Un amore su tre finisce in fumo per colpa della sigaretta del partner

Addio intesa, se lei o lui si trasformano in tabagisti senza rispetto reciproco

Un amore  su tre finisce  in fumo per colpa della sigaretta del partner

Sara Mauri

Si sa, stare con una persona non è sempre facile, anche se molto più spesso è piacevole. Ci regala attimi di felicità, ma ci sono atteggiamenti che a lungo andare stancano. Piccole cose di cui, probabilmente, non ci si rende neanche conto, ma che si sommano e che al partner possono dare fastidio. Ecco, magari, facciamocele dire in anticipo. Perché, provare ad auto correggersi prima che sia troppo tardi, potrebbe essere una buona strategia. Il fumo per un partner non fumatore è un piccolo atteggiamento particolarmente fastidioso, fumatori avvertiti. Lo dice una ricerca di Found!-Story Engagement Factory Italiana- per Conto di Philip Morris Italia, effettuata su un campione di 2.500 utenti italiani, tra i 25 e i 55 anni. La ricerca mira a capire l'origine dei malesseri di coppia, andando a indagare i piccoli atteggiamenti che danno fastidio. L'analisi ha misurato online le parole chiave più utilizzate nelle conversazioni degli utenti in blog, social, forum e community web. E ha constatato che l'affiatamento di coppia perfetto è presente solo nel 33% dei soggetti monitorati. Di questi, alcuni affermano che l'intesa è forte sotto qualsiasi punto di vista. E sono il 15%. Per altri, invece, sempre positivi riguardo alla relazione, il 18% riesce sempre a capirsi e trovarsi. Ma poi ci sono quelli che non sono proprio in armonia. Ma i motivi per cui questa intesa manca, ci sono il tempo, le incomprensioni, il peso dei rapporti con i figli, l'avanzare dell'età, i problemi del lavoro. E i piccoli atteggiamenti fastidiosi pesano. Dei dati raccolti, nei piccoli atteggiamenti che fanno infastidire il partner nella vita quotidiana, particolare rilievo è dato dal fumo dell'altro, se l'altro fuma. Questo problema lo sentono il 32,5% dei soggetti indagati, con pochissima differenza tra uomini e donne. I fattori che incidono sono molteplici. Si va dal poco rispetto altrui nell'accendersi una sigaretta, all'odore cattivo che proviene dall'altro quando ci si scambia un bacio, ai posacenere pieni di mozziconi lasciati in giro, al fumo in camera da letto. L'odore cattivo proviene anche dagli armadi e dai vestiti. Se siete fumatori, vi siete mai sentiti dire: puzzi come un posacenere? Ecco. E fumare in macchina è fastidioso sia per un uomo sia per una donna e i numeri li mettono d'accordo: il dato è trasversale. Ma è in casa che si sente il peso del fumo: il 66% delle donne non sopporta che lui fumi in camera da letto (dormire con l'odore cattivo), mentre il 62% degli uomini sopporta poco che la donna vada in bagno a fumare (luogo dell'igiene). Lo studio dice che gli uomini non sopportano il vedere la partner che si alza dal letto e si accende una sigaretta, le donne non amano che l'uomo le faccia aspettare per fumare, perdendo tempo. Alla fine i fumatori andranno a finire nelle riserve come i panda. Ma esistono delle alternative: le sigarette elettroniche con il liquido o le sigarette elettroniche a combustione.