Quando il ministero "invitò" i pm a non far autopsie sui casi Covid

Perché il governo vietò le autopsie e i tamponi sui morti? Perché invitò giudici e direzioni sanitarie a fare altrettanto? Il giallo della circolare del ministro Speranza

È sulla circolare 11285 del ministero della Salute che grava uno dei più inquietanti punti interrogati che il governo ancora non ha voluto dipanare. È stata emanata lo scorso primo aprile (nel pieno della "fase 1", dunque) e dà disposizioni sul settore funebre, cimiteriale e di cremazione. Al paragrafo "c", però, affronta anche il tema degli esami autoptici e dei riscontri agnostici (leggi qui). E così stabilisce: "Per l'intero periodo della fase emergenziale non si dovrebbe procedere all'esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di Covid-19, sia se deceduti in corso di ricovero presso un reparto ospedaliero sia se deceduti presso il proprio domicilio". Non solo. All'autorità giudiziaria "concede", in un cortocircuito costituzionale, la facoltà di "limitare l'accertamento alla sola ispezione esterna del cadavere". Come è stato possibile che in Italia, nel XXI secondo, si verificasse quello che un gruppo di medici legali non si è fatto troppi problemi nel definire il "lockdown della scienza"?

L'importanza delle autopsie

"La mancanza di indagini post mortem - si legge in un articolo pubblicato a fine maggio sul Journal of clinical medicine - non ha permesso una definizione della causa esatta del decesso, utile per determinare i percorsi di questa infezione". Non tutti si piegano al diktat del ministero della Salute. All'ospedale Papa Giovanni XXII, per esempio, come ricostruito nel Libro nero del coronavirus (clicca qui), il direttore del dipartimento di Medicina di laboratorio e Anatomia patologia, Andrea Gianatti, decide di fare di testa sua. E, insieme a Aurelio Sonzogni, si mette a fare autopsie già dal 23 marzo. "È stato chiaro abbastanza presto che questa malattia si stava manifestando in forma diverse, multiple". Per capire il comportamento del virus gli mancava ancora qualche tassello. La necessità di capire lo porta a infrangere le regole e a scoprire l'utilità dell'eparina contro le trombosi. "L'idea di intervenire sulla coagulazione a livello empirico - rivela a QN Gianatti - è partita dopo aver visto il quadro tromboembolico, e usare il cortisone nella virata infiammatoria vascolare". Quando, però, l'evidenza clinica, supportata dagli esami autoptici, inizia a dimostrare che i malati muoiono "non tanto per insufficienza polmonare grave, quanto per embolia polmonare massiva o altri gravi fenomeni trombo-embolico", è ormai troppo tardi. I decessi sono già a migliaia e l'onda d'urto della pandemia si è abbattuta inesorabilmente sull'Italia.

I dubbi sulla circolare

Nonostante al governo sia stato più volte rinfacciata la caterva di errori fatti durante la "fase 1", il ministro della Salute Roberto Speranza non ha mai motivato il contenuto della circolare 11285. Ora, però, l'avvocato Giancarlo Cipolla sta cercando di vederci chiaro sui ritardi e sulle omissioni nella lotta dell'esecutivo al coronavirus. Il 5 novembre scorso la procura generale di Brescia ha avocato a sé l'indagine che nei mesi precedenti era, però, già stata archiviata dai giudici di Cremona. Le ipotesi di reato (per ora contro ignoti) vanno dall'epidemia colposa all'omicidio colposo e lesioni colpose, fino ad arrivare poi all'abuso d'ufficio e omissione di atti d'ufficio. Nell'esposto del legale, che assiste Giovanna Muscetti, una manager milanese, si menzionano anche il divieto di eseguire autopsie sui cadaveri delle vittime del Covid-19 e il divieto di eseguire il tampone orofaringeo per avere la conferma se il morto era stato contagiato o meno. "Dai pareri dei medici citati nel nostro esposto - ci spiega Cipolla - il problema principale dei decessi non è il virus, ma la reazione immunitaria che distrugge le cellule infettate dal virus". Molti pazienti, infatti, finiscono in rianimazione per tromboembolia venosa generalizzata, soprattutto polmonare, e pertanto l'intubazione serve a poco se non si prevengono le tromboembolie. "Se ventili un polmone dove il sangue non arriva, non serve - spiega il professor Sandro Giannini della clinica Rizzoli di Bologna - il problema è cardiovascolare, non respiratorio. Sono le microtrombosi venose, non la polmonite a determinare la fatalità".

I punti critici

I punti uno e due del paragrafo "c" della circolare numero 11285 sono tesi a scoraggiare tout court qualsiasi analisi che potrebbe, invece, aiutare la scienza a fare passi avanti nella conoscenza del Covid-19 e quindi nello studio di una cura efficace. Al punto uno si dice chiaramente che "per l'intero periodo della fase emergenziale non si dovrebbe procedere all'esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di Covid-19, sia se deceduti in corso di ricovero presso un reparto ospedaliero sia se deceduti presso il proprio domicilio". Come se non bastasse al punto due si conferisce all'autorità giudiziaria la facoltà di "valutare, nella propria autonomia, la possibilità di limitare l'accertamento alla sola ispezione esterna del cadavere in tutti i casi in cui l'autopsia non sia strettamente necessaria". Analogamente per quanto riguarda le Direzioni sanitarie di ciascuna Regione si dice che gli verranno date "indicazioni finalizzate a limitare l'esecuzione dei riscontri diagnostici ai soli casi volti alla diagnosi di causa del decesso, limitando allo stretto necessario quelli da eseguire per motivi di studio e approfondimento". In questo modo il ministero inaugura la stagione delle concessioni con dubbia, interpretazione (come rilevato da molti studiosi) dei principi costituzionali realativi alla separazione dei poteri (giudiziario, esecutivo e legislativo) e dell'autonomia ed indipendenza della magistratura.

Difficile dire se l'indagine della procura di Brescia porterà a incriminazioni e condanne. Vedremo. Resta però la domanda: perché nel XXI secolo impedire l'esame autoptico? Una risposta ci deve pur essere. E qualcuno prima o poi dovrà fornirla.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Gere

Gio, 26/11/2020 - 10:17

Se è vero il ministro Speranza deve eseere incriminato.

Ilsabbatico

Gio, 26/11/2020 - 10:49

...the Great Reset... Cercate e informatevi.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 26/11/2020 - 10:54

Sono ministri che sbagliano...

ulio1974

Gio, 26/11/2020 - 11:10

...ma sconcertante non è la circolare, sconcertante è che nessun PM, invece, non abbia fatto l'autopsia.

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 26/11/2020 - 11:21

In tutta sincerità provo un senso di disgusto nel leggere le vostre esclusive. Vedere complotti e fare dietrologie su disposizioni che hanno una loro logica in quel determinato contesto è un qualcosa che esula dalla ragione umana. Aver raccomandato che "per l'intero periodo della fase emergenziale non si dovrebbe procedere all'esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di Covid-19" per voi due dunque significa che Speranza intendesse impedire la ricerca di una cura come se il covid fosse prerogativa esclusiva dell'Italia e fosse impedito all'intero orbe terracqueo di fare ricerca. Ma l'ha detto l'Avv. Cipolla, che diamine, come porre in dubbio le tesi di un simile luminare? Ma non vi passa per la mente che magari Speranza volesse semplicemente impedire che l'effettuazione di migliaia di autopsie contribuisse ad intasare la già disatrata struttura sanitaria?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/11/2020 - 11:32

ierofante 11:21...."che buono che è lei"!!

claudioarmc

Gio, 26/11/2020 - 11:32

Solo gli imbecilli non capiscono il danno provocato dallo stop alle autopsie, quante vite si sarebbero potute salvare? IDIOTI E CRIMINALI

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 11:41

@- Dal libro....La necessità di capire lo porta a infrangere le regole e a scoprire l'utilità dell'eparina contro le trombosi.........e risaputo che chi soffre di "flebite" si usa l'eparina e se hai dei trombi nei polmoni rientra nella norma, se sei medico!

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 11:44

Ti immagini gli ospedali con 1.000 morti al giorno fare a tutti le autopsie?!

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 11:48

@claudioarmc-Gio, 26/11/2020 - 11:32- Io sono uno di quei imbecilli, mi spiega il perchè, con parole sue.

DRAGONI

Gio, 26/11/2020 - 11:49

UN POVERINO!!

Ritratto di Smax

Smax

Gio, 26/11/2020 - 11:52

Se una cosa così l’avesse fatta un governo di cdx ci sarebbero già 3000 indagini e avvisi di garanzia a raffica. Hanno fatto sparire le prove del macello che hanno fatto.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 26/11/2020 - 11:56

ierofante, l'autopsia è parte integrante della ricerca di una cura; non fare le autopsie equivale a non sfruttare l'esperienza sui malati morti per tentare di curare i malati vivi; quindi sono morti per niente. Stona se detto da un medico, il dottor Speranza.

senzasperanza

Gio, 26/11/2020 - 12:04

amico,mio,bastava fare ,autopsie mirate.a campione.non,ci voleva pico della mirandola.

leopard73

Gio, 26/11/2020 - 12:20

Sono ministri riscaldati come la MINESTRA fanno solo le cose ci comodo!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/11/2020 - 12:21

La situazione è difficile, per la ripresa del coronavirus, più conosciuto e controllato, ma comunque invasivo in modo determinante, con una situazione sempre più difficile per la mediocrità di chi ha il compito di salvare gli Italiani dal guaio cinese, quello che ha invaso il mondo intero. Ma alla disgrazia segue il peggio del governo delle chiacchiere, con i Dpcm prodotti dall’avvocato Conte, quello che ha ordinato ai ristoranti di chiudere alle ore 18.00, cioè prima ancora di iniziare a lavorare in modo adeguato.

ItaliaSvegliati

Gio, 26/11/2020 - 12:41

Immaginarsi se si indaga...topo non mangia topo!!!

kayak65

Gio, 26/11/2020 - 12:42

piu' ignoranza circola e piu' e' facile schivizzare e togliere la liberta' al popolo bue. facendo cosi i dpcm erano motivati anche se uno a settimana spesso nella nottata del sabato. le autposie hanno rovinato il piano di questi incapaci di continuare lo stato d'emergenza perché lo dettava conte senza se e senza ma.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/11/2020 - 12:44

...la risposta?...L'imperativo era cavalcare la PAURA del virus TERRIFICANTE(le famose bare...),impedire la conoscenza dei suoi meccanismi,e relegare la PANDEMIA TERRIFICANTE,a qualche cosa di meno catastrofico,affrontabile serenamente,senza panico...ma ciò avrebbe contrastato con il miliardario "progetto" VACCINO,e con il progetto di un "reset mondiale" (con la complicità dei "governi" più deboli),delle nostre vite,dell'economia Mondiale,per effetto della DECOMPOSIZIONE,degli attuali meccanismi di sviluppo,ormai fuori controllo,per troppo "FASULLO" innescato dall FONDO ECONOMICO MONDIALE(quelli che si riuniscono a Davos...).La "pandemia" covid,è stata il pretesto-occasione per accelerare il progetto,e niente doveva disturbarlo!

giulio1963

Gio, 26/11/2020 - 12:46

Questo succede quando in un ruolo importante come quello del Ministro per la Salute Pubblica c'è uno sbarbino che ha sempre fatto solo il politico e che di medicina sa NULLA.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/11/2020 - 12:52

xgerico 11:44...come fa a non capire che non era necessario farle a tutti!Come fa a non capire che non era necessario dare queste disposizioni,lasciando quindi" l'"opportunità" la "discrezione" agli Organi Competenti?....Non capisce che questa ingerenza PUZZA,per evitare che si trovasse qualche cosa,qualche cosa,che non doveva apparire?...No,troppo difficile?

agosvac

Gio, 26/11/2020 - 13:20

Credo ci siano gli estremi per mettere sotto inchiesta per procurata strage questo Ministro dell'inconcludenza. Strano che i solerti magistrati italiani non siano ancora intervenuti. Ma già, loro intervengono sempre quando è troppo tardi.

QuasarX

Gio, 26/11/2020 - 13:28

qualcuno dovrebbe spiegare tale disposizione; tipo chi l'ha firmata

xgerico

Gio, 26/11/2020 - 13:28

@Zagovian-gio, 26/11/2020 - 12:52- A te i "complotti" li trovi anche in "famiglia"?!

Marcnic

Gio, 26/11/2020 - 13:46

È tutto un gomblotto!!!

polonio210

Gio, 26/11/2020 - 13:55

Caro Xgerico:sicuramente rammenterà quelle immagini dei camion militari,in una notte di tregenda,che portavano via i corpi dei deceduti da Bergamo?Prima di continuare voglio spegnere ogni dubbio sul nascere:i morti,purtroppo ci sono stati ed anche troppi,e solo un ixxxxxxxe potrebbe negare ciò.Detto questo mi permetterà di porre qualche domanda?Come mai i corpi sono stati immediatamente portati via e cremati?Come mai i parenti,alcune settimane dopo,hanno ricevuto l'ingiunzione di pagare la cremazione?Cremazione da loro non voluta.Come mai ai parenti non fu permesso vedere il corpo del loro congiunto con tutte le precauzioni del caso,magari da dietro un vetro?Non mi risulta,ma io sono un ignorante,che un cadavere possa contagiare qualcuno,con un virus che si trasmette per via aerea o più raramente per contatto,in quanto non respira ne si muove?Come mai tutta questa fretta nel farne scomparirne i corpi?

Gio56

Gio, 26/11/2020 - 13:56

xgerico,ierofante-mio suocero è morto in una rsa il 3 marzo. Già a meta febbraio venivano vietate le visite ai familiari,e per quanto riguarda le autopsie la direzione a detto di aver precise direttive di non farle(cosa confermata anche da altri medici). Chi decedava venivae cremato con tutti i suoi effetti personali. il resto sono tutto balle che raccontano.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 26/11/2020 - 14:26

Suvvia, non ve ne siete accorti? Era il primo aprile ... un pesce d'aprile, diamine!

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 26/11/2020 - 14:31

X xgerico,ierofante: "niente autopsie" circolare emanata il 1° aprile, diamine, speanza scherzava, era un pesce d'aprile!

Ritratto di Piddiopentababbei

Piddiopentababbei

Gio, 26/11/2020 - 14:38

xgerico, non dire idiozie..non c'era bisogno di fare 1000 autopsie al giorno, ci sarebbe stato bisogno di farle sui pochissimi giovani morti che non presentavano altre malattie e su alcuni anziani con malattie pregresse per capire quanto impatto il Covid aveva a differenza di altre influenze. Ma non mi aspetto che tu da seguace di un governo di cialtroni improvvisati che svendono il paese e finanziano i monopattini per rilanciare l'economia possa capire.

marcoda

Gio, 26/11/2020 - 14:45

Forse per non contagiare anche i medici legali e spargere un virus ancora sconosciuto dappertutto ? Dai, impegnatevi, che ce la fate anche voi.

Gio56

Gio, 26/11/2020 - 15:20

marcoda,veda di impegnarsi lei,per le autopsie i medici sono protetti adeguatamente,se non fosse così allora niente autopsie a chi viene a contatto con materiali radioattivi,o a malattie sconosciute?

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Gio, 26/11/2020 - 15:23

X marcoda 14.45: il giustificazionismo è peggio del negazionismo ... dai, impegnati che forse ce la fai anche tu, ma dubito fortemente che tu sia in grado di farlo.

Danilo82

Gio, 26/11/2020 - 15:30

Perché a quella data si temeva che anche i corpi morti fossero contagiosi. Me l’han detto amici infermieri e un amico che lavora in “ricomposizione salme” in ospedale. Prima di pensare a chissà quali complotti informatevi giornalisti di testata “autorevole”. Da piangere per come si possa scrivere articoli giusto per creare fastidio.

Danilo82

Gio, 26/11/2020 - 15:38

Meno male che è arrivato Gio56. Lui si che vedo che è preparato. Povera Italia.

mau55

Gio, 26/11/2020 - 15:44

X REDPILL.Il tuo ministro speranza non é un dottore ma un laureato in scienze politiche

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 26/11/2020 - 15:59

state tranquilli ..... nessuno indagherà questo governo .....

lavitaebreve

Gio, 26/11/2020 - 16:24

NEGLI ALTRI PAESI I MORTI VENIVANO SEPPELLITI NORMALMENTE NELLE BARE. È QUELLO CHE HO VISTO NEI TG A MARZO E APRILE. COME MAI INVECE IN ITALIA VENIVANO CREMATI ?

Nes

Gio, 26/11/2020 - 16:25

Quando vi é un epidemia in corso e dei morti la prima cosa che si fanno so le autopsie per accertare le cause e per arrivare subito a capire se vi é una possibile cura. Autopsie no, un piano sanitario epidemico non aggiornato da decenni, DPCM segretati. Poi si regalano - in piene epidemia -tonnellate di mascherine alla Cina che é sempre l'unico Stato al mondo a produrle in maniera costante rispetto ad altri, facendo rimanere il Paese senza questo indiscutibile elemento per prevenire in buona parte l'infezione in atto (Chi é stato l'artefice, non si sa). Incuria, negligenza, ritardi, errori che si sommano, alla fine c'é qualcosa che non torna.

cecco61

Gio, 26/11/2020 - 16:56

@ xgerico: stia tranquillo e continui a ubbidire al partito, così riesce a non pensare (sempre che ne sia capace). La morte non per polmonite ma per fenomeni trombo-embolici, e la conseguente somministrazione di eparina e cortisone, che ha portato a salvare centinaia se non migliaia di vite umane, è stata scoperta proprio grazie alle autopsie di qualche disubbidiente e da autopsie fatte all'estero. Malgrado la contrarietà dei medici al divieto di autopsie Speranza, Ricciardi, il CTS e il Governo sono andati avanti per la loro strada. Complotto o meno sono degli incapaci, dovrebbero andarsene a casa e certamente non sono qualificati per imporre alcunché oggi. Punto.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 26/11/2020 - 16:57

mau55, hai ragione! Avevo in testa che fosse un medico e non ho mai verificato. Avendo un laureato in scienze politiche come ministro della salute inizio a spiegarmi molte cose... In ogni caso Speranza è nel torto, perché ha sbagliato i suoi collaboratori.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 26/11/2020 - 17:25

mau55, hai ragione! Avevo in testa che fosse un medico e non ho mai verificato. Avendo un laureato in scienze politiche come ministro della salute inizio a spiegarmi molte cose... In ogni caso Speranza è nel torto, perché ha sbagliato i suoi collaboratori.

Ritratto di Zorro474

Zorro474

Gio, 26/11/2020 - 17:29

Scrivere in una C.M. "non si dovrebbe procedere ..." è assurdo. Un vero ministro avrebbe scritto "non si deve procedere" se fosse stato consapevole dei suoi atti e avesse creduto di essere nel giusto.

Calmapiatta

Gio, 26/11/2020 - 18:32

Come sempre gli italiani si dividono tra pro e contro e non fanno altro che azzuffarsi. Nessuno, però, si è domandato "perchè" il ministro della sanità abbia avvertito la necessità di diramare una tale circolare. Che il Ministro, quindi ci spieghi. E' ancora un paese democratico questo in cui si può chiedere conto ai politici del loro agire?

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 26/11/2020 - 19:10

......senza le autopsie il genere umano non avrebbe sconfitto nessuna malattia....svegliatevi dal torpore

Gio56

Ven, 27/11/2020 - 10:52

Danilo82,senz'altro più di Lei.