Nevica ancora al Centro SudIn 160mila sono rimasti al buio

<p>Il maltempo continua a tenere in ostaggio il Paese. Neve su Abruzzo e Emilia Romagna. Disagi tra Salerno e Avellino</p>
<p> </p>

La neve continua a scendere anche al Centro. Circa 160mila case sono senza luce in Lazio, Abruzzo, Molise e Campania. Dopo poche ore di tregua, ha ripreso a nevicare anche sull'Emilia-Romagna. Nei giorni scorsi sulla Regione sono scesi anche settanta centimetri di neve. Non ci sarebbero particolare disagi per il traffico. Sono stati però cancellati alcuni voli in partenza dall'aeroporto di Rimini.

Gli alpini dell'Aquila sono impegnati da ieri sera in operazioni di soccorso alla popolazione bloccata dalla nevicata che ha colpito l'Abruzzo. I militari hanno evacuato oltre duecento persone da Balzorano e Capistrello. Mezzi dell'Esercito anche lungo la strada statale 82 e l’autostrada A24 per distribuire viveri e acqua a 400 passeggeri bloccati dalla neve.

Un giovane di 34 anni, originario di Barete, in provincia dell'Aquila, è morto nottetempo. Si era addormentato dentro la sua autovettura, impossibilitato a uscire per le condizioni proibitive del meteo. Ha perso la vita a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.

A causa del maltempo sono rimaste chiuse, e rimarranno chiuse lunedì e martedì, le scuole di Pescara. Il sindaco della città ha firmato due ordinanze per fronteggiare l'emergenza. A preoccupare particolarmente è il ghiaccio che si sta formando sulle strade e che potrebbe causare incidenti e disagi alla viabilità. Chiuse tredici strade. Centinaia gli interventi già effettuati dai mezzi del Comune e dei vigili del fuoco, proseguiti per tutta la notte.

Disagi anche in Umbria, dove i sindaci dell'Orvietano hanno chiesto al presidente della Regione che sia dichiarato lo stato di emergenza per i danni derivanti da neve e gelo. La richiesta è motivata dalla estensione delle aree colpite, dall’entità dei danni fino ad ora riscontrati e dal perdurare di numerose situazioni di criticità su tutto il territorio del comprensorio orvietano.

A dura prova anche la Toscana, dove alcune utenze elettriche non sono ancora state riattivate. Nel Senese sono intervenuti due elicotteri e il 186° reggimento paracadutisti per fornire supporto logistico, generatori elettrici e aiuto per spalare la neve in località Monticiano e Iesa.

I disagi alla circolazioneproseguono su gran parte della penisola. Strade bloccate in 14 regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria. 

I disagi legati al maltempo interessano anche il raccordo autostradale tra Salerno e Avellino. I mezzi spazzaneve stanno lavorando al ripristino della circolazione e Anas raccomanda di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario, provvisti di catene o gomme da neve.

Il maltempo colpisce anche le Marche. Ad Ascoli Piceno le scuole resteranno chiuse fino a lunedì.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.