Piazza Affari in netto rialzo, Ftse Mib +1,2%, brilla Pirelli

Piazza Affari archivia la seduta in netto rialzo con l'indice Ftse-Mib in crescita dell'1,21% e il Ftse All Share dell'1,25. Tra le blue chip milanesi, maglia rosa a Pirelli (+4,31%) in scia alla brillante performance a Francoforte del competitor Continental (+13,15%) che ha annunciato di essere tornata all'utile operativo nel secondo trimestre, grazie al programma di ristrutturazione messo in atto. Bene anche Unicredit, tra i bancari (+2,21%), e tutti i titoli assicurativi, in linea con l'andamento del settore in Europa: Alleanza +2,06%, Generali +1,83%. In rosso Fiat (-1,1%) che mercoledì diffonderà i conti trimestrali. Bene Mediaset +2,37% e Mondadori +2,11%. Sul listino completo in spolvero L'Espresso (+6,93%) grazie alla doppia promozione di Ubs che ha alzato il rating sul titolo da «sell» a «buy». Resta ancora sospesa dalle contrattazioni Risanamento: è in corso il consiglio di amministrazione d'urgenza, con all'ordine del giorno la richiesta di fallimento presentata dalla Procura di Milano. Per l'energia, Eni mette a segno un +1,84%: trascurati i titoli a maggiore contenuto difensivo come Snam Rg -0,16% e A2A -0,16%.
Le Borse estere. Chiusura in rialzo per le Borse europee, che accolgono positivamente la notizia dell'accordo tra Cit e obbligazionisti, che potrebbe scongiurare il fallimento della banca americana, e il nuovo incremento del superindice Usa. L'Ftse100 di Londra avanza dell'1,25%, il Dax di Francoforte guadagna l'1,04% e il Cac40 di Parigi sale dell'1,63%.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti