Emilia, il piano della Borgonzoni: ​"Stracceremo le leggi del Pd"

Sanità, rom, immigrati: parla Lucia Borgonzoni alla vigilia del voto. Il piano per l'Emilia: "Meno burocrazia e più meritocrazia"

Dicono sia stata oscurata da Salvini. Che non conosca abbastanza l'Emilia Romagna da aspirare a governarla. Eppure Lucia Borgonzoni, giuste o sbagliate che siano, di idee su come ribaltare il "sistema Emilia" ne ha. "Meno burocrazia" e più "meritocrazia", innanzitutto. Ma anche lotta alle "false cooperative", ai campi nomadi degradati e una sanità dove le persone siano "storie" e non "numeri". "Quello che funziona va conservato - dice - ma ci sono molte cose da mettere a posto e le cambieremo".

Borgonzoni, se domenica dovesse vincere, quale sarà il primo dossier da affrontare?

"Il primo punto sarà alleggerire la burocrazia. Le faccio un esempio: nella zona del terremoto alcune aziende hanno rinunciato a prendere i fondi disponibili perché l'ordinanza emessa era troppo complicata. Lo stesso vale per i bandi regionali: neanche un ingegnere aerospaziale riesce a capirli, a meno di avere un amico nell'ufficio dove è stato scritto…".

Però l’economia emiliano romagnola regge.
"La cassa integrazione è volata alle stelle: dal 2018 al 2019 è aumentata del 270%. Per questo Bonaccini non ha potuto visitare molte aziende. Perché quando vai dagli imprenditori ti dicono: ‘Lasciateci lavorare, qui c'è una burocrazia che ci piega’".

Anche il Pd sostiene di poter migliorare ciò che non funziona.
"In campagna elettorale la sinistra sta facendo le solite promesse, come se negli ultimi 50 anni avessimo governato noi e non loro".

Il vero scontro è sulla sanità. In Emilia ci si cura bene?
"Vantiamo certo grandissime eccellenze. Abbiamo medici, infermieri e tecnici che fanno tantissimi straordinari per far funzionare gli ospedali. Però ci sono alcuni problemi".

Quali?
"Le liste di attesa sono lunghissime. Quando chiedi una visita, se hai i soldi e paghi te la danno dopo una settimana. Altrimenti magari te la concedono a 70km di distanza da casa: una persona anziana o un disabile non possono accettarla e così dovranno aspettare anche un anno e mezzo. Questo non è tollerabile".

I dati però sembrano certificare che i tempi di attesa sono in regola.

“Vengono usati dei trucchi per far sembrare la sanità migliore di quella che è”.

Ad esempio?
"Può succedere che una persona vada a chiedere un appuntamento e le rispondano che l'agenda del medico è chiusa. Quindi non può prenotare l'esame. In questo modo la lista di attesa non si allunga, certo. Ma quella persona la visita non l’ha mica avuta. Noi abbiamo sempre denunciato tutto questo: all'inizio hanno cercato di dire che erano casi marginali, ma adesso sono loro stessi ad ammettere che qualcosa va migliorato". 


E allora come si interviene? 

"Il sistema è strutturato male, serve una riorganizzazione. Viviamo in una Regione dove il Pd per anni ha considerato le persone come numeri. Noi invece vogliamo tenere gli ospedali aperti di notte e nei fine settimana per visite ed esami. E poi interverremo sui servizi per l'Appennino".

Parla dei punti nascita chiusi dalla giunta Bonaccini?
"Ci dicevano che col tempo avremmo capito che era giusto chiuderli. Poi a tre giorni dal voto hanno scoperto che vanno riaperti. La loro è solo propaganda".

Una legge regionale favorisce la creazione di tanti micro-campi nomadi nelle città. Userete la ruspa?

"Se vinciamo, stracceremo immediatamente la legge. Tutti i campi sono nati 'piccoli' e poi si sono ingranditi. Quindi se prendi un accampamento e lo dividi in tre, tra qualche anno avrai tre posti sovraffollati. E poi c'è un'altra questione".



Dica.

"In Emilia Romagna vivono nomadi di etnia sinti, che sono italiani. Quindi come tutti gli altri devono partecipare alle graduatorie per le case popolari. Se ne hanno il diritto, avranno l'accesso al servizio. Altrimenti non lo otterranno. Non capisco perché dobbiamo pagare tutti noi una loro scelta di vita".

A proposito di case popolari: spesso finiscono agli stranieri e ci sono state polemiche.

"I criteri ostativi, che sono la base per decidere chi può accedere agli alloggi pubblici, vengono decisi dalla Regione. Quindi noi introdurremo subito il controllo dei beni all’estero. Oggi se un italiano ha una casa oltre confine viene penalizzato. A uno straniero invece basta un'autocertificazione e nessuno va a controllare se anche lui è proprietario. Servono regole uguali per tutti. Peraltro, in Emilia Romagna ci sono circa 5mila alloggi popolari vuoti perché in attesa di manutenzione: la Regione ha dormito, vanno rese disponibili al più presto".

Emilia Romagna significa anche "coop rosse".
"Ci sono cooperative e cooperative. Ci sono quelle sane, che sono servite a tenere in piedi il nostro tessuto quando c'è stata una crisi diffusa. Le altre invece vanno allontanate. Quelle per bene non devono avere paura. Ma chi ha fatto le cose in malafede, assolutamente sì".

Le sardine dicono che lei è "incompetente". 

"Si devono mettere in fila con tutta la sinistra, che ha un problema serio con le donne. Ho ricevuto diversi attacchi maschilisti: mi hanno dato della velina, dell’incapace e della muta. All'inizio ci rimanevo anche male. Poi mi sono resa conto della pochezza delle persone che non sanno entrare nel merito delle questioni".

Qualcuno degli avversari l’ha chiamata per esprimere solidarietà?
"Non mi faccia ridere. Se ad essere offesa è una persona che non la pensa come loro, sembra che tutto sia lecito. In fondo in fondo è come se ci meritassimo di essere insultate. Alcune volte le offese hanno raggiunto un livello tale che sono dovute intervenire Emma Bonino e Elisabetta Gualmini per placare i loro. È tutto molto molto triste".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

trasparente

Sab, 25/01/2020 - 08:40

Se dovesse vincere? ha già vinto! A meno che i bastardi non imbrogliano le schede...

trasparente

Sab, 25/01/2020 - 08:44

E i nomadi se sono italiani devono lavorare e pagare le tasse!

pallosu

Sab, 25/01/2020 - 09:28

Ad un giorno delle elezioni scopriamo che anche la Borgonzoni parla e per quel poco che dice dimostra tutta la incompetenza,l'Emilia Romagna farebbe un passo indietro di 50anni in caso di vittoria

GovernoTecnico

Sab, 25/01/2020 - 09:29

Quindi la Borgonzoni vorrebbe eliminare ciò che di buono è stato fatto in quella regione. Per fortuna gli emiliani sono gente seria e intelligente che ignoreranno questa scappata di casa

Gattagrigia

Sab, 25/01/2020 - 09:36

La sanità la metteranno a posto come in Lombardia e Veneto? Cioè agevolando il privato? Perché, almeno in Lombardia, funziona così.

Caiofabius

Sab, 25/01/2020 - 09:46

Cara Lucia , ti chiamo così perché sono anziano e potresti essere mia figlia. Ti auguro di vincere questa battaglia e scardinare per sempre questo associazionismo rosso che tanti anni fa forse ha aiutato e guidato anche bene questa meravigliosa regione, ma che oggi purtroppo ha perso di vista moltissime cose ...! Auguri di cuore e forza !

Gattagrigia

Sab, 25/01/2020 - 09:47

Tutto si può migliorare, forse è meglio che lo faccia uno competente e che conosce bene la regione, cambiate un governatore che ha lavorato principalmente bene per una nuova che non si conosce, che non si sa come lavora, ma solo perché è contro, non so che benefici possa portare. Tanto gli scontenti ci saranno sempre

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 25/01/2020 - 09:49

Domani si vota in Emilia Romagna e in Calabria. Intanto, da vari giorni, é esploso l'attacco al pseudo "fascismo" che non c'é, almeno nel gruppo Salvini Berlusconi Meloni. Ieri notte RAI ha sfornato un bellissimo articolo sul "fascismo" di Mussolini nei tempi passati, che però non esiste più. Mentre invece c'é ancora un comunismo dei fatti loro, di cui RAI - a cui pago l'iniquo canone - fa un'assurda trasposizione verso i tempi attuali.

Altrimenticiarr...

Sab, 25/01/2020 - 09:58

La Borgonzoni parla?? Ma non è Salvini il candidato della Lega per l’Emilia?? Ahaha

marinaio

Sab, 25/01/2020 - 10:00

Pallosu, Governo Tecnico, mi sa che vi siete fermati al titolo e non avete letto l'articolo. È tipico delle persone mediocri.

EliSerena

Sab, 25/01/2020 - 10:10

Per tre mei avevo pensato che la signora fosse la guardarobiera porta felpe del leoncavallino. Visto che non si è sentita in tutta la campagna elettorale perché proprio oggi una mega intervista del nulla . Per lei il silenzio elettorale non vale?? Certo per la lega le leggi non si rispettano. Ma visto che confina con il Friuli Venezia Giulia perché non va a fare una sciata in quei meravigliosi luoghi invece di infrangere le leggi????

detto-fra-noi

Sab, 25/01/2020 - 10:14

Le stesse invettive catastrofiste dei democristiani e dei socialisti quando la Lega gli soffiò la pappa 30 anni fa (erano comicissimi). Bene o male: sinistra ora basta pappa.

detto-fra-noi

Sab, 25/01/2020 - 10:18

Pare che l'unico programma della sinistra siano quello di aumentare tasse a chi lavora e produce, e sistemare zingari e clandestini, in nome di una malintesa soliderietà. Basta pappa.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 25/01/2020 - 10:18

(1) Se l'Emilia Romagna, come la Lombardia, il Veneto o la Toscana, è una regione che funziona bene, questo è dovuto unicamente alla continuità di servizio di chi, sempre esso, ha governato per diversi decenni. Il cambio continuo di governanti o sindaci, come avviene in tante zone, è sempre negativo. La gente non ha voglia, ogni 4-5 anni, di adattarsi al nuovo governante, alla sua visione, alle sue leggi, specie quando si è in declino morale. Diventa necessario, per chi vuole governare bene, mettere le radici per decenni in un determinato territorio anche attraverso forme apparentemente dittatoriali come può essere il preferire qualcuno a scapito di altri solo per ragioni di appartenenza politica.

detto-fra-noi

Sab, 25/01/2020 - 10:19

Meglio sanità privata, che sanità privata di tutto. Funziona male. Basta pappa.

Ritratto di wombat

wombat

Sab, 25/01/2020 - 10:22

Dare le case agli zingari e una follia ,nomadi =girovaghi si spostano continiuamente,speriamo verso la jiugoslavia

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 25/01/2020 - 10:50

Con questa intervista il futuro Governatore distrugge il bonaccini. Una delle menzogne del bonaccini riguarda i tempi di attesa della sanità che definisce “brevi”, subito sbugiardato dalla BERGONZONI che rivela che non solo sono INSOPPORTABILMENTE lunghi, ma addirittura si obbligano anziani e invalidi a fare viaggi di decine di chilometri per avere un'assistenza spesso scadente per mancanza di soldi (il bonaccini li spende per regalare le case agli zingari). D'accordo che i comunisti mentono sempre, ma a negare l'evidenza si viene subito smascherati da chi, con dati alla mano, dimostra la VERITA' dei fatti come fa la BERGONZONI. Da Lunedì la BERGONZONI avrà il duro compito di eliminare i piddini da Regione. Tra pochi mesi spetterà al CAPITANO eliminare piddini e grilletti e sardine dall'Italia. Buon lavoro, gli italiani sovranisti sono con voi. Cari progressisti(?) di sinistra, grilletti e sardine per voi la pacchia è finita. Per sempre.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Sab, 25/01/2020 - 10:53

Statalismo in tono minore.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 25/01/2020 - 11:10

(2) Ma, allora, perché la maggioranza degli emiliano-romagnoli dovrebbe cambiare se finora quella regione è stata ben gestita per decenni? La ragione è una sola: anche lì domina la Legge della Giungla. A che cosa serve lavorare alacremente e operare con disciplina in un consorzio se le basilari regole del vivere civile ogni giorno vengono sottoposte, in maniera pervasiva, a continue sollecitazioni? Evidentemente l'imperversare della criminalità e il dilagare del degrado fanno paura perché hanno raggiunto un livello tale da rendere fisiologico il porsi fondamentali dubbi sull'utilità pratica, dilatata nel tempo, degli stessi concetti di 'diritto' e 'democrazia'.

PAOLINA2

Sab, 25/01/2020 - 11:29

perSilvio46: fenomeno vieni in Lombardia a vedere come funziona la sanita e cosi' la smetterai di scrivere idiozie solo perche' si e' faziosi, non dire come i tuoi amici di merende che il governo e' finito, ha le ore contate, e' appeso ad un filo, la pacchia e' finita ecc.ecc., nel frattempo continua a prendere maalox e cerca di riprenderti, sperando che arrivi quel giorno che tu speri, ma e' pur vero che c'e' un proverbio che dice: chi vive sperando muore c.....o. Auguri fenomeno. cui

savonarola.it

Sab, 25/01/2020 - 11:35

Xeliserena: che i komunisti fossero ignoranti è cosa nota, ma che l'Emilia confinasse con il Friuli non l'avevo ancora sentito. E il Veneto non esiste più? Vada a dormire:eviterà di farsi deridere. Le sinistre hanno bisogno di gente come lei.

fjrt1

Sab, 25/01/2020 - 11:35

Io domenica non vado votare perché ho la residenza in un'altra regione e obiettivamente non so se Bonaccini abbia governato bene o male. Però Bonaccini appartiene al pd e quello che il pd fa a livello nazionale ha inevitabilmente una ricaduta a livello regionale. Il pd bene o male ha governato per 5 anni nella passata legislatura e ora per restare in sella si è alleato al suo peggior nemico e come se ciò non bastasse cerca di mandare in prigione, per futili motivi, il suo avversario politico. Chi domenica andrà a votare non sono così smemorati.

GovernoTecnico

Sab, 25/01/2020 - 12:52

Domani sarà la fine della destra in Italia poveri illusi la lega non governerà mai l'Emilia

Marcnic

Sab, 25/01/2020 - 13:19

Più meritocrazia in Emilia-Romagna? Allora di sicuro la sig.ra Borgonzoni, se malauguratamente fosse eletta, si dimetterà il giorno dopo.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 25/01/2020 - 13:30

Purtroppo le lunghe liste d'attesa riguardano la sanità da nord a sud.Molti utenti si spostano da un ospedale all'altro per aver una semplice prestazione. Il problema sta a monte,ovvero sul fatto che le prestazioni mutuabili sono soggette ad un badget annuale che il ministero della sanità eroga ad ogni finanziaria con accordi regionali. Sforare il badget previsto per ogni struttura pubblica o privata comporterebbe un mancata corresponsione della prestazione da parte della regione a sua volta da parte del ministero della sanità. Ecco che gli utenti si trovano costretti ad andare da una struttura ospedaliera all'altra. Molti utenti per sorpassare le lunghe liste preferiscono pagare con un regime di semiconvenzione e per i più facoltosi privatamente,ottenendo prestazioni dopo qualche giorno,massimo una settimana. Il sistema con la mutua non regge più per i costi ed i tempi; bisognerebbe modificarlo a monte abbassando i costi facendo così concorrenza alle strutture private.

ST6

Sab, 25/01/2020 - 13:33

BorgoChi? Ma chi è?? Il candidato non è Salvini, che parla solo lui???

ST6

Sab, 25/01/2020 - 13:41

wombat: "Dare le case agli zingari e una follia" Ma come??? La Lega non era forse quella del "Prima Gli ItaliANI"???

manson

Sab, 25/01/2020 - 13:58

Speriamo che dopo di anni di sinistri la regione cambi gestione! Smantellare campi rom cacciare gli stranieri che non ne hanno diritto dalle case popolari e ricordare PRIMA GLI ITALIANI!

RinaBrundu

Sab, 25/01/2020 - 14:37

Borgonzoni: "Bugie da sinistra. Si cambia". Sicuro, adesso le "bugie" pioveranno da destra. Come direbbe il mitico Segretario fiorentino (Machiavelli non Renzi), deve ancora nascere il politico che non racconta frottole. L'arte di raccontare boiate fa anzi parte del loro curriculum. Del resto, in un Paese come il nostro, le "urgenze" sono altre. L'urgenza è democratica: lasciate al popolo il diritto di scegliersi da quale parte vuol sentirsi ripetere le solite panzane. Noi, italiani, infatti non abbiamo neppure quel privilegio! Ma chi lo ha votato mai Conte? Per non parlare poi della RAI che dobbiamo finanziare, laddove il duo Zinga-Fico sono come le preci d'antan: obbligatorie la mattina, il pomeriggio, la sera. Non se ne può più! Emiliani e calabresi liberateci... altro che etica spiccia e d'occasione... elettorale!

scurzone

Sab, 25/01/2020 - 15:31

Comunque devo dare atto alla Lega di aver scelto una donna come candidata. Non condivido le sue idee e non la voterò ( fa parte della Lega! che schifo!), ma mi sembra un buon esempio per le altre liste.

ST6

Sab, 25/01/2020 - 15:47

manson: "Smantellare campi rom cacciare gli stranieri che non ne hanno diritto dalle case popolari" Ahahahah quei "sinistri" della Lega a Ferrara, eh?! ROTFL..

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 25/01/2020 - 16:19

Sembra la trama del film "Per un pugno di dollari" tradotta in salsa revanscista "Per un pugno di voti ... sennò t'ammazzo".

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 25/01/2020 - 16:27

Nella Sanità esistono eccellenze, maestranze e medici, che fanno gli straordinari a spron battuto per "tenere in piedi la baracca" ... manco sotto i sovietici vi era uno stakanovismo così esasperato.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 25/01/2020 - 16:36

Se gli imprenditori rinfacciano la asfissiante burocrazia che li aggioga fino a terra per assolvere gli obblighi di Legge a mio sommesso parere è una plateale forma di schiavismo legalizzato ... e poi si glorificano se il PIL cresce dello 0,0001% e tacciono subdolamente quando invece sprofonda con la % a due cifre con la conseguenza che gli imprenditori delocalizzano a rotta di collo lasciando migliaia di lavoratori, ergo tasse devolute al fisco, per strada con conseguenze catastrofiche per l'economia nazionale.

chiara63

Sab, 25/01/2020 - 16:36

PerSilvio46 rosica...con la destra in Emilia o peggio ancora al governo nazionale saremmo veramente alla frutta. Salvini è solo un essere deprecabile in ogni sua azione ed ha pure il coraggio di dire di essere insultato quando lui ormai da anni è campione d'insulti specie al PD per il quale ha un'autentica ossessione visto che uno degli ultimi baluardi della democrazia e questo ad un fascioleghista non può andar giù. Il cavaliere poi che dice di essere l'ago della bilancio in un governo di destra è una pura illusione..Salvini lo stritolerebbe da buon fascio qual'è.