Europee, anche Fontana mostra il rosario: "Preservare valori cristiani in Ue"

Il ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, mostra il rosario ai giornalisti: "Tutto arriva dall'alto, anche le sconfitte, servono a far riflettere". E rilancia: "L'Italia è ancorata ai valori tradizionali"

Europee, anche Fontana mostra il rosario: "Preservare valori cristiani in Ue"

"L'Europa che ha rinnegato le proprie radici giudaico-crisiane è stata penalizzata. Il voto dice chiaramente che l'Italia è ancorata a certi valori tradizionali, che sono la nostra storia. Vuol dire che qualcosa di fortemente identitario sta nascendo in questo particolare momento storico”. Dopo Matteo Salvini anche il ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana si presenta nella sala stampa di via Bellerio con il rosario in tasca.

“Lo porto sempre con me”, ha detto ai giornalisti mostrando la coroncina alle telecamere. “Lo bacio tutti i giorni, non solo per le elezioni europee, sapete che sono anche stato criticato perché vado a messa la mattina”, scherza il ministro leghista. Per Fontana lo storico risultato del Carroccio alle elezioni europee è stato voluto “dall’alto”. “Tutte le cose che avvengono arrivano dall’alto”, ha detto. “Per chi ci crede – ha aggiunto – anche le sconfitte arrivano dall’alto, servono per far riflettere”. Il messaggio sembra essere diretto agli alleati di governo dopo il clima tesissimo che ha caratterizzato le settimane che hanno preceduto il voto.

E, per rimanere in tema, paragona Salvini ad un frate francescano “per la pazienza avuta nei confronti degli alleati”. Il messaggio per il Movimento 5 Stelle è chiaro: “Il lavoro d'ora in poi non dipende da noi, ma dalla volontà di lavorare con coraggio e passione come è stato fatto fino a prima della campagna elettorale”. Difesa delle radici cristiane, famiglia e natalità, assicura il ministro, saranno valori che, dopo il trionfo della Lega alle urne, verranno difesi ancora di più dal governo gialloverde. “Cosa dico agli alleati del M5S che avevano attaccato il Congresso di Verona sulla famiglia? Scherza con i fanti ma lascia stare i santi – ha detto ancora su Rai 3, ai microfoni di Agorà - non dimentichiamo che Italia e Europa hanno identità e origini ben radicate”. “Spesso lo dimentichiamo – ha ammonito – ed è l'errore fatto anche dalla Ue”.

Commenti