Politica

Dirigenti Asl nel resort di lusso: 500 euro a testa per due giorni

Il Pd Marcucci nel cda della società che gestisce Il Ciocco. Qui sono stati mandati 178 manager delle aziende sanitarie per "amalgamarsi" in vista dell'unione delle sedi di Firenze, Pistoia, Prato e Empoli

Dirigenti Asl nel resort di lusso: 500 euro a testa per due giorni

Scoppia lo scandalo a Barga di Lucca. Il resort "Il Ciocco" ha ospitato il summit dei 178 dirigenti di diverse aziende sanitarie. Costo complessivo? 93mila euro per una "vacanza" di due giorni. La levata di scudi del centrodestra è stata immediata. Anche perché il resort di lusso è di proprietà della Shaner Ciocco Srl, società di cui il piddì Andrea Marcucci è socio di minoranza. "Non ho alcun incarico gestionale o operativo legato al resort – replica il senatore renziano al Fatto Quotidiano – e del corso delle Asl toscane non ne sapevo nulla".

I 178 dirigenti ospitati dal Ciocco rientrano in progetto formativo intitolato Realizziamo la nostra azienda e voluto dal commissario della nascitura Asl Toscana Centro Paolo Morello per far "amalgamare" i dirigenti delle Asl di Firenze, Pistoia, Prato e Empoli in vista della nascita della Asl Toscana Centro. "Il progetto complessivo in favore dei dirigenti delle 4 Asl è costato circa 93mila euro – spiega Morello – l'Asl di Firenze da sola ne ha spesi 33mila". La spesa per ciascun dirigente si è perciò attestata intorno ai 500 euro. Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno comunque presentato due interrogazioni. "È un caso che la Regione Toscana abbia scelto proprio quel luogo per sprecare tutti quei soldi?", tuona Giovanni Donzelli parlando di "un vero e proprio regalo al potente senatore Pd".

Morello respinge le accuse. "Non sapevo affatto che la struttura fosse legata a Marcucci - dice - oltretutto il senatore non lo conosco neanche. Abbiamo contattato varie strutture: solo il Ciocco aveva i requisiti giusti". "Verificare a fondo ogni spesa - si smarca il gruppo regionale del Pd - se emergeranno sprechi o distorsioni nell’uso delle risorse delle aziende sanitarie la Regione dovrà prenderà provvedimenti". L'assessore regionale Stefania Saccardi avrebbe già avviato un’indagine: "Valuteremo tutte le spese sostenute e gli effetti formativi sui dirigenti, poi decideremo".

Commenti