Fedriga: "Soldi pubblici al Gay Pride? Li do solo al Family day"

Il governatore leghista: "Il Friuli tutela e difende la famiglia naturale a mai darà il patrocinio ai vari Gay Pride: diamo il patrocino al Family Day"

"Il Friuli Venezia Giulia tutela e difende la famiglia naturale a mai darà il patrocinio ai vari gay pride: diamo il patrocino al family day". Così Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli-Venezia Giulia, dal palco di Pontida, si inserisce nello scontro tra il ministro per la famiglia, Lorenzo Fontana, e il sottosegretario Spadafora sul tema dei diritti per gli Lgbt.

"Con tutto il rispetto - ha scritto su facebook il ministro leghista della Famiglia - il sottosegretario Spadafora parla a titolo personale e non a nome del governo, nè tantomeno della Lega. Per quanto ci riguarda, la famiglia che riconosciamo e che sosterremo, anche economicamente, è quella sancita e tutelata dalla Costituzione". Oggi Fedriga, dal governatore del Friuli, fa un passo ulteriore e attacca gli altri enti locali che sostengono i gay Pride: "Non si danno soldi pubblici a chi fa propaganda per il desiderio degli adulti, ma a chi difende i più piccoli che hanno diritto ad avere una mamma e un papà".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Dom, 01/07/2018 - 13:11

Abbiamo parlato tanto di uguaglianza, pari opportunità, diritti umani, teorie gender, che stiamo lasciando il mondo in mano agli imbecilli e ai pervertiti. I quali, a forza di sentirsi dire che “Tutti gli uomini sono uguali”, si sono convinti di essere persone normali.

Fearlessjohn

Dom, 01/07/2018 - 13:31

Ben fatto !!!! Libertà per tutti, ovviamente. Ma soldi solo a quelle che sono considerate famiglie dalla Costituzione e, anche se dopotutto non ce ne frega niente, dal Papa. Dare aiuto economico a queste manifestazioni avrebbe il significato di premiarne le finalità, cosa che non avrebbe senso.

venco

Dom, 01/07/2018 - 13:33

Fedriga sei un Grande, sei un vero uomo

Ritratto di bergat

bergat

Dom, 01/07/2018 - 13:34

Beh detto altrimenti soldi anche al Milf day

Gianni11

Dom, 01/07/2018 - 13:41

Bravissimo...e normale. Le perversioni non vanno propagandate con soldi pubblici e gli andrebbe anche negato lo spazio pubblico. Questo e' un'altro schifo che ci ha portato l'UE.

VittorioMar

Dom, 01/07/2018 - 13:48

....Presidente FEDRIGA non è solo..lo ha detto anche il PAPA che la FAMIGLIA E' COSTITUITA DA UN UOMO E DA UNA DONNA !!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 01/07/2018 - 13:55

no money for gay.

greg

Dom, 01/07/2018 - 13:56

BRAVO, BRAVISSIMO FEDRIGA

Ritratto di filospinato

filospinato

Dom, 01/07/2018 - 14:10

Siamo giunti al punto in cui in Italia un profano proferisce parole Sacre e viceversa. La Chiesa va raddrizzata e queste sono i tutori che Dio ci ha dato. Deo Gratias.

steacanessa

Dom, 01/07/2018 - 14:21

Parole sante. L’antipapa dovrebbe studiarle a memoria.

Divoll

Dom, 01/07/2018 - 16:38

Bravo! Chi vuole questa pagliacciata (e non tutti i gay aderiscono) se la paghi di tasca sua.

buri

Dom, 01/07/2018 - 17:22

il messaggio è chiaro, se facciano una ragione, la famiglia è composta da un uomo e una donna con i figli, il resto non + naturale

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 01/07/2018 - 17:48

Bravo Fedriga

MOSTARDELLIS

Dom, 01/07/2018 - 19:10

Forse cominciamo a tornare verso la normalità. Io manderei in galera per sperpero di denaro pubblico tutti coloro che finanziano le attività dei gay pride e simili, in nome di non si sa quale concetto di famiglia. Questi fuorviati sono andati a scomodare anche la Madonna di Pompei. Che tristezza e che squallore.

duca di sciabbica

Dom, 01/07/2018 - 19:15

favorevolissimo a negare il patrocinio - cioè gli schei - al gay pride ma anche al family day. Comunque Adinolfi non si entusiasmi troppo, allo 0,7 % è e ci resterà.

Reip

Dom, 01/07/2018 - 20:27

Piu’ si parla degli omosessuali peggio e’!

GPTalamo

Lun, 02/07/2018 - 00:46

Forza, dedichiamoci a temi piu' importanti per gli italiani. Non esiste un "emergenza gay", sono stati discriminati per piu' di 1000 anni e quindi la difesa dei loro diritti puo' aspettare. Sono problemi meno gravi della diffusa poverta' e insicurezza del popolo.

lsollazzo

Lun, 02/07/2018 - 07:44

finalmente abbiamo gente che non soffre di malattie mentali e di vizi contro natura.

dagoleo

Lun, 02/07/2018 - 08:31

Sacrosante parole. Ditelo anche ai preti ed alla chiesa di Bergoglio che forse se lo sono dimenticato.

blackinmind

Lun, 02/07/2018 - 08:52

@Giano: Se tu pensi di essere normale, non vedo perchè non debbano pensarlo loro.

Morker83

Lun, 02/07/2018 - 09:19

Secondo me non si deve patrocinare niente. Il family day è una manifestazione di estremisti cattolici che nulla ha a che vedere con la famiglia italiana, che svolgono una funzione di denigrazione e di intolleranza estrema contro chi non la pensa come loro (circa il 99,5% della popolazione)

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 02/07/2018 - 09:38

Fedriga "Il Friuli tutela e difende la famiglia naturale a mai darà il patrocinio ai vari Gay Pride: diamo il patrocino al Family Day" --- Quella di Fedriga è una presa di POSIZIONE DA SOSTENERE, SEMPRE OVUNQUE e COMUNQUE. In base al noto PRINCIPIO stabilito non dall'uomo ma dal Signore DIO : "Dio creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; maschio e femmina li creò." (Genesi 1:27) : Chiunque provi a sfidare quanto appena riportato. Quindi che i gay non temano nulla dagli uomini, perchè c'è già CHI li giudica.

Cheyenne

Lun, 02/07/2018 - 10:17

BRAVO SI FA COSI', BASTA CON LE PORCATE PDIOTE

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 02/07/2018 - 10:21

X aorlansky60 09:38...Giusto e da sottoscrivere, tranne la parte finale. La Politica ha il dovere di garantire che la società rispetti i valori eterni come da Lei riportato e dunque anche dagli uomini debbano temere gli LGBT, non per la loro incolumità, ma per le loro ostentazioni sia singole che organizzate. Ostentazioni che turbano gli onesti e devoti italiani e quindi vanno condannate. Fedriga - grande politico e sincero cattolico credente - lo ha capito. In sintesi: ognuno nella sua sfera privata può comportarsi come vuole e deve temere solo la legge di DIO, ma fuori dalla sfera privata deve temere anche la legge degli uomini. Le leggi di oggi sono contro il volere di DIO? Fedriga le cambierà perché non siamo più nel lassismo di sinistra.