Il blitz dei giudici di Milano: convalidata una adozione gay

Bimba adottata in Spagna da coppia lesbica. La Corte di Appello a Milano dà il via libera alla trascrizione

Un nuovo blitz dei magistrati. Un'entrata a gamba tesa su un tema tanto delicato quali le adozioni gay proprio mentre il parlamento si prepara a discutere il ddl Cirinnà. La Corte d’Appello di Milano ha dichiarato l’efficacia in Italia del provvedimento con cui una donna ha adottato in Spagna la figlia della sua compagna (le due si sono sposate e poi hanno divorziato nel Paese iberico), nata con fecondazione eterologa. Ordinando la trascrizione dell'atto i guidici danno un assist senza precedenti alle associazioni omosessuali che festeggiamo il "pieno riconoscimento" alle coppie omosessuali. "I bambini non si discriminano:riconosciamo legami solidi ad ogni figlio o figlia, anche a quelli con due papà o due mamme", ha dichiarato dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale dell'Arcigay, invitando il parlamento a premere l'acceleratore sulla stepchild adoption.

Con una storica decisione, resa nota oggi dal portale di studi giuridici sull'omosessualità Articolo29, la Corte d’Appello di Milano ha ordinato la trascrizione dell'adozione "piena e legittimante" di una ragazzina di dodici anni nata da due donne in Spagna. La Corte ha sancito che la minore è figlia di due madri anche per la legge italiana. Le due donne si erano sposate in Spagna ed avevano generato insieme la piccola. Essendosi quindi divorziate, avevano raggiunto un accordo sulle condizioni di collocazione abitativa e di mantenimento. La Corte milanese dà atto che la minore "è stata adeguatamente amata, curata, mantenuta, educata ed istruita da entrambe le donne che hanno realizzato l’originario progetto di genitorialità condivisa, nell’ambito di una famiglia fondata sulla comunione materiale e spirituale di due persone di sesso femminile" e che la "adozione piena" corrisponde al suo interesse.

La decisione dei giudici milanesi ha aperto di nuovo il dibattito politico. Con Forza Italia che ha subito alzato le barricate contro i magistrati milanesi. "È inutile che in Parlamento si discuta diunioni civili e stepchild adoption se i giudici scavalcano e si sostituisconoal legislatore - tuona il deputato azzurro Luca Squeri - si tratta di un intervento a gambatesa quantomeno improprio e intempestivo, destinato ad alterare il dibattitosu un tema delicato che investe i pilastri della nostra società, ossia la famiglia e la genitorialità". Festeggiano, invece, le associazioni omosessuali. "A chi ancora tentenna sull’istituto della stepchild adoption - commenta l'Arcigay - chiediamo di mettersi una mano sulla coscienza e chiedersi piuttosto quanto quella legge sia ancora distante dalla piena uguaglianza e dal diritto superiore dei bambini di vedersi riconosciuti a pieno i propri affetti".

Commenti

giosafat

Gio, 10/12/2015 - 19:39

Se la legge non prevede quanto imposto dai magistrati li si metta tutti fuori ruolo e li si licenzi in tronco. Punto e basta.

Ritratto di MelPas

MelPas

Gio, 10/12/2015 - 21:10

VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA. Licenziateli tutti. MelPas.

MONDO_NUOVO

Gio, 10/12/2015 - 21:35

un qualunque lavoratore che non esegue i compiti per cui è pagato o sbaglia nella loro esecuzione volontariamente è licenziabile in tronco! Questi "signori" che si credono onnipotenti pensano che loro siano la legge e di poter essere al di sopra della legge. Vanno licenziati e condannati per disprezzo della legge e abuso d'ufficio!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 10/12/2015 - 21:54

Questi sono fuori di testa. Si sono sostituiti al legislatore... poi una bambina con due madri non ha senso in quanto la natura non permetterebbe un'aberrazione simile.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 10/12/2015 - 22:01

Legge stuprata da chi dovrebbe farla rispettare!

cecco61

Gio, 10/12/2015 - 22:33

Questa sentenza è l'ennesima dimostrazione che il Paese è ormai schiavo della Magistratura. Il potere legislativo è solo ormai un burattino del potere giudiziario. La giustizia di "classe", auspicata già da tempo da diversi giudici, anche laddove sia contraria al nostro ordinamento, è ormai cosa fatta.

BiBi39

Gio, 10/12/2015 - 23:52

Articolo incompleto : cosa vuol dire " le due donne hanno generato insieme la piccola "? E giuridicamente e anagraficamente di chi era figlia?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 11/12/2015 - 00:02

Ennesimo esempio di magistrati che ignorano le leggi del nostro paese e PRENDONO DECISIONI SCAVALCANDO IL PARLAMENTO. Una istituzione dello stato che abusa del potere affidatole e si beffa dei cittadini TOGLIENDO LORO IL DIRITTO DI LEGIFERARE ATTRAVERSO IL PARLAMENTO. Questa è la devastazione del diritto provocata dagli aderenti a Magistratura Democratica.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 11/12/2015 - 01:31

C'è scritto: "Le due donne si erano sposate in Spagna e avevano generato insieme la piccola" Detta così, fa pensare a un intervento divino, magari preceduto da un avviso di un angelo...

rossini

Ven, 11/12/2015 - 08:15

Alla faccia della separazione dei poteri. In Italia i Magistrati le leggi se le fanno e se le creano a loro uso e consumo in barba alle prerogative del Parlamento. Altro che "servi della legge". Padroni e signori della legge, io direi.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Ven, 11/12/2015 - 09:22

Licenziate questi magistrati su due piedi. Loro non fanno le leggi, e noi non siamo ancora un paese dei campanelli.

Giorgio5819

Ven, 11/12/2015 - 09:30

Ennesima porcata rossa. Chi comanda in italia ? Il parlamento o i giudici ?

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 11/12/2015 - 09:48

Saranno stati gli stessi giudici ,illuminati dal sole dell'avvenire, che hanno costretto il padre della ragazza stuprata a risarcire l'aguzzino della figlia , oppure quelli che hanno costretto a risarcire la famiglia della risorsa rom caduta nell'esercizio della professione di ladro ...MA QUANDO FINIRA' TUTTO STO SCHIFO ????????

Mannik

Ven, 11/12/2015 - 09:49

Abraxasso - effettivamente la partenogenesi esiste (nel qual caso si avrà esclusivamente una femmina). Articolo scritto malissimo comunque su questo ha ragione. E ciò che fa specie è che si parla di una coppia lesbica e che foto mette la redazione?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 11/12/2015 - 09:49

Siamo nella piena illegalità dei magistrati che si sono sostituiti al legislatore (il quale è già illegale di suo). Questa è l'Italia che si è fatta corrompere dai poteri esterni e che continua nella sua discesa verso l'inferno.