poveri napoletani stretti tra Luigi Di Maio e Luigi De Magistris.....siete proprio in buone mani

Scirocco

Lun, 30/03/2020 - 18:12

Intanto gli abitanti del quartiere, tutti insieme nessuno escluso, potrebbero iniziare a buttare giù dai balconi delle bulaccate d'acqua piene di Lisoformio e candeggina così tolgono l'assembramento e nel contempo disinfettano la zona. Poi sempre tutti insieme attaccarsi al telefono e chiamare, Sindaco, Assessori, Prefetto, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri, Protezione Civile e continuare a chiamare tutti insieme fino a che non intervengano. E se poi gli stranieri tornano rifare lo stesso servizio: vediamo chi ha la testa più dura se i Napoletani o i delinquenti extracomunitari.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 30/03/2020 - 18:14

L'importante è multare gli italiani

Ritratto di duliano

duliano

Lun, 30/03/2020 - 18:26

Bè certo loro non si possono mettere in quarantena. Il solo pensare che possano essere contagiosi perché immigrati è puro razzismo!!!! Poi chi li sente le varie Carola, Boldrini, Bonino, le sardine e tutta la compagnia dei "quinessunoèstraniero"?

Ritratto di Lupry

Lupry

Lun, 30/03/2020 - 18:30

Strano.....

grandeoceano

Lun, 30/03/2020 - 18:32

Mandategli contro le sarde bolognesi.

Figliodi.....

Lun, 30/03/2020 - 18:43

Ma di cosa parliamo. Io ricordo i giorni dopo l'entrata in Europa di Romania e Bulgaria a Londra. In ogni angolo della città si vedevano già i primi Rom intenti a fare l'elemosina. Durò 2/3 giorni poi non l'ho hanno più fatto. Perchè? Perche la polizia e i comuni sollecitati dall'opinione pubblica hanno messo un freno. In Italia invece? Allora in Italia invece? Ditemelo voi

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 30/03/2020 - 18:45

state sereni,mò giggino mette tutto a posto!!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 30/03/2020 - 18:48

Reip Lun, 30/03/2020 - 17:57,sgovernate tutte da..grullo pidioti!

maurizio50

Lun, 30/03/2020 - 18:50

Napoli è una città bellissima, per come la conosco da visitatore. Fosse amministrata in modo decente , e non dai soliti quaraquaqua della sinistra, sarebbe uno splendore. E invece comandano i vari Giggini e associati!!!!

01Claude45

Lun, 30/03/2020 - 18:51

Provate ad INVOCARE Santa Luciana Lamorgese, forse riuscirete a risolvere qualcosa, ma attenzione ai proprietari di seconde casa che sono a rischio.

Ja'aqov

Lun, 30/03/2020 - 18:54

Ma era scontato! Della serie...se non sono ritardati e komunisti non li vogliamo.E'chiaro anche ai ciechi e sordomuti che il globalismo,il multiculturalismo è il problema non la soluzione.Stavolta,non mi dispiacerebbe affatto,a me malvagio italico sovranista-nazionalista,che ha pagare il conto fossero,una volta tanto,anche i sinistrati.

caren

Lun, 30/03/2020 - 19:09

Anticomunista, sarebbe bello trovare un uomo di ferro che ci porti fuori da questo incubo, ma è pia illusione. Purtroppo l'Italia è questa, e cioè guai a chi si mette in mezzo per ristabilire l'ordine delle cose. La nostra storia è piena di gente finita con una croce sul petto, o come capitato a Salvini, fatto fuori politicamente e mandato a processo.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 30/03/2020 - 19:22

Ma lì è una zona che va presidiata dall'esercito. Ci vogliono continui controlli e pattuglie stanziali! Ma le regole valgono solo per noi?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 30/03/2020 - 19:25

I clandestini pascolano liberamente e gli italiani vengono multati. Vero Sindaco? Vero Ministro? Vero compagni?

pilandi

Lun, 30/03/2020 - 19:29

Se non fanno la quarantena é un reato, se spacciano é un reato, se fanno assembramenti é un reato amministrativo, ma ne rispondono i clienti, ma se i gestori hanno regolare licenza e rispettano gli orari, possono vendere al pubblico, nel rispetto delle norme igieniche. Le rivendite gestite da connazionali sono chiuse o aperte?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 30/03/2020 - 19:32

Intanto a Firenze: A Firenze un padre è stato multato perché è uscito fuori, per strada, con il suo bambino di 4 anni. Entrambi erano in bicicletta, il bimbo con una bici senza pedali. Erano distanti circa 150 metri dalla propria abitazione, eppure il genitore ha ricevuto una multa di 400 euro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 30/03/2020 - 19:59

@Scirocco...ottima idea i gavettoni...rinfrescano le idee :-)