Alfano passa all'insulto: "Salvini monomaniacale"

Il ministro difende l'euro e le politiche migratorie del governo. Poi, rimane senza argomenti e insulta

Alfano passa all'insulto: "Salvini monomaniacale"

Adesso Angelino Alfano passa agli insulti. "Matteo Salvini nei miei confronti ha una forma monomaniacale di fissazione". In una intervista al Gazzettino, il ministro dell'Interno accusa il leader del Carroccio di portare in Italia "l'estremismo di destra". "Noi - dice - sosteniamo che i moderati sono la maggioranza e che i moderati non possano essere riuniti da un estremista come lui".

L'intervista di Salvini a pochi giorni dalle regionali in Veneto è una difesa a spada tratta dell'euro e delle politiche migratorie del governo Renzi. Peccato che la moneta unica e l'immigrazione clandestina sono le cause principali della crisi economica in Veneto. "Mentre in Europa e in Italia riprendono le esportazioni e sta ricominciando la ripresa - tuona Alfano - Salvini vuole uscire dall’euro rendendo l’Italia più debole danneggiando pesantemente gli imprenditori, anche veneti". Sugli sbarchi e le polemiche sull’accoglienza, il ministro dell'Interno spiega che il governo punta ad "avere meno immigrati grazie alla distribuzione che vogliamo fare in Europa". Peccato che a Bruxelles stanno preparando per Matteo Renzi una brutta sorpresa.

Alfano se la prende anche con il governatore uscente Luca Zaia. "Avrebbe potuto esercitare una leadership facendo valere proprio i buoni risultati della Giunta regionale - commenta il leader di Ncd - invece ha preferito ubbidire a Salvini anche se in realtà ha fatto una cortesia a noi".

Commenti