Cacciari: "Governo Draghi? È l'uomo giusto ma non sarà premier"

Il filosofo dice la sua sulla possibilità di un governo guidato dall'ex presidente della Bce: "Sarebbe il profilo più adatto"

"Di fronte allo scenario catastrofico che si aprirà, sarebbe logico un governo con una grande coalizione, che si potrà però realizzare soltanto se cambiano gli equilibri politici e se cambia il primo ministro. Ecco, l'uomo più adatto per condurre una manovra così radicale, con il massimo appoggio possibile dei Paesi europei, sarebbe senza dubbio Mario Draghi. Ma non avverrà". La previsione, con tanto di endorsement, è di Massimo Cacciari.

Il filosofo, ai microfoni di Circo Massimo su Radio Capital, ha commentato la possibilità di un governo di unità nazionale, causa emergenza coronavirus, con l'ex presidente della Banca Centrale Europea a Palazzo Chigi, in sostituzione di Giuseppe Conte. Nonostante il profilo dell'ex numero uno di Francoforte sia quello certamente più adatto e con molta voce in capitolo negli ambienti Ue che contano, l'accademico pensa che non si formerà mai un esecutivo con Draghi premier, anche se – dice – "gli appelli di Sergio Mattarella mi pare di capire che vadano in quella direzione".

Dopo aver fatto la propria investitura all’economista, l'ex sindaco di Venezia fa una seconda profezia sull'Europa e su come l'Ue continuerà a sbagliare in questa crisi storica per l'Italia, il Vecchio Continente e il mondo interno.

Questo il Cacciari-pensiero sullo strumento dei cosiddetti eurobond che potrebbe dare un aiuto all'economia continentale: "Una grande emissione di titoli europei garantiti dalla Bce per affrontare la crisi sarebbe ragionevole, ma anche questo non avverrà mai". Quindi, spiega perché, secondo lui, ciò non accadrà. La colpa, infatti, sarebbe di Paesi del Nord, Germania compresa, che "non accetteranno mai di salire con noi sulla stessa barca, finché non daremo dimostrazione, con una manovra eccezionale, di volerci accollare le nostre responsabilità". Dunque, aggiunge: "Noi abbiamo continuato ad aumentare il nostro debito a partire dall'euro, senza sfruttare l'opportunità che l'euro ci dava di ridurre drasticamente il debito. Bisogna rendersi conto anche di questo, non possiamo continuare a scaricare le responsabilità sull'Europa e sulla Germania: è mancanza di serietà, è infantilismo".

Prima di congedarsi, Cacciari dà il suo giudizio sull’operato del governo Conte su come stia gestendo – non così bene… - la crisi del lavoro: "Il governo dovrebbe dare rassicurazioni, ad esempio dire agli imprenditori che ai lavoratori ci pensano loro per evitare che gli imprenditori vadano con il culo all'aria. Dovrebbero dare rassicurazioni a tutte le categorie più esposte alla crisi, e mi pare che i provvedimenti non siano ancora operativi e siano molto incerti da interpretare…".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Homunculus

Mer, 25/03/2020 - 11:21

Tutto giusto fino alla metà dell'intervista, poi quando dice che l'Italia deve dare all'Europa una dimostrazione di serietà con una manovra eccezionale (Patrimoniale) non fa altro che ricadere sul versate dell'europeismo pangermanico. A quel punto, c'è già Gentiloni.

glasnost

Mer, 25/03/2020 - 11:28

Prima un'analisi vera della situazione poi si cercano le soluzioni. L' analisi è questa:1) Il Governo PD+Conte e compagnia non è adatto a gestire questi momenti, considerato anche che è in minoranza tra gli Italiani, 2) L 'UE non è amica dell' Italia, gli Italiani la vogliono sempre meno e la vedono come una cosa IMPOSTACI da altri.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 25/03/2020 - 11:39

Anche il Senatore Monti era l'uomo giusto, poi abbiamo visto come ha "sistemato" gli italiani.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Mer, 25/03/2020 - 11:40

Già prima di questa tragedia eravamo la Cenerentola d'Europa, con la Sinistra Italiana Masochista che professava "Tutto va bene Madama La Marchesa", pendendo dalle labbra di Francia e Germania che ci hanno guardato sempre dall'alto in basso e che in buona sostanza non ci hanno mai amato. Oggi con il CORONAVIRUS queste contraddizioni si sono svelate drammaticamente agli occhi di tutti gli Italiani.L'Europa non esiste e quanto prima ne prendiamo atto, prima ne usciremo da questo incubo infernale. Cordialità

steffff

Mer, 25/03/2020 - 11:45

D'accordo con Glasnost. L'euro non e'stato lo strumento che ci avrebbe consentito di ridurre il debito, e' stato lo strumento per far perdere competitivita' al nostro sistema industriale, finendo per aumentare il debito, seppure indirettamente. Avremmo dovuto risanarci prima di entrare nell' euro, non entrarci con la palla al piede

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 25/03/2020 - 11:50

Forse, quando Draghi ricoprirà un ruolo istituzionale con l'appoggio di tutto l'arco parlamentare, gli italiani si accorgeranno finalmente di avere un regime fantoccio voluto dall'estero e smetteranno di cercare santi patroni tra i traditori piddoleghisti che infestano il parlamento.

glasnost

Mer, 25/03/2020 - 11:53

@micheleciaramella2 : non è vero che non esiste. Anzi! Esiste ed opera contro l'Italia, imponendoci anche i governi scelti dagli euroburocrati che portino avanti gli interessi dell'UE rispetto a quelli degli Italiani. Il Dr. Gualtieri ne è un chiaro esempio. Via tutti quanto prima : Gverno ed UE

vtrgsgcdg

Mer, 25/03/2020 - 12:06

Cacciari! Veda di precisare. Quelli che fanno i debiti sono roma e il sud Italia, non mi sembra che Lombardia,Veneto, Piemonte e Emilia Romagna abbiano disavanzi di bilancio, e la sola Lombardia da 54 miliardi di euro di tasse ogni anno a roma senza che tornino in Lombardia. Perciò l'infantilismo riguarda roma e il sud, poi figuriamoci che il governo è composto prevalentemente da burocrati di roma e del sud che comandano anche al Nord. Ma dove volete andare!? Fino a quando restano al timone dell'Italia burocrati romani e del sud Italia la situazione economica, sociale, culturale non potrà che peggiorare per l'Italia.

Homunculus

Mer, 25/03/2020 - 12:08

Draghi sarà l'uomo giusto per gestire l'Italexit e ridare una prospettiva di medio periodo all'economia italiana, ancorché di lacrime e sangue per almeno cinque anni a seguito di quello che sarà l'inevitabile default finanziario nazionale. Ma almeno non saremmo spolpati da tedeschi e francesi, dopo che abbiamo constatato con mano che l'Europa non ci è benigna (e non soltanto in questi giorni).

DRAGONI

Mer, 25/03/2020 - 12:13

Nemo propheta acceptus est in patria!!!

Ilsabbatico

Mer, 25/03/2020 - 12:26

Prendo in mano il telefono mi leggo questo articolo e capisco che è meglio che vada a fare altro.... Io vorrei vedere in faccia qualcuno che pensa onestamente ma proprio onestamente che l'euro era lo strumento per diminuire drasticamente il debito! Qui non c'è destra o sinistra che tenga! Questa è pazzia!!!! Avrebbe potuto aiutare a diminuire il debito sí come in altri paesi certo, ma non alle condizioni di ingresso accettate dall'Italia...smettiamola di prenderci in giro.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Mer, 25/03/2020 - 12:27

Draghi sarebbe un grande Premier ma sicuramente sarebbe esposto al fuoco incrociato di Lega e M5S che da anni mettono in giro le solite teorie complottare sull'euro, massoneria, signoraggio etc.

bernardo47

Mer, 25/03/2020 - 12:34

anche Cacciari se stesse un po' zitto, sarebbe meglio.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mer, 25/03/2020 - 12:37

In mano alla troika e con questa crisi economica o ritorno alla liretta e ripartire come negli anni '50, anche restando in Europa ? Qualcuno vuole fare un'analisi costi/benefici, a questo punto ?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 25/03/2020 - 12:42

Cacciari parla bene, come sempre, ma comunque boccia Draghi. Vento di sinistra.

diegom13

Mer, 25/03/2020 - 12:48

Il problema dell'Italia, visto da Bruxelles, è "nec tecum nec sine te vivere possum": non vogliono cedere un posto a tavola, ma non vogliono nemmeno che l'Italia se ne vada perché sarebbe leader naturale di un'area mediterranea che escluderebbe la Francia.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 25/03/2020 - 12:49

@ConteRaffaello Come tu faccia a dormire la notte con l'eco della tua voce nella scatola cranica, non si sa. Se non sai dell'esistenza della massoneria, leggiti una degli innumerevoli autori che se ne sono occupati, che so Karl Krause (+1832), e procedi da lì in ordine cronologico. Se non conosci il significato di "signoraggio", vai sul sito della Bank of England, cercati la sezione "Money creation" e informati. Non si può pretendere di essere imboccati alla tua età. P.S. ALla Lega Draghi piace quanto al PD.

uno_qualsiasi

Mer, 25/03/2020 - 13:11

da leadership aggressive come il tentativo della riforma del Senato, parte del PD ha iniziato guardare o proporre Super Mario Draghi perché, testuali loro parole, gli serviva un "Bravo Amministratore". Il problema è che ci sono sempre dietro loro e con i danni che hanno fatto soprattutto dalla crisi dello Spread del 2011 e visti i risultati viene naturale pensare loro in forma di antitesi.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Mer, 25/03/2020 - 13:15

@glasnost - Hai perfettamente ragione e infatti quel mio "non esiste" è da intendersi quale affermazione retorica ed eufemistica che nulla toglie al concetto autolesionistico della Sinistra Italiana che dell'Europa ne fa un dogma senza se e senza ma, andando contro gli interessi degli Italiani. Cordialità

Antonio Chichierchia

Mer, 25/03/2020 - 13:15

Cacciari ha ragione, sia su Draghi, sia sul fatto che non lo diventerà mai.Ho l'impressione che Conte voglia diventare Presidente della Repubblica e quindi deve gestire anche l'uscita dal tunnel del Corona Virus ed la naturale gioia riconoscente degli Italiani..

Reip

Mer, 25/03/2020 - 13:19

Ma quale premier, ma quale Governo! Se mai questa pandemia terminerà, l’Italia si ritroverà sola a dover ricostruire un paese distrutto! Alcuni economisti calcolano più di 25 milioni di disoccupati, un debito pubblico alle stelle, Il paese in default, il sistema finanziario bancario ed economico distrutto, i nostri risparmi bruciati. Le maggiori aziende e istituti finanziari quotati in borsa saranno stati già acquistati da multinazionali francesi tedesche cinesi o di altri paesi più potenti a prezzi stracciati! Se nel frattempo in Italia, ci sarà stata anche una guerra civile, la situazione sarà ancora più drammatica! Già prima del Covid-19 eravamo una sorta di paese a sovranità limitata, colonia militare degli USA, poi con il sistema Europa siamo diventati anche schiavi della UE. Cosa sara’ l’Italia alla fine di questa pandemia? Un Paese del terzo mondo, povero, lacerato, distrutto, alla mercé di cani e porci, peggio della Grecia!

erminio

Mer, 25/03/2020 - 13:21

Cacciari,come siamo stati buoni ha rinunciare a quello c’è ci doveva la Germania, a concedere tutti gli agi per assorbire 20 milioni di tedeschi. Il debito non l’ha creato il popolo italiano ma i politici italiani sempre proni ai poteri forti. E mi fermo qua.

Ritratto di marmolada

marmolada

Mer, 25/03/2020 - 13:21

Quintus_Sertorius condivido il tuo pensiero e reputo che il sig. Conte bla bla bla abbia dei seri problemi

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 25/03/2020 - 13:27

Questo Cacciari oramai è preda inerme di una sindrome da rimbambimento. Sempre più spesso cade facilmente in contraddizione. Gravissimo per un filosofo o presunto tale. Evidentemente sarà l’età avanzata o la paura del virus. Recentemente diceva che, dopo la grande crisi dell’epidemia, tutto sarebbe dovuto cambiare. Ora se ne esce auspicando che il triviale burocrate Draghi venga messo a capo di un eventuale nuovo governo italiano. Come dire che le politiche economiche rimarranno quelle che da decenni ci stanno affossando mese dopo mese. E dove sta l’auspicabile cambiamento di cui ciancia il suddetto pseudofilosofo? Ma capisco altresì che, nel marasma attuale, bisogna ingegnarsi per farsi notare. Magari anche dicendo castronerie.

GeoGio

Mer, 25/03/2020 - 13:29

Draghi ha una macchia nel suo cv: lavorava per Goldman Sachs. Sarebbe da capire per chi tira la volata, e' un patriota o pensa come il PD a svendere l'Italia e mantenmersi un posto al sole? (leggi poltrona comoda sotto il sedere). Dopo avere visto Monti, Sassoli (eleggono la von der leyen) e ConteleccaMerkel il dubbio viene

Duka

Mer, 25/03/2020 - 16:31

Secondo me è la persona giusta per unire Capo dello stato e Presidenza del consiglio, alla americana per intenderci. E che sia finito questo stillicidio di denaro inutile e buttato alle ortiche per mantenere una presidenza più costosa di Buckingham Palace.

Giorgio1952

Mer, 25/03/2020 - 17:13

Anch'io penso che Draghi premier ed eurobond siano una buona soluzione ai problemi dell'Italia, al contrario di Cacciari mi auguro che questo possa diventare realtà. Cacciari ha perfettamente ragione "Noi abbiamo continuato ad aumentare il nostro debito a partire dall'euro, senza sfruttare l'opportunità che l'euro ci dava di ridurre drasticamente il debito. Bisogna rendersi conto anche di questo, non possiamo continuare a scaricare le responsabilità sull'Europa e sulla Germania: è mancanza di serietà, è infantilismo".

GeoGio

Mer, 25/03/2020 - 17:39

"Noi abbiamo continuato ad aumentare il nostro debito a partire dall'euro, senza sfruttare l'opportunità che l'euro ci dava di ridurre drasticamente il debito... ridicolo Cacciari, e che opportunita? la Germania ha nascosto il suo vero debito e creato lo spread, noi grazie a prodi abbiamo fatto un cambio sbagliato. Certo il nostro errore e' stato farsi fregare, del fatto che non ci hanno dato opportunita' ma regole suicide semmai.

Antonio Chichierchia

Mer, 25/03/2020 - 19:34

@GeoGio: è proprio così: L'euro aveva dimezzato le spese dello Stato rispetto alle entrate.Quando è entrato avevamo 1.600 miliardi, adesso 2.500 di debito pubblico.Anche in Germania il Marco stava a 900 lire e si raddoppiò, ma loro hanno investito in prodotti ad alto contenuto tecnologico, etc etc etc.Non hanno dilapidato i fondi europei come noi (dilapidarli significa anche non usarli), ma hanno abbellito e ristrutturato le loro città ...