Via Gesù dalla recita: offende i musulmani La replica: tutte bugie

«La scuola ha censurato il nome di Gesù Bambino dalle canzoni natalizie». «Niente affatto, i bimbi hanno solo studiato e cantato una canzoncina». È polemica, a Torre del Lago (Lucca) su ciò che sarebbe avvenuto nei giorni scorsi alla scuola elementare dell'istituto comprensivo Tomei. Tutto nasce da un post su Facebook del coordinatore locale di Forza Italia, Alessandro Santini, che riporta il racconto di un bambino al genitore: «Mi è stato segnalato spiega - che alla scuola elementare si sta cercando il modo di non far pronunciare ai bambini il nome di Gesù durante la recita natalizia, per non urtare la sensibilità di alunni di religione musulmana. Chiedo al dirigente scolastico se ciò corrisponde al vero, se la decisione è stata prima discussa all'interno degli organi d'istituto o se si tratta di un'iniziativa personale delle insegnanti». Immediata la replica della dirigente scolastica Loredana Bilardi: «Smentisco con forza la notizia apparsa su Facebook: il testo in questione sottolinea - è stato sottoposto dalle maestre ai bimbi che hanno fatto esercizi di analisi e comprensione, nonché ascoltato la melodia. Essendo una scuola a indirizzo musicale, le maestre si sono incentrate proprio sulla melodia. Mai è stata proposta ai bambini alcuna manipolazione del testo, né cambiare nomi o parole. La notizia è altamente calunniosa e diffamatoria, inficia la dignità della scuola e degli insegnanti. La libertà di culto non è mai stata in pericolo».

MGem

Caricamento...

Commenti

Caricamento...