Adriano Celentano e l'elogio inaspettato: "Governo Draghi? Giudico positivo il gesto di Salvini"

Adriano Celentano, che si definisce "grillino della prima ora" va controcorrente e approva l'appoggio di Salvini a Mario Draghi

Adriano Celentano e l'elogio inaspettato: "Governo Draghi? Giudico positivo il gesto di Salvini"

L'endorsement che non ti aspetti è quello di Adriano Celentano a Matteo Salvini. Il Molleggiato ha apprezzato la scelta del leader della Lega di passare dall'opposizione al governo e lo ha espresso con un post sui social. "'Solo gli sciocchi non cambiano idea', ha detto Pier Ferdinando Casini a cui faccio i miei più sinceri auguri di pronta guarigione dal Covid", ha scritto Adriano Celentano, che poi continua: "Un Covid meno aggressivo a giudicare da un Casini più in forma del solito. E io sono pienamente d'accordo con lui quando, riferendosi a Salvini, dice che solo gli sciocchi non cambiano idea".

Quello di Adriano Celentano è un post molto lungo, nel quale il cantautore ci cimenta in un'analisi della situazione politica attuale e soprattutto si concentra sulla figura di Matteo Salvini, che da quando ha comunicato che avrebbe offerto il suo appoggio al governo di Mario Draghi è sotto il fuoco incrociato. "Non ci si deve meravigliare se il doppio triplo salto mortale di Salvini abbia tramortito, non solo i suoi antagonisti ma lui stesso, dal quale pare non essersi ancora ripreso", scrive ancora Adriano Celentano, fiero sostenitore del Movimento 5 Stelle: "È vero, solo gli sciocchi non cambiano idea, e io che sono un Grillino della prima ora, a differenza di quei grillini che per fortuna sono la minoranza, giudico positivo il gesto di Salvini".

Le parole del Molleggiato arrivano a sorpresa nel giorno del giuramento di Mario Draghi e dei suoi ministri e dell'addio di Giuseppe Conte. Le lacrime di Rocco Casalino e il saluto commosso di Giuseppe Conte ai commessi di Palazzo Chigi, che per molti è solo un gesto di riconoscenza per l'aumento dei salari, fanno oggi il paio con il post di Adriano Celentano. Il cantautore ha anche spiegato perché oggi apprezza la decisione di Matteo Salvini, letta nell'ottica della salvezza del Paese, ossia "per non perdere il TRENO di quelle larghe intese che il presidente Mattarella ha battezzato come il governo di unità nazionale. Il quale, solo se è veramente di unità nazionale può avere qualche probabilità di vincere sul carceriere che sta imprigionando il mondo intero".

Adriano Celentano non è mai stato tenero con Matteo Salvini, di cui ha sempre criticato l'operato e stupisce i più questo repentino cambio di considerazione. Ma, come dice lo stesso Molleggiato riprendendo Pier Ferdinando Casini "solo gli sciocchi non cambiano idea".

Commenti