La Lega vota con FdI: maggioranza spaccata sulla castrazione chimica

Oggi alla Camera la Lega e il M5S hanno votato in maniera difforme su un ordine del giorno presentato da Fratelli d'Italia sulla castrazione chimica

Maggioranza spaccata sulla castrazione chimica. Dopo che ieri è passato all'unanimità il reato di 'revenge porn' e che il ministro Giulia Bongiorno ha annunciato di voler accantonare questa sua proposta pur di riuscire a portare a casa il Codice Rosso "col sorriso sulle labbra", oggi alla Camera la Lega e il M5S hanno votato in maniera difforme.

I leghisti hanno detto sì a un ordine del giorno sulla castrazione chimica presentato da Fratelli d'Italia, mentre i grillini si sono schierati con le opposizioni bocciando il tentativo di far passare con 383 no, 126 sì e 1 astenuto. "La maggioranza è andata in frantumi alla Camera. Però governano né d'amore né d'accordo. Solo potere per il potere", twitta subito il deputato forzista Giorgio Mulè. Mariastella Gelmini, presidente dei deputati Fi, attacca: "La corsa Salvini-Meloni a scavalcarsi a destra si schianta contro i numeri". L'unico ad astenersi è stato l'ex docente del Cern eletto con la Lega, Giuseppe Basiniche spiega:"Credo che lo Stato non abbia mai diritto di interferire in questa maniera. Se uno ha tendenze aggressive dobbiamo permettere la lobotomia prefrontale? Io non credo che faccia parte del diritto e delle nostre tradizioni un provvedimento come questo".

Il testo dell'ordine del giorno presentato dal 'meloniano' Francesco Lollobrigida, sul quale il governo si era rimesso all'Aula, impegnava l'esecutivo "ad adottare ogni opportuna iniziativa, anche di carattere normativo, volta a introdurre la possibilità di subordinare la concessione del beneficio della sospensione condizionale della pena in caso di condanna per reati sessuali a trattamenti terapeutici o farmacologici inibitori della libido".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

diesonne

Mer, 03/04/2019 - 16:34

diesonne governo fuori dei gangheri

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 03/04/2019 - 16:56

La Lega vota con Fratelli d'Italia? Mi pare logico. Non é logico che continui a "sgovernare" con i grillini.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 03/04/2019 - 17:20

E FI come ha votato?

buonaparte

Mer, 03/04/2019 - 18:11

la castrazione chimica non sono altro delle sostanze che vengono prese per abbassare il desiderio e poter controllarsi meglio. in molti stati del nord piu civili è una cosa normale e viene fatta su richiesta della stessa persona. cambiamo il nome castrazione che fa pensare ad un atto violento. tutti noi da militare abbiamo preso senza saperlo il bromuro per farci stare piu tranquilli sotto ogni punto di vista . certamente a dosi basse ,ma ce lo hanno dato .

mainardi2000@gm...

Mer, 03/04/2019 - 20:12

mainardigiacomo Zagovian telo dico io come ha votato Fi, naturalmente no ed è giusto così. Ma dove vivete nella giungla. La Meloni cerca visibilità a destra della lega poverina

carlottacharlie

Mer, 03/04/2019 - 20:15

La frase vendetta porno fa troppo paura ed allora come solo gli ignoranti possono fare la trasformiamo in revenge porn. Non conoscono l'italiano anche se hanno studi universitari ma come idioti al cubo usano frasi straniere che nemmeno sanno cosa vogliano dire. Il parlamento e abitato da cxxxxxi? Possibile siano di così bassa estrazione sociale che solo "lo straniero" li fa sentire civilizzati? Ignoranti ignoranti ignoranti, idioti beceri, parlate italiano ché la più bella lingua ci sia al mondo e da cui, col latino, sono scaturite tutte le altre. Ignorantiiii!!!!!!

giletricolore

Mer, 03/04/2019 - 23:01

castazione fisica non sarebbe meglio?

carlottacharlie

Gio, 04/04/2019 - 02:54

Castrazione tour court per chi aggredisce sessualmente. Poi non sta scritto da nessuna parte che la Lega debba votare contro le sane e giuste leggi. Certe scelte lasciamole ai debosciati, menti deboli e spinellate per non parlar delle sniffate; cervelli rovinati che reputano giusto il “contrario” .