Addio a Ferdinand Piëch, l'ex grande capo della Volkswagen

Il top manager è morto a 82 anni dopo una cena. Nipote di "Ferry" Porsche, a lungo aveva sognato di accaparrarsi l'Alfa Romeo. Aveva lasciato gli incarichi di vertice del gruppo in seguito al Dieselgate

Addio a Ferdinand Piëch, l'ex grande capo della Volkswagen

È morto Ferdinand Piëch, l’ex grande capo del gruppo Volkswagen. Aveva 82 anni. Il decesso è avvenuto domenica sera in un ristorante della Baviera: a nulla è valso il ricovero immediato all’ospedale di Rosensheim. A darne notizia è stato il sito della “Bild”.

Piëch, nipote di Ferdinand Porsche, è stato amministratore delegato del gruppo tedesco e, quindi, presidente del consiglio di sorveglianza. Incarico che aveva lasciato nel 2015.

In più occasioni, il super manager di origini austriache aveva cercato di accaparrarsi l'Alfa Romeo, marchio del quale era innamorato. Di italiano, il colosso di Wolfsburg ha nel suo ricco portafoglio Automobili Lamborghini, Ducati e Italdesign, cedutagli dalla famiglia Giugiaro. Tra i suoi colpi, l'acquisizione di Porsche nel 2012, ma anche dei marchi Bentley e Bugatti.

La scomparsa di Piëch avviene a poco più di un anno da quella di un altro big dell'auto, Sergio Marchionne, ex ad di Fca e presidente di Ferrari.

Una coincidenza: Piëch scompare a poche settimane dal Salone dell'auto di Francoforte durante il quale, proprio Volkswagen, aveva messo in calendario il lancio del nuovo logo, come segno di svolta dopo la brutta storia del Dieselgate.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento