Da oggi si paga il parcheggio per andare al mare

Da oggi si paga il parcheggio per andare al mare

Basta sosta gratuita ad Albaro. Anche le ultime «isole» cambiano colore e diventano a pagamento. Scatta infatti oggi il nuovo orario estivo che prevede l’istituzione della sosta a pagamento in spazi fino ad ora rimasti «liberi». Si tratta dei posteggi bicolori, che gli automobilisti trovano limitati da una doppia striscia, sia bianca, sia azzurra. Una particolarità che indica come in determinati periodi dell’anno il posteggio sia gratuito, mentre in alcuni mesi è previsto il pagamento del pedaggio.
Da oggi e fino al 31 agosto i non residenti dovranno pagare anche nei giorni festivi negli spazi della sottozona L e nella parte a mare della sottozona M. Inoltre saranno attivate «isole azzurre», cioè a pagamento per tutti a prescindere dai giorni, nelle vie Piave, Bovio, Giordano Bruno, Campanella, Don Minzoni, Galli, Martorelli, Pirandello, Righetti, Sauro e corso Italia. Per venire incontro a chi sceglierà di passare qualche ora in più al mare del centro-levante cittadino, la Genova Parcheggi istituisce anche tariffe speciali per l’isola azzurra di corso Italia. Il costo di 2 euro l’ora non verrà moltiplicato per soste prolungate, ma scatterà il forfait di 5 euro valido per l’intera giornata. In tutte le isole azzurre d’Albaro è invece possibile acquistare un abbonamento mensile per l’estate: il costo è di 30 euro per chi volesse usufruire della sosta per 8 ore al giorno (con esposizione di disco orario) e di 60 euro per l’intera giornata.
Particolare attenzione dovranno come sempre prestare i motociclisti: per loro restano gratuiti gli appositi spazi bianchi, ma non dovranno posteggiare nelle isole azzurre o nelle Blu Area. Il consiglio per tutti è comunque quello di leggere bene i cartelli per districarsi nel complesso gioco delle soste. Ed evitare ovviamente sgradite sorprese.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti